I risultati della Trentaseiesima Giornata di Elite A – Itas Cup

Serie A – Itas Cup – 36esima Giornata – Playoff Race – 31 gennaio 2015 – Seconda Fase – 14° Turno
Ricordando che quella di stasera era l’ultima giornata prima della sosta per gli impegni del “Blu Team” e che il campionato riprenderà martedì 10 febbraio, esaminiamo quanto è accaduto nelle gare che si sono disputate.

Tra i risultati di questa sera spiccano le, larghe, vittorie di Renon e Val Pusteria che, di fatto, accorciano la classifica del Master Round. Appena giovedì sera, infatti, con la vittoria all’Odegar, l’Asiago sembrava aver definitivamente allungato nei confronti delle avversarie ma i risultati di stasera arridono alle due formazioni Altoatesine che recuperano tre punti sulla, sempre solitaria, capolista. In proposito sarà interessantissimo vedere cosa accadrà alla ripresa dei giochi allorquando il calendario le metterà di fronte sul ghiaccio del Lungo Rienza in un match, davvero interessante.

I Rittner Buam hanno confermato di attraversare un grande periodo di forma e, dopo la vittoria della Coppa Italia e la sconfitta all’overtime subita al Pranives, hanno stravinto il match di stasera, domando i leoni dell’Altopiano Asiaghese e disputando un secondo tempo veramente di gran livello. L’Asiago, diciamolo subito, non è stata la bella formazione che abbiamo ammirato contro il Val Pusteria anche perché si è sicuramente innervosito su una segnatura dei Campioni d’Italia, nella quale un disco che per gli Asiaghesi era controllato da Marozzi è stato invece considerato “libero” e successivamente trasformato in goal dai Buam. Contestazione giusta o meno che fosse, non pensiamo che questo episodio possa sminuire la prestazione dei Lupetti dell’Altopiano ed anzi ci pare il caso di dover evidenziare che, ad ogni chiamata importante della stagione, i Rittner Buam rispondono sempre e prontamente: PRESENTE!!

A Torino, si è consumato l’ennesimo atto dello sfortunato periodo del Valpellice che con sei sconfitte nelle ultime sette partite disputate (inclusa la fase finale di Coppa) sta evidenziando notevoli problemi di tenuta. Anche oggi, dopo un buon avvio, i Bulldogs sono andati via via spengendosi ed hanno subito una pesante sconfitta casalinga. Il Val Pusteria, di contro, ha lasciato un’ottima impressione. Sul ghiaccio del Pala Tazzoli, la formazione di Mario Richer ha giocato da grande squadra, mettendo a nudo le pecche degli avversari e chiudendo i conti con un secondo drittel a dir poco micidiale. Tra le file dei Lupi Pusteresi segnaliamo il debutto dei due nuovi arrivi dal Caldaro: il giovane Raphael Andergasser e la vecchia conoscenza Thomas “Piege” Pichler (due assist questa sera per lui!!) già presente nel roster dei lupi per ben sette stagioni, nonché capitano della formazione di Brunico per due campionati.

Le partite tra Gherdëina e Milano Rossoblu non sono mai sfide banali ed anche questa sera ne abbiamo avuto l’ennesima riprova. Questa volta, contrariamente ad altre occasioni, l’ha spuntata il Gherdëina che, in rimonta ha superato la formazione di Pat Curcio. Le Furie Rosse hanno quindi dato continuità alla vittoria contro i Rittner Buam; hanno confermato di aver superato il momento più difficile del loro campionato, ed hanno fatto vedere di essere tornati una formazione che se la può giocare contro tutti. Il Milano, nelle cui file ha debuttato l’ex Caldaro Alex Frei, diciamolo subito, non è stato brillante come in altre occasioni, e soprattutto nel terzo drittel, ha concesso molto ai padroni di casa che hanno, pertanto, meritato i tre punti.

Sulla vittoria casalinga dell’Egna contro i “resti del Caldaro” c’è ben poco da scrivere. Il risultato parla e si commenta, chiaramente, da solo. D’altronde non potevamo attenderci un risultato diverso da quello verificatosi, anche perché, se da una parte l’Egna si era rinforzato con l’acquisizione di giocatori importanti come Domenico Perna, dall’altra, il team dei Lucci aveva dato chiari segnali di aver smobilitato. Il “rompete le righe” della società di Caldaro sulla Strada del Vino è testimoniato dalle recenti partenze di Alex Frei (andato a Milano) e dei due neo Lupi della Pusteria Thomas Pichler e Raphael Andergasser.

Un Cortina micidiale in power play sbanca Appiano con un larghissimo punteggio di 7-2. Ben quattro delle sette segnature della formazione di Oly Hicks arrivano in situazione di uomo in più e fanno capire che gli insegnamenti del coach Finlandese vengono ben digeriti da Ryan Dingle e compagni. L’Appiano ha invero deluso moltissimo. I Pirati, stasera hanno mollato con largo anticipo e con questa netta sconfitta casalinga sono stati scavalcati in classifica generale del Playoff Round proprio dagli stessi scoiattoli ampezzani.

Il Vipiteno a difesa della sua gabbia ha Joni Juho Paavali Puurula, il portiere che, tra tutti quelli dell’Elite A, ha il miglior rapporto Tiri/goal subiti, della seconda fase, e grazie anche a questo particolare, non certo trascurabile, la formazione di Axel Kammerer sta dettando legge nel Playoff Round e si è fatta rispettare da tutte le formazioni del Master Round. Se a ciò aggiungiamo che il Fassa, stasera il suo “portierone” l’aveva ancora a letto, influenzato, si capisce bene come, sotto i lamellari dello Scola, il risultato sia stato sempre saldamente in mano alla formazione dell’alta val d’Isarco.

Vediamo, nel dettaglio, i tabellini di questa trentaseiesima giornata di Elite A – Itas Cup:

Rittner Buam – Asiago Hockey 1935 5-1 (0-0, 4-1, 1-0) – Ritten Arena – Collalbo – ore 19:30
MARCATORI: 1-0 Eric Johansson (Luca Ansoldi, Christian Borgatello) 25:15; 2-0 Dan Tudin (nessun assist) 25:43; 2-1 Scott Hotham (Layne Ulmer, José Magnabosco) 28:58; 3-1 Simon Kostner (nessun assist) 35:08; 4-1 Eric Johansson (Luca Ansoldi) 36:10; 5-1 Luca Felicetti (Patrick Rissmiller, Dan Tudin) 56:14.
Arbitri: Andrea Benvegnù e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Christian Cristeli e Mattia Mori; Spettatori: 793.

HC Egna Riwega – SV Caldaro Rothoblass 8-1 (2-1, 3-0, 3-0) – Wurth Arena – Egna – ore 19:30
MARCATORI: 1-0 Flavio Faggioni (superiorità numerica) (Alexander Sullmann, Rudi Locatin) 3:41; 2-0 Paolo Bustreo (Rudi Locatin, Flavio Faggioni) 10:58; 2-1 Marian Zelger (Douglas Janik, Manuel Gamper) 19:27; 3-1 Vojetech Kubincak (Alexander Sullmann, Domenico Perna) 23:12; 4-1 Michael Sullmann (Vojetech Kubincak, Domenico Perna) 26:08; 5-1 Vojetech Kubincak (Michael Sullmann, Domenico Perna) 32:20; 6-1 Paolo Bustreo (Steve Pellettier, Alessio Piroso) 43:52; 7-1 Michael Sullmann (Domenico Perna, Angel Krestev) 50:16; 8-1 Alex Nagele (Steve Pellettier, Christian Willeit) 51:53;
Arbitri: Marco Bagozza e Claudio Ferrini; Giudici di linea: Matthias Cristeli e Alexander Wiest; Spettatori: 548.

HC Appiano Roi Team- Hafro Sg Cortina 2-7 (0-3, 1-2, 1-2) – Stadio del ghiaccio – Appiano – ore 19:30
MARCATORI: 0-1 Francesco Adami (superiorità numerica) (Ryan Hayes Dingle, Paul Albers) 6:56; 0-2 Ryan Hayes Dingle (Christian Menardi, Luca Zandonella) 11:38; 0-3 Giorgio De Bettin (superiorità numerica) (Paul Albers, Stanisav Gron) 16:26; 0-4 Stanisav Gron (superiorità numerica) (Alexander Gellert, Paul Albers) 22:21; 1-4 Marc-Oliver Vallerand (Daniel Peruzzo) 31:49; 1-5 Peter Wunderer (superiorità numerica) (Alexander Gellert, Paul Albers) 36:46; 1-6 Luca Zandonella (inferiorità numerica) (Ryan Hayes Dingle, Giorgio De Bettin) 40:53; 2-6 Marc-Oliver Vallerand (superiorità numerica) (Dehart Anthony, Philipp Platter) 41:18; 2-7 Riccardo Lacedelli (Giorgio De Bettin, Stanisav Gron) 54:49.
Arbitri: Gregory Loreggia e Andrea Moschen; Giudici di linea: Patrick Gruber e Manuel Manfroi; Spettatori: 200.

Hc Gherdëina valgardena.it – Hockey Milano Rossoblù 4-2 (0-0, 2-2, 2-0) – Stadio Pranives – Selva di Val Gardena – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 Marko Luomala (Justin Joseph Bruce Maylan) 22:41; 1-1 David Vallorani (Edoardo Caletti) 24:32; 1-2 Alexander Petrov (David Vallorani, Nicola Fontanive) 35:07; 2-2 Jacob Leslie Newton (superiorità numerica) (Derek Thomas Eastman) 38:39; 3-2 Daniele Veggiato (superiorità numerica) (Fabrizio Senoner, Benjamin Bregenzer) 56:00; 4-2 Jacob Leslie Newton (porta vuota) (Ivan Demetz) 58:32.
Arbitri: Thomas Gasser e Luca Marri; Giudici di linea: Marco Bettarini e Federico Pace; Spettatori: 900

Hc Valpellice Bodino Engineering – HC Val Pusteria Lupi 2-6 (1-1, 0-4, 1-1) – Pala Tazzoli – Torino – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 David Vincent Brine (Andre Signoretti) 8:56; 1-1 Giulio Scandella (superiorità numerica) (Daniel Glira) 18:31; 1-2 Armin Hofer (Thomas Pichler) 26:31; 1-3 Armin Helfer (inferiorità numerica) (Giulio Scandella, Gerald Vale Kuhn) 27:22; 1-4 Giulio Scandella (Armin Helfer) 28:53; 1-5 Patrick Rizzo (superiorità numerica) (Viktor Schweitzer, Armand Berzins) 34:15; 1-6 Armand Berzins (Thomas Pichler, Patrick Rizzo) 50:47; 2-6 David Vincent Brine (Francesco De Biasio, Alex Silva) 58:02;
Arbitri: Fabio Lottaroli e Karl Pichler; Giudici di linea: Simone Lega e Alex Waldthaler; Spettatori: 1,225.

SHC Fassa – SSI Vipiteno Weihenstephan 0-3 (0-1, 0-1, 0-1) – Stadio G.Scola – Alba di Canazei – ore 20:30
MARCATORI: 0-1 Gunnar Braito (nessun assist) 1:11; 0-2 Ivan De Luca (nessun assist) 26:27; 0-3 R. Jordan Sayers Owens (Jason Walters) 40:29.
Arbitri: Massimo De Col e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni ed Omar Piniè; Spettatori: 258.

Classifica Master Round: Asiago 83 punti; Val Pusteria 80 punti; Rittner Buam 75 punti; Milano 65 punti; Valpellice 59 punti; Gherdeina 41 punti;
Classifica Playoff Round: Vipiteno 57 punti; Cortina 48 punti; Appiano 46 punti; Egna 41 punti; Fassa 32 punti; Caldaro 21 punti;

Tags: