Il Val Pusteria stende il Gherdëina (6-2) con un punteggio tennistico

HC Val Pusteria Lupi – HC Gherdëina valgardena.it 6-2 (1-1, 1-1, 4-0)

Serie A – Itas Cup – 34esima Giornata – Playoff Race – 22 gennaio 2015 – Seconda Fase – 12° Turno. Stadio del Ghiaccio di Brunico, Leitner Solar Arena, via Lungo Rienza, inizio ore 20:30.

Vince il Val Pusteria con un punteggio tennistico che premia i Lupi ma non rende giustizia alle Furie Rosse gardenesi che per due terzi di gara hanno tenuto testa alla più quotata formazione di casa.
Al face-off il Gherdëina si presenta con una formazione finalmente competitiva, in quanto coach Jarno Mensonen recupera tutti gli effettivi, ad esclusione di Vinatzer. Di contro anche Coach Mario Richer recupera gli assenti Max Oberrauch e Lukas Tauber e deve rinunciare al solo Thomas Erlacher.

I primi tre minuti di gioco sono di studio, poi all’improvviso, al 3:08, il Gherdeina passa in vantaggio. L’azione nasce da un passaggio difensivo sbagliato, il disco viene recuperato dal Finlandese Marko Luomala, che lo serve all’indietro a Jacob Newton il quale dalla posizione di terzino sinistro, entra nel terzo difensivo e lascia partire un grande slap. Il disco sorprende Jerry Kuhn, probabilmente coperto da una selva di giocatori, e si insacca a mezza altezza alle spalle del portiere medesimo.

Il Val Pusteria mostra di subire il colpo e ci mette un po’ a riorganizzarsi, tanto che le prime conclusioni dei padroni di casa, arrivano al 6:02 ed al 6:24, e sono due tiri di Scandella e di Schweitzer che trovano ben pronto Demetz.
Il pareggio arriva pochissimi secondi dopo l’inizio del primo power play. All’8:05 infatti Ivam Demetz entra nella gabbia dei puniti e subito dopo Daniel Glira, fa partire un gran tiro dalla blu, sulla cui traiettoria si inserisce Giulio Scandella (8:17) che devia con il bastone basso, alle spalle di Demetz. Il Val Pusteria, adesso, ci crede ed una bella conclusione di Patrick Bona finisce sulla pinza del portiere. Nella fase centrale del tempo esce fuori il Gherdëina. Al 9.41 grande parata di Kuhn su conclusine di Newton. Gli ospiti pressano molto, pattinano meglio e sfruttano al meglio certe disattenzioni difensive dei gialloneri. Altro bel tiro dalla blu di Newton al 12:10, poi ci prova il nuovo acquisto Luomala al 13:00 a saggiare i riflessi di Kuhn. La sfida prosegue con un buon ritmo ed al tiro di Bregenzer al 15:27 risponde al 15:39 Hofer la cui conclusione dalla distanza, nel traffico, è bloccata con la pinza da Demetz. Al 16:10 Veggiato tira dalla blu la sua conclusione è velenosa e non è trattenuta dal portiere, ma sul rebound arrivano prima i difensori di casa.

Nel secondo drittel parte fortissimo il Gherdëina al 00:40 grande azione di Luomola che fa sbandare tutta la difesa del Val Pusteria e costringe alla parata miracolosa Kuhn, risponde Scandella in controfuga ma il tiro si conclude sulla pinza di Demetz. Pare più determinato il Gherdëina mentre il Val Pusteria dà l’impressione di giocare con una certa sufficienza. Tiro dalla breve distanza di Goi al 3:26 e Kuhn blocca in due tempi, ancora al 3:51 tira Stampfer ma Kuhn si fa trovare pronto e blocca con la pinza.
Il Val Pusteria in questo inizio di tempo, non riesce ad uscir fuori dall’assedio delle furie rosse che mettono in mostra un ottimo forechecking mentre i Lupi fanno conto sulla bravura di Kuhn,
Dopo un inizio così sofferto, i Giallo neri iniziano a macinar gioco. Al 4:12 un bel duetto Devos – Scandella viene concluso dall’italo canadese con un tiro bloccato dalla pinza di Demetz.
Il Val Pusteria non sfrutta due Power Play inframezzati dalla conclusione dallo slot di Daniele Veggiato bloccata da Kuhn in due tempi.
Al 13:28 viene annullato un goal al Val Pusteria per la posizione di Schweitzer, trovato a stazionare dentro all’area piccola, la penalità così rilevata vanifica la grande conclusione di Helfer che dalla blu aveva trovato l’angolino della gabbia.
Ma il goal è ormai maturo ed arriva, appena pochi secondi dopo, al 13:42. A segnarlo è Danny Elliscasis che arriva in corsa su servizio di Berzins, e trova l’angolo basso, a sinistra, della gabbia di Demetz
Al 14:36 il Gherdëina può godere di una situazione di Power Play ma l’occasione più ghiotta capita sulla stecca di Scandella (16:20). L’attaccante della Nazionale, imbeccato da Devos, nello slot, cerca, senza successo, di mettere il puck tra i gambali di Demetz.
Al 17:07 grande azione di Berzins che trova un’autostrada davanti a se, in quanto la difesa ospite si apre al passaggio del giocatore Lettone, come fece il Mar Rosso davanti a Mosè, ma, nonostante ciò, l’attaccante, da buona posizione, manca la gabbia di circa mezzo metro.
E’ questo un buon periodo per il Val Pusteria che, a più riprese, cerca di arrotondare il vantaggio: prima Oberrauch cerca la deviazione dallo slot, successivamente Tuukka Mäkelä tenta, senza successo, la conclusione da distanza ravvicinata, al termine di una fantastica azione personale, quindi ancora Oberrauch, in Power Play, davanti a Demetz non riesce a trovare il bersaglio.
Un fallo ingenuo ed evitabile di Berzins vanifica la situazione di Power Play ed in 4 vs 4 il Gherdëina, dopo aver rischiato più volte la capitolazione, trova il goal che rimette tutto in discussione. L’azione nasce da un tiro dalla blu di Fabrizio Senoner sul quale Justin Joseph Bruce Maylan, dallo slot, trova la deviazione vincente. Il disco si insacca pertanto alle spalle di un seccatissimo Kuhn ed il pareggio è cosa fatta quando mancano 22 secondi dalla seconda sirena.

Nel terzo tempo si decide la gara. Parte fortissimo il Gherdëina con Luomela che impegna la difesa brunicense; quindi arriva una conclusione nel terzo offensivo di Eastman. Il Val Pusteria esce dall’assedio dovuto al forechecking ospite e Patrick Bona, in controfuga, impegna Demetz.
Poi al 1:59 arriva, meritato, il vantaggio dei Pusteresi: Devos serve al centro Scandella che, liberissimo, tira un polsino che chiude la sua corsa all’angolo destro, in basso della gabbia. Al 3:12 bella conclusione di Hofer dalla blu sulla quale si immola Eastmann in fase difensiva. Grande bordata dalla blu di Tuukka Mäkelä respinta dai gambali di Demetz al 3:58. Il Gherdëina è un po’ in difficoltà ed arriva a salvarla dalla capitolazione, una penalità ai danni di Devos; penalità, peraltro, contestatissima dall’attaccante Canadese.
Il power play gardenese ha però le polveri bagnate e si esaurisce senza nessuna conclusione da segnalare. Al 9:02 il 25 Top Scorer del Quebec si regala il goal della sicurezza, sfogando la rabbia per la precedente penalità con un tiro dalla balaustra che si impenna e si insacca all’angolino destro della gabbia di Demetz il quale, probabilmente coperto, non vede arrivare il puck.
Il goal fiacca definitivamente la formazione Ladina e tutta la sua reazione si riduce alla controfuga di Veggiato (09:52) che conclude sui gambali di Kuhn.
La partita oramai non esiste più, il Gherdëina dopo quasi 50 minuti giocati benissimo, si è sciolto come neve marzolina al sole ed arriva al 10:48 anche la quinta segnatura. L’azione nasce da Pat Rizzo che, da dietro la gabbia, serve a rientrare Patrick Bona il quale, arriva in corsa e segna da distanza ravvicinata ponendo il disco all’angolo destro di Demetz. Al minuto 13:00 il punteggio assume anche una dimensione tennistica: Armand Berzins tira dalla blu ed il disco viene respinto, rimane tra i gambali di Demetz che non riesce a bloccarlo. Il puck resta quindi giocabile, i due difensori non intervengono dando al Lettene il tempo di poter effettuare un rovescino e deporre, facile facile il disco nella gabbia. Dopo questa segnatura, sebbene manchino ancora sette minuti alla sirena finale, non avviene più nulla di rilevante.

Il Gherdëina che era parso per gran parte della gara guarito dai suoi mali, torna ad essere quella formazione impacciata che ha inanellato una serie impressionante di sconfitte consecutive mentre il Val Pusteria pone tutti i suoi pensieri nelle Final Four di coppa Italia in programma questo weekend a Milano.

MARCATORI: 0-1 Jacob Leslie Newton (Marko Luomala, Justin Joseph Bruce Maylan) 3:08; 1-1 Giulio Scandella (superiorità numerica) (Daniel Glira, Philip-Michael Devos) 8:17; 2-1 Danny Elliscasis (Armand Berzins, Gerald Vale Kuhn) 33:42; 2-2 Justin Joseph Bruce Maylan (Fabrizio Senoner, Marko Luomala) 39:38; 3-2 Giulio Scandella (Philip-Michael Devos, Max Oberrauch) 41:59; 4-2 Philip-Michael Devos (Armin Hofer, Daniel Glira) 49:02; 5-2 Patrick Bona (Patrick Rizzo, Armand Berzins) 50:48; 6-2 Armand Berzins (Max Oberrauch, Armin Helfer) 53:00.

Superiorità Numeriche: HC Val Pusteria Lupi 1 – 4 / HC Gherdëina valgardena.it 0 – 5.
Tiri: HC Val Pusteria Lupi 51 (11, 17, 23) HC Gherdëina valgardena.it 30 (11,9, 10).

Arbitro: Andrea Moschen, Arbitro 2: Claudio Pianezze, Primo Giudice di linea: Fabrizio Detoni, Secondo Giudice di linea: Omar Piniè. Marcatore ufficiale: Alois Cimadom. Spettatori: 700.

Nella foto sottostante la gioia di Danny Elliscasis dopo la segnatura del goal del provvisorio 2-1.

elliscasis1