I risultati della nona giornata della Seconda Fase

Si è giocata stasera la trentunesima giornata del campionato nazionale italiano, Elite A- Itas Cup. L’ultima di questo frenetico periodo natalizio.
Anche stasera, come già accaduto nelle ultime serate di questo difficilissimo periodo, la stanchezza e lo stress dei frequenti impegni agonistici hanno chiesto “la loro vittima”.
Se le larghe vittorie di Asiago e Val Pusteria e la sconfitta all’overtime dei Rittner Buam sul difficile ghiaccio di Vipiteno, non provocano particolare stupore, fa, indubbiamente, sensazione il risultato maturato alla Raffeisen Arena di Caldaro dove il Valpellice, dopo un avvio abbastanza equilibrato, ha, poi, ceduto di schianto di fronte al fanalino di coda, evidenziando un crollo netto, probabilmente, legato alla stanchezza (anche mentale) che i giocatori Piemontesi (costretti, per di più, a lunghe e faticose trasferte) hanno accumulato in queste ultime gare.
In questa giornata, la numero nove della seconda fase, dobbiamo anche evidenziare quella che, in pratica, potremmo definire come le rivincite delle Cenerentole, con le vittorie delle ultime due formazioni in classifica del Playoff Round. Della larga e sorprendente affermazione del Caldaro ne abbiamo già parlato mentre vogliamo spendere due parole sulla (bella) vittoria del Fassa nel Derby ladino che l’ha vista opposto al Gherdeina. La partita è finita sul 3-1 per i padroni di casa ma, a dispetto del doppio vantaggio, si è decisa sul filo di lana, per un episodio avvenuto a meno di 5 secondi dalla sirena. A quel punto eravamo infatti sul punteggio di 2-1 a favore del Fassa; gli ospiti una manciata di secondi prima, avevano tolto il loro portiere per cercare il pareggio, approfittando dell’uomo in più di movimento. La pressione delle Furie Rosse, invero, aveva prodotto un clamoroso incrocio dei pali con Jacob Newton. “Goal sbagliato uguale a goal subito” dice una legge non scritta (ma sempre reale) dello sport, e così è accaduto, anche in questa occasione, poiché, sul capovolgimento di fronte, il fassano Manuel Da Tos, approfittando della porta vuota, ha siglato il 3-1 mentre il cronometro segnava il minuto 19:55 della terza frazione di gioco.

Tutti i match sono stati interessanti e ricchi di spunti tecnico-agonistici ma quello più vibrante tra i sei in programma questa sera, è stato, indubbiamente, quello andato in scena all’Olimpico di Cortina. La gara, conclusosi con la vittoria, all’Overtime, degli Scoiattoli, ha infatti avuto un finale veramente a sorpresa. Il risultato pareva chiuso per gli ampezzani che, a quattro secondi dalla sirena, giocavano con l’uomo in meno ed erano sotto di una segnatura. Ma in quel periodo nel quale il risultato arrideva ai meneghini, i rossoblu avevano, in pratica fatto degli errori che, in seguito, avrebbero pagato a carissimo prezzo creando le premesse per la loro prossima sconfitta. Il Cortina, per pareggiare il conto degli uomini di movimento sul ghiaccio, come gesto estremo, a settanta secondi dalla sirena aveva richiamato il portiere in panchina. In questo frattempo saltano agli occhi, i due pali, quasi consecutivi che ha colpito l’ex asiaghese Nicola Fontanive il quale per due volte, a gabbia vuota, ha graziato (del tutto involontariamente) i padroni di casa. Questi, galvanizzati dai due episodi indubbiamente fortunati, hanno proseguito il loro forechecking costringendo, il Milano a commettere due falli, meritevoli di altrettante penalità. Gli ultimissimi secondi si sono quindi giocati in 5 (senza portiere) contro 3 (più il portiere) e questa “strana” doppia superiorità ha permesso agli Scoiattoli di trovare il goal del pareggio con un siluro dell’ex milanese Alexander Gellert che ha fermato il cronometro a due soli secondi dalla sirena. Dopo sei secondi dall’inizio del tempo supplementare, il Cortina, avendo scontato la penalità, è tornato al completo di tutto il suo organico mentre il Milano aveva sempre uno dei due giocatori sul “bancone dei puniti”. Il power play degli ampezzani quest’anno funziona davvero ed anche stasera ne abbiamo avuto la riprova allorquando al 61:44 Stanislav Gron (sempre lui !!!!) con un tiro a cucchiaio a scavalcare Caffi, ha trovato il goal della vittoria.
Per completezza, vediamo, in dettaglio, i tabellini di questa trentunesima giornata del campionato:
HC Appiano Roi Team – HC Val Pusteria Lupi 3-6 (2-0, 0-4, 1-2)
Stadio del Ghiaccio di Appiano – ore 19:30. Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Cristiano Biacoli, Luca Zatta.
MARCATORI: 1-0 Marc-Oliver Vallerand (Tobias Ebner) 4:32; 2-0 Marc-Oliver Vallerand (nessun assist) 14:02; 2-1 Giulio Scandella (superiorità numerica 2) (Philip-Michael Devos, Armin Helfer) 25:24; 2-2 Lukas Tauber (superiorità numerica) (Giulio Scandella, Philip-Michael Devos) 25:58; 2-3 Armin Hofer (Giulio Scandella, Philip-Michael Devos) 21:05; 2-4 Armin Helfer (superiorità numerica) (Armand Berzins, Patrick Bona) 35:09; 3-4 Marc-Oliver Vallerand (Jan Waldner, Fabian Ebner) 45:46; 3-5 Patrick Rizzo (Philip-Michael Devos, Giulio Scandella) 48:04; 3-6 Patrick Rizzo (Armand Berzins, Viktor Schweitzer) 57:52.

HC Egna Riwega – Asiago Hockey 1935 1-6 (0-2, 0-2, 1-2)
Würth Arena – Egna – ore 19:30. Arbitri: Attilio De Col e Gregory Loreggia; Giudici di linea: Christian Gamper e Federico Pace.
MARCATORI: 0-1 Jose Magnabosco (Sean David Bentivoglio, Layne Ulmer) 1:22; 0-2 Kevin Devergilio (David Aaron Borrelli, Matteo Tessari) 16:34; 0-3 Federico Benetti (Taylor Edward Carnevale, Diego Iori) 25:14; 0-4 Daniel Anthony Sullivan (Nicola Tessari, Diego Iori) 37:15; 0-5 Diego Iori (Federico Benetti, Taylor Edward Carnevale) 45:42; 0-6 Kevin Devergilio (Matteo Tessari, Daniel Anthony Sullivan) 46:38; 1-6 Angel Krestev (superiorità numerica) (nessun assist) 52:47.

SV Caldaro Rothoblaas – HC Valpellice Bodino Engineering 6-2 (2-1, 2-1, 2-0)
Raiffeisen Arena di Caldaro – ore 19:30. Arbitri: Michele Gastaldelli e Karl Pichler; Giudici di linea: Alexander Waldthaler, Alexander Wiest.
MARCATORI: 1-0 Alexander Berry (superiorità numerica) (Raphael Andergassen, Douglas Janik) 6:50; 1-1 Scott Nicolas Campbell (superiorità numerica) (Trevor George Johnson, Andre Signoretti) 13:52; 2-1 Douglas Janik (Thomas Pichler) 14:52; 2-2 Vesa Matti Kulmala (Pietro Canale) 27:53; 3-2 Raphael Andergassen (Alex Frei) 29:21; 4-2 Alexander Berry (Kevin Montgomery, Thomas Pichler) 39:49; 5-2 Raphael Andergassen (Alex Frei, Luca Franza) 40:22; 6-2 Alex Frei (superiorità numerica) (Douglas Janik, Raphael Andergassen) 48:12;

SSI Vipiteno Weihenstephan – Rittner Buam 2-1 OT (0-0, 0-0, 1-1, 1-0)
Weihenstephan Arena di Vipiteno – ore 19:30. Arbitri: Fabio Lottaroli e Luca Marri; Giudici di linea: Christian Cristeli, Marco Mori.
MARCATORI: 1-0 Jason Walters (superiorità numerica) (Matti Jonas Naatanen, Hannes Stofner) 40:24; 1-1 Thomas Spinell (Andreas Alber) 40:50; 2-1 Hannes Stofner (Simon Baur, Patrick Mair) 3:45

Hafro SG Cortina – Hockey Milano Rossoblu 3-2 OT (0-0, 0-1, 2-1, 1-0)
. Stadio Olimpico – Cortina – ore 20:30; Arbitri: Alex Lazzeri e Andrea Moschen; Giudici di linea: Matthias Cristeli, Federico Stefenelli.
MARCATORI: 0-1 Tyler Gron (Nicola Fontanive, Andreas Lutz) 38:12; 1-1 Peter Wunderer (superiorità numerica) (Alexander Gellert, Stanisav Gron) 50:35; 1-2 Andreas Lutz (David Vallorani) 53:33; 2-2 Alexander Gellert (superiorità numerica) (Stanisav Gron, Paul Albers) 59:57. 3-2 Stanisav Gron (superiorità numerica) (Alexander Gellert, Paul Albers) 61:44

SHC Fassa – HC Gherdeina valgardena.it 3-1 (1-0, 1-1,1-0)
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 20:30; Arbitri: Andrea Benvegnù e Leandro Soraperra; Giudici di linea: Maurizio Lorengo, Manuel Manfroi.
MARCATORI: 1-0 Martin Castlunger (Manuel Da Tos, Carlo Lorenzi) 9:03; 1-1- Jacob Leslie Newton (superiorità numerica) (nessun assist) 32:57; 2-1 Enrico Chelodi (Mattia Bernard) 35:32; 3-1 Manuel Da Tos (porta vuota) (Carlo Lorenzi) 59:55

Classifica Master Round: Asiago 71; Val Pusteria 69; Rittner Buam 63; Milano 58; Valpellice 56; Gherdeina 36.
Classifica Playoff Round: Vipiteno 49; Cortina39; Appiano 37; Egna 35; Fassa 29; Caldaro 16.

Tags: