I risultati della settima giornata della seconda fase

Serie A – Itas Cup – 29esima Giornata – Playoff Race – Seconda Fase – 7° Turno. Lunedì 05 gennaio 2015.

Con il turno di stasera, finisce la galoppata natalizia del Campionato di Hockey su Ghiaccio “Serie A – Itas Cup” che ha portato le formazioni in lizza, a disputare ben sette partite in quattordici giorni. Da adesso tutto ricomincerà “more solito” con i due, consueti, appuntamenti settimanali del giovedì e del sabato. Questa settimana, visto che questo turno del cinque di gennaio cadeva di lunedì, i giocatori saranno costretti ad un supplemento di straordinari ma da stasera, la cadenza delle gare subirà una inevitabile rallentamento.
Frattanto quest’ultimo turno di questo periodo Natalizio (che “Dolomiten” il quotidiano di lingua tedesca del Sudtirolo che definito Weihnachtsstresse, cioè stress Natalizio) ha come le precedenti prodotto delle sorprese, dovute anche alla stanchezza che si è accumulata sui muscoli e sui cervelli dei giocatori.

Vittima illustre di questo “Weihnachtsstresse” è stato l’Asiago che, dopo gli scricchiolii del match casalingo di due sere fa col Fassa, ha fatto il botto, cadendo sul ghiaccio della Weihenstephan Arena di Vipiteno. Nulla di grave, beninteso, anche perché la pattuglia di John Parco aveva un così ampio vantaggio sulle inseguitrici che poteva permettersi, serenamente, una battuta a vuoto, ma di certo il risultato è così inatteso che fa sicuramente notizia.
Se l’Asiago torna a perdere in trasferta dopo il 3-0 subito nel lontano 30 ottobre sul ghiaccio del Lungo Rienza, le avversarie dirette non mollano la presa.
Non sbagliano la gara i Rittner Buam che, di rimonta, sconfiggono largamente la sempre più cenerentola Caldaro, ma, soprattutto, non molla il Val Pusteria che conferma la sua forza sull’ostico ghiaccio di Cortina.
Il Match dell’Olimpico è stato infatti molto bello ed appassionante, nonché, sicuramente, incerto fino all’ultima sirena. Cortina non è mai un ghiaccio facile per i Pusteresi poiché le due tifoserie sono divise da una certa rivalità. Ciò è ben avvertito anche dai giocatori, soprattutto dagli Scoiattoli ampezzani, che, in questa gara, gettano il cuore oltre l’ostacolo per ottenere una vittoria che oltre ai tre punti ed al prestigio regala quel qualcosa in più a tutto l’ambiente ed alla tifoseria Ladina. La partita di Cortina si è decisa nel secondo drittel. Prima si sono portati avanti i Pusteresi con Lukas Tauber, poi sfruttando al meglio un power play, gli Scoiattoli hanno pareggiato con un tiro dalla blue dell’ex Milano Alexander Gellert, il pari ha resistito per poco più di tre minuti poiché quando la superiorità numerica è toccata ai giallo neri, Coach Richer ha impostato il “super team”, con quattro attaccanti ed il solo Armin Helfer a copertura. Il Turbillon offensivo ha dato i suoi frutti e Patrick Bona ha trovato lo spiraglio giusto, tra il palo ed il braccio del portiere, per insaccare il puck da breve distanza. Nel terzo drittel non c’è stato null’altro da segnalare e Kuhn e compagni sono riusciti a portare a casa il preziosissimo risultato.
Nelle altre partite in programma segnaliamo la buona prova dell’Appiano che, grazie ad un Hat-trick di Jonathan Hazen, ha battuto il Gherdeina, giunto, oramai, alla settima battuta di arresto consecutiva. Chiudiamo l’analisi di questa serata, esaminando le vittorie esterne del Valpellice, ai rigori, sul ghiaccio di Egna, e del Milano Rossoblu all’Ettore Scola di Alba di Canazei.
S.S.I. Vipiteno Weihenstephan – Asiago Hockey 1935 3-1 (0-1/2-0/1) -Marcatori: 06.35 (0-1) K.Devergilio (L.Casetti/J.Magnabosco); 36:48 (1-1) J.Walters (J.Owens) in inf.num.; 39:07 (2-1) J.Walters (J.Owens/S.Baur); 45:07 (3-1) M.Naatanen (F.Hackhofer/J.Owens) in sup.num.;
Arbitri: Marco Bagozza e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Simone Mischiatti e Marco Mori;
HC Appiano Roi Team Consultant – HC Gherdeina valgardena.it 5-3 (0-1/2-2/3-0)
Marcatori: 05:06 (0-1) B.Kostner (I.Demetz/D.Veggiato); 26:45 (0-2) J.Maylan (J.Newton/D.Veggiato); 33:39 (1-2) A.DeHart (S.Lacroix/M.Eisenstecken) in sup.num.; 37:14 (2-2) J.Waldner (F.Ebner/A.DeHart); 39:45 (2-3) I.Demetz (J.Newton/J.Maylan); 45:06 (3-3) J.Hazen (D.Ceresa/F.Ebner); 50:17 (4-3) J.Hazen (M.Eisenstecken/S.Lacroix); 57:29 (5-3) J.Hazen (D.Peruzzo/D.Ceresa);
Arbitri: Davide Deidda ed Andrea Moschen; Giudici di linea: Patrick Gruber e Claus Unterweger;
HC Egna Riwega – HC Valpellice Bodino Engineering 3-4 d.t.r. (1-1/2-1/0-1/0-0/0-1)
Marcatori: 11:55 (0-1) C.Willeit (M.Peiti/A.Sullmann) in sup.num.; 15:29 (1-1) N.Di Casmirro (T.Johnson/M.Pope) in sup.num.; 24:17 (1-2) M.Pope (S.Campbell/T.Johnson); 24:57 (2-2) V.Kubincak (C.Willeit/M.Sullmann); 38:11 (3-2) M.Peiti (R.Locatin/C.Willeit) in sup.num.; 49:40 (3-3) S.Campbell (F.De Biasio/T.Johnson); 65:00 (3-4) Rigore decisivo di Nate Di Casmirro
Arbitri: Claudio Ferrini e Thomas Gasser; Giudici di linea: Nicola Basso e Matthias Cristeli;
Hafro SG Cortina – HC Val Pusteria Lupi 1-2 (0-0/1-2/0-0)
Marcatori: 22:43 (0-1) L.Tauber (P.Rizzo/D.Glira); 35:20 (1-1) A.Gellert (S.Gron/P.Wunderer) in sup.num.; 38:35 (1-2) P.Bona (V.Schweitzer/A.Helfer) in sup.num.; Spettatori: 776.
Arbitri: Nadir Ceschini e Glauco Colcuc; Giudici di linea: Cristiano Biacoli e Luca Zatta;
Sv Caldaro Rothoblaas – Rittner Buam 3-6 (1-0/0-4/2-2)
Marcatori: 15:04 (1-0) A. Frei (R.Andergassen/D.Janik) in sup.num.; 24:51 (1-1) S.Kostner; 26:48 (1-2) A.Alber; 34:10 (1-3) C.Borgatello (T.Ramsey/T.Spinell); 38:48 (1-4) L.Ansoldi (A.Ambrosi); 48:18 (1-5) I.Gruber (E.Johansson); 55:58 (2-5) R.Andergassen (A.Berry/A.Frei) in sup.num.; 56:22 (3-5) K.Montgomery (T.Ranta/D.Janik); 58:04 (3-6) C.Borgatello (L.Felicetti/T.Ramsey);
Arbitri: Massimo De Col e Leandro Soraperra; Giudici di linea: Christian Gamper ed Alexander Wiest
SHC Fassa – Hockey Milano Rossoblu 1-3 (0-2/1-0/0-1)
Marcatori: 10:06 (0-1) T.Gron (M.Campanale/A.Lutz); 12:18 (0-2) D.Vallorani (c.Murray/T.Terzago); 33:36 (1-2) S.Ryhanen (T.Vidgren/M.Castlunger) in inf.num.; 59:47 (1-3) D.Vallorani (E.Caletti/N.Fontanive) in sup.num. e porta vuota;
Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni ed Omar Piniè
Classifica Master Round: Asiago 65 punti; Val Pusteria 63 punti; Rittner Buam 59 punti; Milano 54 punti; Valpellice 53 punti; Gherdeina 36 punti.
Classifica Playoff Round:Vipiteno 47 punti; Cortina 37 punti; Appiano 37 punti; Egna 32 punti; Fassa 26 punti; Caldaro 13 punti.

5 gennaio 2015 Bruneck 023_2.

Tags: