SuperEWHL – Le Aquile sorprendono le Leonesse

(dal sito delle Eagles Bolzano) – La penultima partita valevole per la EWHL Supercup ha visto opposte alle Eagles il Zurigo. Al Palaonda si è vista una partita veloce con esito sorprendente.

Premettendo che nello Zurigo hanno dovuto dare forfait sia la canadese Isabelle Menard sia Christine Hüni, due delle pedine migliori e che la partita non era più decisiva per la vittoria della coppa, già vinta dalle Sabres Vienna e che quindi allo Zurigo mancava una vera motivazione, la squadra svizzera appartiene da anni alle migliori espressioni dell’hockey femminile europeo. Le aspettative riposte nella partita quindi non mancavano.
La squadra di casa a sua volta orfana di Anna De la Forest, Carola Saletta, Linda De Rocco e Anita Muraro non si nasconde. Lo Zurigo le cui potenzialità sono note, sembrano non molto concentrate e le Eagles ne sanno approfittare. Al 10° Vanessa Clavedetscher è battuta per la prima volta. Concede un rebound su conclusione di Mia Campo Bagatin e Hanna Elliscasis si fa trovare pronta per depositare in rete. Già lÄinizio è sorprendente, ma non finisce qui. Al 16° Nadia Mattivi lancia Jordanna Peroff che da sinistra fa partire una saetta che s’insacca nel sette lontano. Imparabile per Clavedetscher. La reazione dello Zurigo è comunque stranamente blanda.
Nel secondo tempo le svizzere alzano il ritmo ma le Eagles sono più precise e realizzano. Il 3:0 scaturisce da una situazione di superiorità numerica e porta nuovamente la firma di Jordanna Peroff. Circa due minuti dopo, le Eagles sono nuovamente in superiorità numerica, colpisce anche Chelsea Furlani. Un parziale di 4:0 dopo metà della partita è un risultato sul quale nessuno avrebbe scommesso. Nemmeno lo Zurigo evidentemente. Infatti il capo allenatore Daniela Diaz chiede il time out per scuotere la squadra e sostituisce la pur incolpevole Vanessa Clavedetscher in porta con Isabelle Michel. Passano otto secondi e anche lei è costretta a raccogliere il disco dalla porta. Hanna Elliscasis la sorprende con un tiro di rovescio dopo una perfetta piroetta. La quinta marcatura scuote definitivamente le leonesse che nel giro di cinque minuti si fanno sotto con due gol opera delle due nazionali Sara Benz e Isabelle Waidacher. Sul parziale di 5:2 per le Eagles si va al secondo riposo. Affiorano i ricordi dell’ultima partita contro le Sabres, dove un vantaggio rassicurante non è bastato per portare a casa la vittoria.
Nella frazione conclusiva le Eagles devono rispondere alla pressione della squadra ospite che si fa forte. Già al 4° capitan Chelsea Furlani dimostra che la squadra ha imparato dalla partita contro le Sabres buttata alle ortiche. Il suo secondo gol personale porta il risultato sul 6:2 e ipoteca il successo. Lo Zurigo riesce a colpire ancora con Nadine Hofstätter, ma le Eagles non cedono il controllo del campo e vanno ancora in gol a 40 secondi dal termine dopo una combinazione Gius – Dalprà – Furlani. Il risultato, sorprendente soprattutto per l’entità, regala alle Eagles nell’anno del debutto in Supercoppa almeno il quarto posto. Se nell’ultima partita riuscissero a battere le campionesse tedesche del Planegg, potrebbero addirittura agguantare l’argento sul filo di lana.
Per le Eagles la vittoria è un iniezione di fiducia. Lo Zurigo ha dato l’impressione di non tenere particolarmente alla vittoria in una partita che non sarebbe stata comunque decisiva per l’assegnazione della coppa. André Weber, membro del consiglio direttivo dello ZSC Lions coglie nel segno quando al termine della partita dice “Le Eagles ci hanno messo il cuore, noi no.”

31/01/2015
EV Bozen Eagles – ZSC Lions Zurich 7-3 (2-0, 3-2, 2-1)
Marcatrici: 09:10 (1-0) Elliscasis H. (Campo Bagatin M.), 15:07 (2-0) Peroff J. (Mattivi N.), 27:29 (3-0, PP) Peroff J. (Dalpra E., Gius S.), 29:59 (4-0, PP) Furlani C., 31:08 (5-0) Elliscasis H. (Bonafini E., Campo Bagatin M.), 31:34 (5-1) Benz S., 36:26 (5-2) Waidacher I. (Maschmeyer B.), 43:54 (6-2) Furlani C. (Dalpra E., Zaccherini N.), 48:26 (6-3) Hofstetter N. (Maschmeyer B., Nabholz K.), 51:19 (7-3) Furlani C. (Dalpra E., Gius S.)
EV Bozen Eagles: Daniela Klotz (Magdalena Höller), Nadine Zaccherini, Elena Ballardini, Franziska Stocker, Michelle Masperi, Anneke Orlandini, Nadia Mattivi, Chelsea Furlani, Jordanna Peroff, Samantha Gius, Eleonora Dalprà, Beatrix Larger, Hanna Elliscasis, Eleonora Bonafini, Mia Campo Bagatin, Alice Gasperini
ZSC Lions Zurich: Vanessa Clavedetscher (dal 29:59 Isabelle Michel), Livia Altman, Sara Benz, Laura Benz, Nadien Hofstätter, Linn Fäsch, Katrin Nabholz, Isabel Waidacher, Monika Waidacher, Anna Rüedi, Angela Taylor, Sabrina Zollinger
Arbitri: Gruber M. (Sartori L., Tschörner H.)
Tiri: 30-31
Penalità: 8-12
Spettatori: 100

freccia Presentazione e calendario

Classifica           pt i V -et P  gol   +-
1. EHV Sabres Vienna 15 5 5 0-0 0 30-2   28
2. ESC Planegg        8 4 3 1-0 1 17-13   4
3. Austrian Selects   7 5 2 2-0 2 11-17  -6
4. EV Bozen Eagles    6 4 2 0-0 2 12-13  -1
5. ZSC Lions Zurich   5 5 1 0-2 3 17-25  -8
6. ECDC Memmingen     1 5 0 0-1 5  7-24 -17

Ultima partita

Data da definire
Bolzano – Planegg (rinv.)