Il fine settimana del Pieve di Cadore

(dal sito del Pieve di Cadore) – UNDER 18 – Sabato 17 la nostra squadra maggiore affronta la trasferta più breve raggiungendo Brunico per affrontare il Valpusteria.
A metà del primo periodo i lupi vanno in vantaggio. Quando mancano pochi secondi al termine uno “scambio di opinioni” tra un lupo ed un orso fa finire entrambi sul pancone.
Dopo tre minuti dall’inizio del secondo parziale paghiamo cara una penalità, subendo in penalty-killing. Bastano altri venti secondi ai lupi pusteresi per arrotondare il bottino. Noi non siamo bravi a sfruttare un power-play ed il secondo si chiude sul 3 a 0.
Nel terzo i padroni di casa ne mettono a segno un altro e, dal minuto 53, commettono dei falli che ci consentono di giocare, per quasi due minuti, in doppia superiorità, ma forse capendo che è tardi per cercare di rimediare non siamo capaci di concretizzare l’occasione che ci avrebbe consentito di salvare, almeno, la bandiera giallo-blu: Finisce 5 a 0.

Negli altri campi il Merano batte il Fassa ed il Milano perde contro la capolista. Il distacco tra la coppia al posto sette (Fassa e Milano) e noi (alla posizione nove) rimane di sei punti. La matematica, ancora, non ci condanna all’esclusione anche se, intanto, un’altra giornata si è giocata. Sabato 24 ospiteremo proprio il Fassa.
VALPUSTERIA – PIEVE 5-0 (1-0, 1-0, 2-0)


UNDER 16 – Domenica 18 gli “orsi di mezzo” vengono buttati giù dal letto all’alba per la trasferta a Pinzolo, dove è previsto l’incontro ad ora di pranzo. La guida della squadra, da oggi, è affidata a coach Luciano.
Nel primo drittel capitan Mirco Talamini dà l’esempio alla truppa e, per due volte, va a segno. Lo segue “il mago” (Nicolò Bravin) che fissa il punteggio alla prima sirena sul 3 a 0 per noi. Risultato, comunque, bugiardo: solo il determinante contributo del nostro goalie Gabriel del Favero ci ha consentito di tenere il numero 0 sotto il nostro nome sul tabellone. La difesa fa acqua in varie occasioni.
Nel secondo ancora il reparto difensivo dimostra di non essere giornata e nulla può goalie “Peppe” (Olivotti) in tre occasioni. Ci mantiene a galla Mattia Panciera che, segnando la sua seconda rete stagionale, non consente ai trentini di tenere il pareggio quando scadono i primi due terzi di partita.
Nel terzo drittel “il mago” si trasforma in un giocoliere del “cirque de soleil” dando spettacolo per il pubblico (non) pagante: esce dalla zona di difesa “palleggiando” più volte il disco sulla stecca; si schianta sulle balaustre; si rialza, si mette davanti porta, riceve il puck, tira di prima intenzione una “fucilata” e segna e poi ancora ed ancora: insomma quattro gol personali di “the wizard” e partita in ghiaccio.

PINE’ – PIEVE 4-7 (0-3, 3-1, 1-3)

Domenica 25 recupero e disputa dell’ultima partita della regolar season contro il fanalino di coda del Fiemme. Poi via al torneo di consolazione per gli esclusi dalle finali nazionali.


UNDER 14 – Sabato 17 arriva in Cadore la “lanterna rossa” del campionato under 14: il Trento, simpatica squadra “mista”, dato che è guidata da un coach donna ed ha, nelle sue fila, tre “lady”. Assente forzato “capitan Jack” (Longo), a cui tutti fanno gli auguri di una pronta guarigione. I gradi di “capo della truppa” vanno sul petto di “Ciccio” (Giorgio Panciera).
Manca anche la coppia dei gemelli de Martin (portiere e terzino), febbricitanti. Debutta così il goalie Giovanni de Bona (“Juan el loco”) e fa la sua prima apparizione nella categoria superiore anche Alex Pais Marden.
Al minuto 4 “Ciccio” serve Matteo Vecellio che non perdona. Quaranta secondi dopo il favore viene restituito: 2 a 0. Al minuto 8 tripudio su spalti ed in campo per la prima marcatura della stagione di Daniel del Favero. Poi è l’altro Daniel (Larese) a fare il quarto.
Nel secondo e terzo drittel è “Cama” (Andrea Camarotto) a realizzare la cinquina personale (due reti nel secondo e tre nel terzo) costringendo papà Tonino ad aprire il portafoglio per pagare alcune consumazioni. A segno anche “Samu” (Zampieri), che ha appena rimosso il gesso dal braccio, ed il “Bed” (Giorgio de Bona), che tira una fucilata sotto la traversa. Chiude il conto ancora Daniel Larese per il 12 a 0 finale. Solita festa dei ragazzi del Trento che si tuffano verso il proprio pubblico ribadendo che l’importante non è vincere. A loro ancora tutta la nostra simpatia.
PIEVE – TRENTO 12-0 (4-0, 3-0, 5-0) – sabato 17

Solo un giorno di pausa e lunedì trasferta a Canazei per incontrare il Fassa nel recupero della gara rinviata per l’epidemia che aveva colpito i nostri portieri qualche settimana fa. Poi, sabato, trasferta a Cavalese. Due incontri certamente più impegnativi di quello di oggi. Ad entrambe la gare mancherà ancora “Jack” e, certamente nel primo dei due, ancora il goalie Mattia che sarà sostituito da “Juan el loco”. Il buon comportamento del portiere 2003 unito ai segnali, che proseguono, del risveglio dei 2002 (7 gol e 5 assists oggi), ci fanno pensare si possa fare bene.

Lunedì 19 gli “orsi minori” sono attesi da una sfida impegnativa dovendo affrontare il Fassa, squadra che ci segue in classifica, ma con un maggior numero di gare da disputare rispetto a noi. E’ il recupero della gara originariamente prevista per il 23 dicembre, della quale avevamo chiesto il rinvio causa epidemia influenzale che aveva colpito entrambi i nostri portieri. L’infermeria non si è però, nel frattempo, svuotata: Giacomo Longo ha un edema all’occhio; il goalie Mattia de Martin è ancora febbricitante; il gemello Raul è appena sfebbrato e, per la “legge di Murphy”, alla mattina sembra indisponibile anche l’altro terzino Giorgio de Bona. Al momento del raduno, però, quest’ultimo si presenta e parte con la squadra verso Canazei.
Si entra in campo e sembra che anche a loro manchi il portiere titolare. Speriamo che questa assenza dia equilibrio alla sfida.
Così è nel primo tempo: 0 a 0 con una partita è molto tattica. Entrambe le squadre badano a non scoprirsi troppo ed i due portieri in campo parano con sicurezza le conclusioni dirette verso di loro.
Nel secondo, come da regolamento, cambiano i portieri e “Ciccio” (Panciera) riesce a superare quello del Fassa per due volte in pochi secondi. La partita sembra mettersi in discesa, ma così non è perché anche loro riescono a farne due in pochi secondi. Appena subìto il gol la frustrazione fa commettere a Matteo Vecellio un fallo e, difendendoci in quattro, dopo poco anche Raul de Martin sgambetta un avversario: rimaniamo in tre. Mentre il primo dei puniti sta uscendo dal pancone il Fassa segna e si porta a + 1. Si cerca di contrattaccare e, necessariamente, ci si scopre. Il Fassa ne approfitta e si porta sul 4 a 2. Anche noi abbiamo la ghiotta occasione di una doppia superiorità, ma non sappiamo sfruttarla. Nell’ultimo assalto del tempo il piccolo Samuele (Zampieri) parte dalla difesa e, dopo aver fatto uno slalom stile Alberto Tomba utilizzando gli avversari come paletti, serve un invitante assist al “rosso” (Fabio Mazzier) che, a tre secondi dalla sirena (!) riesce a superare il portiere trentino. Si rientra in spogliatoio per il secondo thè sul 4 a 3 per i padroni di casa.
Nel terzo periodo si vedono vari capovolgimenti di fronte e, in uno di questi, un attaccante trentino trova una bellissima conclusione nel sette, sulla quale Ale nulla può. Ci si ributta in avanti ed è ancora “capitan Ciccio” ad accorciare. Si continua a cercare il pari, stando attenti a non scoprirsi e, quando sembra tutto perduto, è ancora “Ciccio”, con una splendida fuga, partendo dal proprio terzo, a concludere, trovando il varco giusto per far finire il puck alle spalle del goalie avversario. Mancano diciassette (!!) secondi alla fine delle ostilità. Per la prima volta una partita del girone Veneto-Trentino under 14 finisce sul pari (5-5) e gli arbitri decidono che non si debba andare all’over-time (decisione strana dato che sia nel girone lombardo-piemontese – due volte – che in quello alto-atesino – cinque volte – gli incontri, della stessa categoria, terminati sul pari al 60’ sono poi proseguiti sino a decretare un vincitore … ma tant’è …). Considerate le importanti assenze e come si era messa la partita lo consideriamo un punto guadagnato attendendo, a fine mese, il Fassa alla Cadore Ice Arena per l’incontro di ritorno.
Un plauso a Giorgio de Bona, molto determinato per tutto il match, ed ai 2002 che continuano a “tenere botta”, migliorandosi partita dopo partita.

FASSA – PIEVE 5-5 (0-0 4-3 1-2) – lunedì 19

Sabato i nostri andranno a Cavalese per affrontare il Fiemme: un altro incontro molto importante, una sfida che gli orsetti non devono perdere se non vogliono complicare il discorso “qualificazione diretta” alle finali nazionali.


UNDER 12 – Domenica 18 sfida “di cartello” alla Cadore Ice Arena tra orsetti e scoiattoli. In panca Peter dato l’avvicendamento dei coach nella guida degli under 16 ed under 12.
Non potendo divulgare il risultato vi diamo … il conteggio delle penalità … (4 a 4).
Il 25 gennaio gli under 12 saranno ad Alleghe.
PIEVE – CORTINA


UNDER 10 – “MINITORNEO” A PONTEBBA – Under 10 impegnati domenica 18 in “terra friulana” per incrociare le stecche con i padroni di casa, l’Alleghe ed il Padova nei tre incontri del “minitorneo” ad un terzo di campo.


UNDER 8 – Domenica libera per i “poppanti” che, il 25 gennaio, faranno lo stesso viaggio dei fratellini maggiori, per disputare il “maglie miste” in Alta Carnia.