I risultati del decimo turno della seconda fase

Serie A – Itas Cup – 32esima Giornata – Playoff Race – 15 gennaio 2015 – 10° Turno – Seconda Fase.
Si è disputato stasera il decimo turno della Seconda Fase, il penultimo per quanto riguarda l’incrocio tra le squadre del Master e quelle del Playoff Round. I risultati messi in mostra da questo primo turno post natalizio, sono stati in linea con le previsioni della vigilia.
Vincono, infatti, tutte le formazioni del Master Round ad eccezione del Gherdeina che si fa superare a domicilio dal fanalino di coda Caldaro. Pur vincendo, come previsto, soffre moltissimo il Val Pusteria che, solo dopo una lunghissima serie di tiri di rigore riesce ad avere la meglio del Vipiteno.

L’Asiago, capolista del Master Round, riesce, sul finale, ad emergere nel derby veneto, agguantando la vittoria nei tempi regolamentari dopo aver inseguito gli Scoiattoli per oltre tre quarti gara. Il Cortina, pur menomato dalle assenze di Baldo, Moser, Adami, De Bettin, Menardi, che si aggiungono a quella del portiere Anthony Borelli, ha disputato una gara di gran carattere ed ha chiuso il primo drittel, addirittura, sul doppio vantaggio. L’Asiago ha sofferto molto per riprendere in mano l’incontro e solo nell’ultimo minuto ha avuto la meglio della formazione di Oly Hicks.

Il match clou della trentaduesima giornata era in programma al Lungo Rienza ed il derby altoatesino non ha affatto tradito le attese della vigilia. Dopo un primo tempo di studio, il Val Pusteria era passato a condurre con il solito guizzante Patrick Rizzo di questa fase della stagione. Passati in vantaggio, i Lupi della Pusteria facevano le cose migliori ma sprecavano un paio di facili conclusioni [clamorosa quella capitata sulla stecca di Berzins] e si scontravano con la serata di grazia di Puurula, estremo difensore dei Broncos. Il Vipiteno ringraziava sentitamente ed alla prima occasione restituiva la pariglia, recuperando lo svantaggio. Il match si infiammava e sul ghiaccio le due formazioni gettavano il cuore oltre l’ostacolo. Chiusi i sessanta minuti regolamentari sul risultato di parità (1-1) si andava all’overtime, ma il risultato non si sbloccava neppure nei successivi cinque minuti. Per stabilire il vincitore si doveva ricorrere ai tiri di rigore ma l’equilibrio persisteva anche dopo la prima serie di cinque penalties e si doveva arrivare al quattordicesimo “Shootout”, per stabilire la vincente di questo combattutissimo derby sudtirolese. Il goal decisivo era francamente bello e giungeva con la trasformazione di Devos il quale deponeva il disco sotto la traversa della gabbia difesa da Paavali Puurula.

Il Milano, approfittando anche delle assenze di Sullmann e del portiere Tragust, sostituito per due drittel dal giovanissimo Moritz Steiner (classe 1997) e per un tempo dall’altrettanto giovane Tizian Giovanelli (classe 1996), ha stravinto il match casalingo che lo opponeva all’Egna. Gli altoatesini sono stati in partita per quasi metà gara e si sono fatti valere soprattutto all’inizio allorquando sono passati addirittura sul doppio vantaggio. L’Egna, in definitiva, ha ben impressionato per tutto il corso del primo tempo, chiuso sul risultato di 3-3. Tra i meneghini si è ben messo in mostra il fromboliere Tyler Gron autore di ben quattro segnature.

Il Renon ha stravinto il match casalingo contro l’Appiano, penalizzato, non poco dalle contemporanee assenze dello squalificato Vallerand e di Lacroix. La gara, francamente, non ha avuto storia e già dopo il primo drittel (chiuso sul punteggio di 4-0 a favore dei Campioni d’Italia) i Rittner Buam avevano messo i tre punti in ghiaccio.

Anche la vittoria del Valpellice è stata rotonda ed il Fassa, pur combattendo generosamente, non ha mai dato l’impressione di poter competere con la formazione di casa.

L’unica formazione, tra quelle del Master Round che è uscita sconfitta da questo turno di campionato è stata il Gherdeina. La formazione ladina, infatti, è caduta ancora, per la decima volta consecutiva in questa seconda fase, e lo ha fatto in modo fragoroso. La sconfitta è maggiormente dolorosa per i Valgardenesi in quanto è maturata sul ghiaccio di casa ed è giunta ad opera del Caldaro, formazione ultima nel girone di Playoff Round. Eppure le cose si erano messe bene per le Furie Rosse che, dopo uno svarione in apertura di gara, avevano rimontato il risultato e chiuso il primo drittel in vantaggio per 2-1. Poi, piano piano, le forze sono venute meno ed i Lucci, in rimonta hanno, meritatamente, fatto loro il risultato.

Questi, i tabellini delle gare disputate in questa trentaduesima giornata, la decima del secondo turno.

HC Val Pusteria Lupi – SSI Vipiteno Weihenstephan 2-1 D.T.R. (0-0, 1-0, 0-1, 0-0)
Leitner Solar Arena di Brunico – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 Patrick Rizzo (Philip-Michael Devos, Armin Hofer) 25:02; 1-1 Jason Walters (superiorità numerica) (Matti Jonas Naatanen, R. Jordan Sayers Owens) 44:46; Shootout la serie dei 5 tiri di rigore si chiude sulla parità con le reti di: Patrick Rizzo (Val Pusteria) e Jordan Sayers Owens (Vipiteno). Si va ad oltranza e la trasformazione decisiva è di Philip-Michael Devos.
Arbitri: Karl Pichler, Andrea Moschen; Patrick Gruber, Claus Unterweger.

Asiago Hockey 1935 – Hafro Sg Cortina 3-2 (0-2, 1-0, 0-2)
Stadio Odegar di Asiago – ore 20:30
MARCATORI: 0-1 Riccardo Lacedelli (Stanisav Gron, Alexander Gellert) 10:57; 0-2 Paul Albers (superiorità numerica) (Stanisav Gron, Alexander Gellert) 18:05; 1-2 Layne Ulmer (Sean David Bentivoglio, Jose Magnabosco) 36:04; 2-2 David Aaron Borrelli (inferiorità numerica) (Kevin Devergilio) 57:18; 3-2 Daniel Anthony Sullivan (Sean David Bentivoglio, David Aaron Borrelli) 59:16;
Arbitri: Luca Cassol, Claudio Pianezze; Cristiano Biacoli, Luca Zatta.

Rittner Buam – HC Appiano Roi Team Consultant 7-0 (4-0, 1-0, 2-0)
Ritten Arena di Collalbo – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 Dan Tudin (superiorità numerica) (Mirko Quinz, Luca Felicetti) 3:50; 2-0 Mirko Quinz (Markus Spinell, Andrea Ambrosi) 4:21; 3-0 Lorenz Daccordo (Christian Borgatello, Emanuel Scelfo) 6:20; 4-0 Andrea Ambrosi (Luca Ansoldi, Alexander Eisath) 12:39; 5-0 Luca Ansoldi (Eric Johansson, Julian Kostner) 30:08; 6-0 Mirko Quinz (Markus Spinell, Alexander Eisath) 48:20; 7-0 Simon Kostner (Ruben Rampazzo, Luca Felicetti) 52:08;
Arbitri: Alex Lazzeri, Glauco Colcuc; Christian Cristeli, Marco Mori.

Hockey Milano Rossoblu – HC Egna Riwega 7-4 (3-3, 3-1, 1-0)
Stadio Agorà di Milano – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 Manuel Bertignoll (Flavio Faggioni) 7:06; 0-2 Vojetech Kubincak (nessun assist) 8:18; 1-2 Nicola Fontanive (Edoardo Caletti) 12:38; 1-3 Flavio Faggioni (Angel Krestev) 13:36; 2-3 Tyler Gron (Tommaso Migliore) 15:24; 3-3 Tyler Gron (Alexander Petrov, Tommaso Migliore) 17:56; 4-3 Lorenzo Piccinelli (Tommaso Terzago) 26:22; 4-4 Vojetech Kubincak (Christian Willeit) 28:04; 5-4 Tyler Gron (nessun assist) 30:26; 6-4 David Vallorani (superiorità numerica) (Tyler Gron) 34:04; 7-4 Tyler Gron (Matthew Campanale, Edoardo Caletti) 44:39;
Arbitri: Andrea Benvegnù, Thomas Gasser; Vinicio Volcan, Stefano Terragni.

HC Valpellice Bodino Engineering – SHC Fassa 4-1 (2-0, 1-1, 1-0)

Valmora Arena Cotta Morandini -di Torre Pellice – ore 20:30
MARCATORI: 1-0 Alex Silva (Federico Cordin, Nate Di Casmirro) 9:26; 2-0 Scott Nicolas Campbell (inferiorità numerica) (nessun assist) 19:03; 3-0 Nate Di Casmirro (superiorità numerica) (Matt Pope, Trevor George Johnson) 29:21; 3-1 Mattia Bernard (Carlo Lorenzi, Enrico Chelodi) 37:25; 4-1 Vesa Matti Kulmala (superiorità numerica) (Andre Signoretti, Paolo Nicolao) 43:26;
Arbitri: Nadir Ceschini, Fabio Lottaroli; Matthias Cristeli, Simone Lega.

HC Gherdeina valgardena.it – SV Caldaro Rothoblass 2-3 (2-1, 0-1, 0-1)
Stadio Pranives di Selva di Val Gardena – ore 20:30
MARCATORI: 0-1 Marian Zelger (Manuel Gamper) 1:36; 1-1 Justin Joseph Bruce Maylan (inferiorità numerica) (Jacob Leslie Newton, Davide Holzknecht) 12:41; 2-1 Ivan Demetz (superiorità numerica) (Jacob Leslie Newton, Justin Joseph Bruce Maylan) 15:19; 2-2 Raphael Andergassen (Alberto Meneghini, Denny Deanesi) 21:23; 2-3 Douglas Janik (superiorità numerica) (Alexander Andergassen) 55:43;
Arbitri: Michele Gastaldelli, Gregory Loreggia; Helga Tschorner, Ulrich Pardatscher.

Classifica Master Round:
Asiago 74 punti; Val Pusteria 71 punti; Rittner Buam 66 punti; Milano 61 punti; Valpellice 59 punti; Gherdeina 36 punti.

Classifica Playoff Round:
Vipiteno 50 punti; Cortina 39 punti; Appiano 37 punti; Egna 35 punti; Fassa 29 punti; Caldaro 19 punti.

Tags: