Mondiali U20: Torna sul Trono Mondiale il Canada

Dopo un lunghissimo digiuno datato 2009 ed una incredibile serie di disfatte dal sapore amarissimo, arriva non senza soffrire, il Sedicesimo Titolo Mondiale Under 20 per il Canada superando in una finalissima thrilling la mai doma Russia per 5-4; terzo posto invece per la rivelazione del torneo, la Slovacchia trascinata dallo sconosciuto Denis Godla, MVP della rassegna.

2015 IIHF World Junior Championship
Quarti di Finale (2 Gennaio)
1. Stati Uniti – Russia 2-3 (Montréal, 8694 spettatori)
2. Svezia – Finlandia 6-3 (Toronto, 14400 spettatori)
3. Repubblica Ceca – Slovacchia 0-3 (Montréal, 7696 spettatori)
4. Canada – Danimarca (Toronto, 18448 spettatori)

Terminato il Preliminary Round con Svezia e Canada a farla da padrone e Russia e Finlandia un gradino sotto le attese previste, i Quarti proponevano sfide interessantissime a iniziare dal Derby Scandinavo che solo un annetto prima valeva il titolo mondiale (Finlandia vincitrice 3-2ot in Svezia) con la classicissima vendetta consumata dalla Svezia ad estromettere dalla lotta per le medaglie l’apatica formazione di Jortikka per 6-3 (doppio Wallmark) con i ragazzi di Gronborg a segno per ben 3 volte in PP. Proprio lo special team ha tradito la nazionale degli Stati Uniti che, nell’altro attesissimo quarto viene eliminata dalla Russia per 3-2 (Shestyorkin 39sv!) ed è costretta, come nell’edizione scorsa, a prepararesi le valigie ai quarti sempre contro la baby-sbornaja.

Nel derby ex-cecoslovacco è battaglia vera con la selezione della Slovacchia a superare i fratellini della Cechia per 3-0 al termine di un match spettacolare giocato a viso aperto col portiere Godla grandissimo protagonista con 34 parate (almeno un paio da annali) e shutouts portato a casa che apre ai ragazzini di Bokros le porte delle semifinali; come da pronostico invece il Canada asfalta la Danimarca per 8-0 (2+1 Lazar) volando in semifinale.

Semifinali (4/1, Air Canada Centre di Toronto)
Svezia – Russia 1-4 (15400 spettatori)
Canada – Slovacchia 5-1 (18002 spettatori)

Russia in finale un po’ a sorpresa con la Svezia svegliasi troppo tardi in Semifinale e, complice la buonissima prestazione di Shestyorkin (26sv) unita alle seconde linee russe (doppio Sharov e Mamin 1+1) marcherà visita per la finalissima mondiale dopo tre presenze consecutive alle scorse edizioni (oro e doppio argento) con i ragazzi di Bragin bravi e lesti piazzare l’ennesimo colpo a sensazione dopo aver estromesso gli Stati Uniti.
Solo sul finire del terzo centrale il Canada prende le distanze dalla scorbutica Slovacchia (superata 8-0 in overture della rassegna) che trova in Denis Godla l’uomo della provvidenza a salvare anche l’insalvabile (almeno 5 interventi miracolosi) con i ragazzi dell’Est a far tremare i gambali a Fuchale almeno in un tre occasioni a risultato ancora in equilibro nonostante 14 soli interventi; la nazionale di casa poi dilaga nei restanti 20’ finali con Petan a segnare l’hat-trick spedendo i canadesi in finale.

Finale per il bronzo (5/1, Air Canada Centre di Toronto)
Svezia – Slovacchia 2-4 (13625 spettatori)
Come in tutte le belle favole c’è un lieto fine anche per la rivelazione Slovacchia a trovare dopo 15(!) anni di distanza, il bronzo ai Mondiali di Categoria superando la Svezia nella finalina con Capitan Reway quale mattatore per i suoi con 3 assist, il bravissimo goalie Godla a portare a casa l’ennesima ottima prestazione (26sv) che vale al 19enne slovacco il premio quale MVP del Torneo

Finalissima (5/1, Air Canada Centre di Toronto)
Canada – Russia 5-4 (19014 spettatori)
La prima metà della Finale Mondiale ha visto il Canada annientare la flebile resistenza russa spazzata via per 5-1, dopo esser partiti a razzo con 2 reti nei primi 3’ (Shestyorkin rispedito in panca per Sorokin) ed aver scavato il solco nella parte iniziale del terzo centrale; per la truppa canadese son poi tornati a manifestarsi i fantasmi del passato nello slot, figli di una sconcertante finalissima datata 2011 con le foglie d’acero rimontate dai russi capaci di piazzare al tempo uno storico 5-0 nel terzo finale (strappando dal collo una medaglia d’oro già assegnata de-facto al Canada avanti per 3-0 dopo 40′!) con la Russia a recuperare fino al 5-4 realizzando 3 reti nel giro di 3’ (due in PP).
Groulx chiama a seduta i suoi disorientati ragazzi e nonostante l’inerzia di gara propenda a favore della baby-sbornaja, il Canada fa muro intorno a Fuchale (11 parate nel terzo finale) portando finalmente a casa il 16mo Titolo Mondiale di Categoria; Max Domi è grandissimo protagonista della finale con 1+2 in cascina mentre Nic Petan (5+6) , Sam Reinhart (4+7) e Connor McDavid (3+8) chiudono il loro mondiale quali Top Scorer del torneo con 11 punti.

Tabellino della Finale
Canada-Russia 5-4 (2-1:3-3;0-0)
Reti: 0.23 Duclair (Domi) 1-0 , 2.32 Paul (Point,Virtanen) 2-0, 9.20 Yudin (Golyshev,Dergachyov) 2-1, 25.08 McDavid (Morrissey) 3-1, 27.22 Domi (u/n) 4-1, 32.30 Reinhart (Domi) 5-1, 34.21 Barbashyov (Buchnevich,Yudin) PP 5-2, 34.53 Tolchinski (Goldobin,Valiev) 5-3, 37.37 Goldobin (Tolchinski,Kamenev) PP 5-4.
Goalie: Fuchale (CAN) 26/30 ; Shestyorkin 1/3 sostituto dopo 2’ Sorokin 15/18
PIM: 4×2’ Canada, 1×2’ Russia (+20’ condotta antisportiva al 60mo per Paigin)

Relegation Round
Svizzera – Germania 2-0 (5-2,5-2)
Agevole doppio 5-2 per la nazionale rossocrociata (2+1 Rod nella prima uscita con doppietta per Suter nella seconda) condannando di fatto la Germania alla retrocessione in Prima Divisione per la neopromossa Bielorussia.

Quando i numeri non contano, Denis Godla
Sconosciuto goalie 19enne slovacco di guantone sinistro e relativamente small come portiere (1,80 x 80 kg), è arrivato fin qui dopo esser stato dirottato dallo Slovan Bratislava (KHL, nessuna partita) alla selezione Slovacca U20 in preparazione dei Mondiali, conquista l’ambito riconoscimento di MVP del Mondiale e viene adottato quale beniamino dalla platea canadese; al termine della sudatissima semifinale, dove mette per quasi 2/3 di gara in serissima difficoltà il Canada con interventi al limite dell’inverosimile meritandosi a fine gara una personalissima standing-ovation dal pubblico di Toronto.
Denis, passato inosservato ai draft scorsi, è stato protagonista nel derby dei quarti con uno strepitoso shutouts (34sv) è stato capace di riscattarsi dopo un disastroso avvio di Mondiale caricandosi la propria nazionale sul groppone ed a trascinarla ad una storica medaglia di Bronzo.

MVP
Denis Godla (Slovacchia)
Premi Individuali
Miglior Goalie: Denis Godla (Slovacchia)
Miglior Difensore: Vladislav Gavrikov (Russia)
Miglior Attaccante: Max Domi (Canada)
All-Star Team dei media
GK: Denis Godla (Slovacchia)
Dif: Gustav Forsling (Sweden)
Dif: Josh Morrissey (Canada)
FW: Sam Reinhart (Canada)
FW: Max Domi (Canada)
FW: Connor McDavid (Canada)

Prima di salutarci e dar appuntamento all’Edizione N.40 dei Mondiali in quel di Helsinki, Finlandia diamo qualche stats sulla rassegna appena andata in archivio:

Media Spettatori per Gara: 12212 (per 366370 in 31 uscite)

Top Scorer
#         Nazione Punti (Reti+Assist)
S.Reinhart (CAN)    11     (5+6)
N.Petan    (CAN)    11     (4+7)
C.McDavid  (CAN)    11     (3+8)
M.Domi     (CAN)    10     (5+5)
W.Nylander (SWE)    10     (3+7)
C.Lazar    (CAN)     9     (5+4)
O.Lindblom (SWE)     9     (4+5)
M.Reway    (SVK)     9     (4+5)

Top Goalies
#           Nazione  SVS%   GAA SO
Z.Fuchale     (CAN)  93,9% 1.20  2
I.Shestyorkin (RUS)  93,8% 1.98  1
T.Demko       (USA)  93,7% 1.74  1
D.Godla       (SVK)  92,5% 2.76  1
V.Husso       (FIN)  92,3% 2.29  1
L.Soderstrom  (SWE)  91,7% 2.31  0
G.Sorensen    (DEN)  88,9% 4.66  0