Super Caffi, e il Rittner Buam torna a casa sconfitto

Hockey Milano Rossoblu - Rittner Buam Campanale FelicettiNuovo anno all’Agorà con un Milano che vuole rifarsi subito della bruciante sconfitta di Torre Pellice. Di fronte un Rittner Buam, 6 punti davanti ai meneghini, campione in carica che lamenta l’assenza del goalie Weinhandl, dello squalificato Ansoldi, oltre che degli infortunati Tauberer, Scelfo, Rissmiller e Gruber influenzato. Curcio deve invece fare a meno degli infortunati Borghi (out tre settimane) e Vallorani, ma ritrova Piccinelli e Latin appena usciti dall’infermeria.

Le squadre battezzano il nuovo anno con un inizio di partita guardingo, la prima azione di rilievo al 3:27 con un tiro ospite di Alber. Il Milano si chiude bene in difesa e costringe gli avversari a tirare da lontano. Quinz ha l’occasione buona trovandosi da solo a raccogliere un rebound nello slot con Caffi in ginocchio, ma il goalie milanese para in qualche modo. Al 5:45 Ramsey prova il suo slap dalla blu ma tra il portiere e i difensori sulla linea, il disco non entra. Il Renon fatica a costruire mentre al Milano, che pare avere le idee più chiare, per questioni di cm non si chiudono azioni che porterebbero gli attaccanti davanti alla porta. Al 10:01 ci prova anche il Milano con uno slap di Re ad infrangersi sui gambali in spaccata, ma non c’è nessuno per il rebound. Dopo un’altra occasine al 12° di Borgatello dalla blu che smuove le acque, al 12:38 il Milano costruisce la sua prima occasione di powerplay con Fontanive che, pur subendo fallo, riesce a passare in centro per Caletti, il quale però è troppo vicino al portiere che chiude lo specchio. Nella superiorità numerica ci prova Lutz dalla blu, poi non vengono deviati un paio di dischi che transitano pericolosamente nello slot. Al 15:42 i ruoli si invertono, Colombo finisce in panca puniti per 4 minuti per bastone alto. Al 16:38 c’è Borgatello col solito slap nel traffico, ma Caffi vede il disco e blocca, ripetendosi poco dopo sul rasoghiaccio di Felicetti. Il portiere rossoblù ha un bel da fare a fermare le insidiose deviazioni ancora di Felicetti e del giovane Markus Spinell intorno al 17:30, poi al 18:06 ferma la fucilata di Ramsey, che replica il gesto atletico all’ingaggio successivo con il medesimo scarso risultato. Negli ultimi secondi a penalità esaurita Borgatello e Kostner tentano l’assalto fino all’ultimo ma la sirena parla di uno zero a zero non privo di emozioni.

Hockey Milano Rossoblu - Rittner Buam caffiNella ripresa dopo 16 secondi il Renon è già a pressare la porta avversaria con Felicetti che fa la barba al palo, poco dopo un bastone alto di Gron costa al Milano altri due minuti di inferiorità numerica. Ne nascono diversi tiri del Renon ma Caffi fa buona guardia sia su quelli da lontano sia sui rebound. In un momento in cui il Milano soffre la formazione dell’Altopiano, il pubblico meneghino ha un sussulto all’errore di Gron involatosi incalzato da Fontanive a tu col portiere al 25:50. Nell’occasione Fink smanaccia con lo scudo e il disco gli rimbalza sulla pinza ballonzolando nella lunetta del portiere, ma nessun lombardo è a rimorchio. Al 26:17 Felicetti viene punito con una carica, che per l’impatto danneggia la struttura di plastica che copre il fondo della balaustra. Il gioco si interrompe per una decina di minuti in modo da sistemare il danno, un riposo estemporaneo in un momento di affanno del Milano che pare giovare ai meneghini. Alla ripresa del gioco l'”ombrello” del Milano manda subito al tiro dalla blu Matt Campanale che insacca nell’angolino alla destra di Fink. Il Renon accusa il colpo e pare meno spavaldo di prima, più intento a non incassarne un altro e giocare di rimessa, con qualche timida occasione tipo uno slap di Felicetti da ottima posizione sporcato al momento del tiro da un difensore del Milano, e un diagonale neutralizzato coi gambali. I Buam riprendono vigore tornando in powerplay, il palo di Johansson dalla blu fa tornare lo smalto al Renon che aumenta il ritmo per soffocare gli avversari, ma il gol non arriva. Al 32:10 davanti alla gabbia di Caffi fioccano altre deviazioni e rebound con un Milano arroccato nello slot, ma spazi non se ne aprono. Al 34° il passaggio da dietro porta verso l’accorrente attaccante del Renon avrebbe potuto fare male al Milano ma Leone allunga la stecca e sventa l’occasione. I lombardi tornano a farsi vedere dalle parti di Fink solo al 34:09 con un tiro dalla blu ad avanzare di Murray, bloccato sul petto dal portiere. Sono sempre i soliti Johansson e il grande ex Borgatello a “schiaffeggiare” il disco verso Caffi, ma la serata è ok solo per il portiere varesino. Il Milano chiude il secondo drittel in powerpay. Scatola stretta del Renon che si difende anche con un giocatore privo della stecca; i tentativi meneghini non passano così la muraglia sudtirolese.

Hockey Milano Rossoblu - Rittner Buam finkGli ultimi 20 minuti dovrebbero essere quelli del riscatto del Renon, sono invece quelli che affondano la squadra di Raymond. Sono i Buam che partono all’attacco, con un’azione di Thomas Spinell al 44:21 che gira attorno a Caffi senza incantarlo, ma la condizione cala come pure la concentrazione e affiorano errori che si riveleranno fatali. Al 44:57 Kostner e Felicetti pasticciano, il disco viene passato a Leone che a due metri dalla porta non ha la freddezza per superare Fink, il quale si salva con la pinza. Al 46:41 Ramsey rischia un’altra frittata passando da dietro la sua porta in back davanti al proprio portiere, che allontana prima del sopraggiungere degli avanti milanesi. Sbaglia anche il Milano: al 48:45 Caletti con un errato disimpegno manda il Renon in porta in un uno contro due sventato da Caffi, sulla stessa azione Caletti si fa perdonare involandosi sulla sinistra, aspettando i tempi giusti per far tuffare l’unico difensore del Renon rimasto e passare al centro per Tyler Gron, statuario in mezzo allo slot per trafiggere Fink sulla sua sinistra nella posizione del guanto. Il Renon si scopre troppo, al 52:10 scena simile con Petrov che cambia sponda per l’accorrente Fontanive, il cui tiro esce di un soffio. Buam senza idee, soliti slap dei suoi terzini dalla blu, il Milano può così tenere il disco o giocare di rimessa. Al 54:27, ancora su gran lavoro di Fontanive, è Alexander Petrov che in velocità si porta dietro i terzini avversari, frena, ne spiazza un terzo e mira il palo interno alla destra del portiere per il 3-0. Al 55:22 Piccinelli va vicino al quarto ma non trova il “quinto buco” del portiere sotto i gambali. Al 57:19 Fink para un disco che gli sfugge di mano, scivolando verso la porta. Il goalie dell’Altopiano vi si tuffa sopra col guanto al sopraggiungere delle stecche rossoblù ma l’arbitro fischia. Accenno di rissa e timeout del Renon. Al 57:30 si gioca in 6 senza portiere e per oltre due minuti il Renon ci prova con tiri per lo più da lontano, ma più che altro passando il disco senza precisione e rischiando così di lasciare il disco al Milano. Cosa che avviene a 21 secondi dalla sirena finale con Gron che si invola sulla fascia sinistra e rende il “favore” a Edoardo Caletti fornendogli l’assist dell’empty net.

Hockey Milano Rossoblu - Rittner BuamSecondo shutout di fila per Caffi dopo il 2-0 contro il Gherdeina, il terzo della stagione. Il computo finale dei tiri (22-54 in favore degli ospiti) evidenzia ancora di più la prestazione straordinaria del goalie prelevato in estate dall’Egna.
Finito il girone di andata, le 6 squadre del master round affronteranno quelle del relegation. Sabato il Ritten Sport ospiterà l’Egna mentre il Milano ancora in casa se la vedrà con l’Appiano, rispettivamente quarto e terzo del loro girone.

freccia Gallery

Hockey Milano Rossoblu – Rittner Buam 4-0 (0-0, 1-0, 3-0)
Marcatori: 26:26 (1-0, PP) Campanale (Murray, Terzago), 48:48 (2-0) Gron (Caletti, Murray), 54:27 (3-0) Petrov (Gron, Lutz), 59:39 (4-0; EN) Caletti (Gron, Murray)
Milano: Caffi A. (Tesini F.); Murray C., Re A., Colombo F., Caletti E., Terzago T., Campanale M., Lutz A., Folini A., Petrov A., Latin N., Gherardi S., Lo Russo N., Piccinelli L., Gron T., Fontanive N., Migliore T., Leone A. Allenatore: Patrick Curcio
Rittner Buam: Fink R. (Treibenreif H.); Ramsey T., Ploner M., Felicetti L., Johansson E., Alber A., Kostner J., Eisath A., Tudin D., Spinell M., Kostner S., Ambrosi A., Borgatello C., Daccordo L., Quinz M., Spinell T. Allenatore: Marty Raymond
Arbitri: Fabio Lottaroli, Andrea Moschen; Marco Mori, Alexander Wiest
Tiri: 22-54 (6-22, 9-19, 7-13)
Penalità: 10-8 (4-2, 4-4, 2-2)
Spettatori: 1.641