KHL, lo Jokerit tenta l’aggancio

Dopo il terremoto scatenato dal crollo del Rublo di metà mese, le squadre di KHL sono tornate sul ghiaccio per una decina di giorni, prima di un’ulteriore pausa per le festività del nuovo anno.

Quasi SKAlzati – La lunga rincorsa dello Jokerit Helsinki alla testa della Bobrov Division sembra essere finalmente giunta al termine. Tra i giullari e lo SKA San Pietroburgo, che occupa quel posto sin dall’inizio della stagione, è ora rimasto solo un misero punticino, proprio in concomitanza della partecipazione dei Finlandesi alla Spengler Cup. Chi pensava che gli stellati del Nord ne approfittassero per incrementare il vantaggio è rimasto deluso: i rossoblu hanno infatti perso tre delle ultime quattro partite e sono ora attesi dal big match del 5 gennaio, quando si recheranno nella capitale finlandese, proprio alla corte dei giullari. Periodo difficile questo per lo SKA, sempre sconfitto in stagione dagli storici rivali della Dynamo Mosca. Il copione si è ripetuto anche nella serata di domenica 28, quando i capitolini hanno fatto loro la partita grazie ad un perfetto contropiede di Alexei Tsvetkov a una trentina di secondi dal termine della partita, che imbocca Maxim Karpov per il gol vittoria, anche se parte del (de)merito va all’attacco stellato, colpevole di perdere il puck proprio di fronte allo slot biancoblu. Prima di questa vittoria, i capitolini erano stati inaspettatamente sconfitti per 5:2 dal Severstal di Cherepovets con poker di reti per Thuresson e (ai rigori) dal Topredo di Nizhny Novgorod.
Tre vittorie nelle ultime tre partite invece per i primi della classe. Il CSKA Mosca ringrazia gli ultimi arrivi e vince per 5:4 sulla Dinamo Riga (due reti di Ondrej Nemec all’esordio dopo la fuga dall’Atlant), per 3:1 sui leader della Chernyshev Division di Omsk e per 5:3 sul Sochi. Igor Makarov, giunto nella capitale assieme a Nemec a metà mese, ha messo a segno una rete in ciascuna delle tre partite giocate sinora in rossoblu.

Ghiaccio bollente in Siberia – Le tre corazzate della Conference Est (Bars Kazan, Metallurg Magnitogorsk e Avangard Omsk) iniziano seriamente a preoccuparsi del Sibir Novosibirsk, alla settima vittoria consecutiva dopo la vittoria sull’Amur del 30 dicembre. Gli snowmen, che nelle ultime quattro gare hanno affrontato sempre e solo i due teams dell’estremo oriente (Vladivostock e Amur), possono festeggiare anche il premio per il miglior attaccante del mese di dicembre, riconosciuto a Dmitry Kugryshev grazie ai suoi 16 punti (8+8) messi a referto in nove gare. La duecentesima rete nella massima serie russa di Alexander Perezhogin ha regalato la vittoria ai suoi falchi di Omsk contro il Salavat Yulaev Ufa, alla Vigilia di Natale, nell’ultima partita in patria dei verdeblu prima di volare in svizzera per la Spengler Cup. Nel pomeriggio di Santo Stefano i Siberiani non hanno però avuto la stessa fortuna contro il CSKA, che con due reti nell’arco di minuto ha chiuso la partita.

Koshechkin ne fa 50 – Nello stesso pomeriggio è andato in scena l’altro big match della giornata di Santo Stefano, protagonisti Metallurg Magnitogorsk e Barys Astana. I kazaki, in vantaggio per due a zero al decimo minuto, hanno gettato al vento un doppio vantaggio di ben quattro reti (0:4 e 1:5), prima di venire sconfitti ai rigori dalla rete decisiva dell’esordiente Tim Stapleton, arrivato a metà mese dal Neftekhimik e già autore di altre due reti nel corso della partita. Curioso quanto successo al goalie di casa Vasily Koshechkin, il quale due giorni prima aveva festeggiato, contro l’Avtomobilist, il suo 50esimo shutout in KHL. Stavolta, dopo le due reti nei primi due tiri, Koshechkin è stato costretto a lasciare la pista in favore di Alexei Murygin, dopo soli dieci minuti di gioco. Il nuovo arrivato però non compie il miracolo, e subisce altre due reti a fronte di sole quattro conclusioni. A quel punto coach Keenan torna sui suoi passi e richiamando l’ex di Amur in panca e inserendo definitivamente Koshechkin a difesa della gabbia.
Il Bars Kazan dimentica in fretta la clamorosa sconfitta per 3:0 per mano di Jakub Kovar e del suo Avtomobilist, con la prima vittoria in stagione sul Metallurg Magnitogorsk, arrivata domenica pomeriggio col punteggio di tre reti a due. Parlando di portieri, Evgeny Ivannikov è stato la chiave di volta nel successo del suo nuovo team Lada Togliatti nella vittoria di domenica contro lo Ugra. Il goalie, proveniente dallo SKA, ha parato due rigori all’esordio con la nuova divisa rossoblu.

Minsk cerca la doppia cifra – Continua il periodo positivo della Dinamo Minsk, giunta alla nona vittoria consecutiva, striscia impreziosita dalla vittoria ai rigori sullo SKA San Pietroburgo. Sono per ora sei le vittorie filate per il Lokomotiv Yaroslavl, mentre altrettante sono le sconfitte consecutive del Sochi. Il Torpedo ha vinto le ultime quattro gare; anche se per le ultime tre sono serviti i minuti supplementari o i rigori. Il Barys di Astana ha interrotto la striscia negativa di quattro partite con una vittoria sul Traktor di Chelyabinsk, mentre la Dinamo Riga ha superato l’Atlant fermando a tre le sconfitte consecutive.

Acque agitate anche in MHL – Proprio la squadra della periferia moscovita, a lungo al centro delle attenzioni dei media a causa dei suoi delicati bilanci, è stata chiamata in causa dallo sciopero dei giocatori del Dizel Penza, squadra di VHL a loro affiliata. Il team, che milita nella seconda serie russa aveva annunciato, poco prima di Natale, uno sciopero ad oltranza. Oggetto della diatriba tra giocatori e società il mancato pagamento degli ultimi tre stipendi. Dopo la sconfitta contro lo Yermak, il team ha giocato nel pomeriggio di Santo Stefano contro il Kazzinc-Torpedo con soli sei giocatori della prima squadra, e il resto provenienti dalla MHL, la lega giovanile. Delicata la situazione anche in quel di Ugra, dove ai noti problemi finanziari del team si è aggiunta la dichiarazione della Presidente della Regione, che ha dichiarato che il governo locale a partire dalla prossima stagione non finanzierà ulteriormente il team, preferendo dirottare i fondi per lo sviluppo dello sport amatoriale e dilettantistico.
Nel frattempo, non accenna a diminuire l’esodo di giocatori stranieri: negli ultimi giorni dell’anno sono partiti gli statunitensi Hennessy (ex Lugano, dal Neftekhimik Nizhnekamsk ai Växjö Lakers) e O’Brien (dal Metallurg Novokuznetsk agli Wilkes-Barre Scranton Penguins), il finlandese Pesonen (dal Bars Kazan allo Skellefteå) e il canadese Curtis Foster (dallo Slovan Bratislava agli Adler Mannheim).

Il campionato riprenderà il 3 gennaio con un’interessante Dinamo Minsk – Jokerit Helsinki; mentre lunedì 5 gennaio ci sarà l’imbarazzo della scelta tra il derby di Mosca tra CSKA e Dynamo, la battaglia della Siberia tra Omsk e Sibir e lo scontro diretto per la testa della Bobrov tra SKA e Jokerit. Il 2015 inizia alla grande.

Conference Ovest

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
40
29
1
4
1
0
5
149-67
98
2
41
27
1
0
2
2
9
158-98
87
3
40
26
2
1
1
1
9
120-91
86
4
40
23
3
1
5
0
8
119-87
82
5
39
19
3
2
3
1
11
118-99
71
6
41
17
2
2
6
1
13
117-106
66
7
41
14
1
6
3
3
14
110-101
62
8
41
15
2
2
2
2
18
102-118
57
9
42
15
1
4
0
1
21
112-132
56
10
41
13
1
3
4
3
17
103-110
54
11
41
12
0
5
5
3
16
106-123
54
12
42
13
0
4
5
0
20
98-117
52
13
43
14
0
2
2
2
23
96-120
50
14
42
12
1
3
1
1
24
99-135
46

Conference Est

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
42
25
2
3
5
0
7
125-83
90
2
42
24
1
2
2
3
10
129-89
83
3
41
22
3
3
2
1
10
125-86
81
4
40
23
2
1
0
1
13
125-85
76
5
41
18
1
1
4
1
16
107-112
63
6
43
14
1
4
5
3
16
128-127
60
7
40
14
1
1
2
2
20
88-102
50
8
39
12
0
4
3
3
17
88-109
50
9
39
11
3
4
0
0
21
102-123
47
10
41
11
3
1
4
2
20
96-114
47
11
41
10
2
4
0
1
24
88-110
43
12
40
7
2
3
4
2
22
108-150
37
13
40
7
2
4
1
2
24
71-128
36
14
43
9
0
2
4
0
28
82-147
35

Ovest – Bobrov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
41
27
1
0
2
2
9
158-98
87
2
40
26
2
1
1
1
9
120-91
86
3
39
19
3
2
3
1
11
118-99
71
4
41
13
1
3
4
3
17
103-110
54
5
42
13
0
4
5
0
20
98-117
52
6
43
14
0
2
2
2
23
96-120
50
7
42
12
1
3
1
1
24
99-135
46

Ovest – Tarasov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
40
29
1
4
1
0
5
149-67
98
2
40
23
3
1
5
0
8
119-87
82
3
41
17
2
2
6
1
13
117-106
66
4
41
14
1
6
3
3
14
110-101
62
5
41
15
2
2
2
2
18
102-118
57
6
42
15
1
4
0
1
21
112-132
56
7
41
12
0
5
5
3
16
106-123
54

Est – Kharlamov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
42
25
2
3
5
0
7
125-83
90
2
41
22
3
3
2
1
10
125-86
81
3
40
14
1
1
2
2
20
88-102
50
4
39
12
0
4
3
3
17
88-109
50
5
41
11
3
1
4
2
20
96-114
47
6
41
10
2
4
0
1
24
88-110
43
7
40
7
2
3
4
2
22
108-150
37

Est – Chernyshev division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
42
24
1
2
2
3
10
129-89
83
2
40
23
2
1
0
1
13
125-85
76
3
41
18
1
1
4
1
16
107-112
63
4
43
14
1
4
5
3
16
128-127
60
5
39
11
3
4
0
0
21
102-123
47
6
40
7
2
4
1
2
24
71-128
36
7
43
9
0
2
4
0
28
82-147
35

Tags: