L’Asiago sbanca il Lungo Rienza

HC Val Pusteria Lupi – Asiago Hockey 1935 3-4 (1-2, 2-1, 0-1)
Leitner Solar Arena di Brunico – ore 20:30
Il match clou della serata era indubbiamente quello in programma alla Leitner Solar Arena di Brunico poiché metteva di fronte le prime due della classe. Diciamoci subito che, come spesso accade, le molte attese della vigilia non sono rimaste inesitate poiché la partita è stata avvincente e ben giocata ed ha assegnato la vittoria alla formazione che l’ha maggiormente meritata.
L’Asiago, infatti ha ben interpretato l’incontro, giostrando corto, e basandosi molto sulla velocità delle sue linee offensive. Il Val Pusteria, è stato un adeguato partner, ha giocato con la consueta gagliardia ed ha ammainato bandiera solo alla sirena finale. I Roster erano, praticamente, al completo per questa partitissima: tra i Lupi, erano infatti assenti i soli Erlacher e Purdeller mentre tra gli ospiti mancavano i due Strazzabosco.

Il primo tempo comincia in modo abbastanza tattico. Dopo una conclusione di Devos, in trenta secondi, tra il 3:04 ed il 3:34 si assiste a due conclusioni di Miglioranzi e di Marchetti che saggiano i riflessi di Kuhn. Il portiere di casa, al 4:01, si salva, distendendosi sul ghiaccio, da una gran conclusione di Diego Iori dalla breve distanza. Durante il Primo Power Play della gara per esclusione di Marchetti (4:13) tira Hofer poi al 5:01 va via in controfuga Sean Bentivoglio che colpisce il palo. Il Val Pusteria imposta il diamante ma la conclusione di Scandella va fuori di un soffio. Il Val Pusteria gioca bene ed il vantaggio arriva al 8.54, allorquando, su passaggio di Tuuka Mäkelä, Max Oberrauch infila, da breve distanza, l’incolpevole Vincenzo Marozzi. Il pareggio dei giallorossi arriva abbastanza presto (10:28) con Diego Iori che, servito al bacio da Devergilio, da ottima posizione indirizza il puck nell’angolo sinistro della gabbia di Kuhn. Il Val Pusteria cerca di recuperare il vantaggio ma, per altrettanti falli di gioco, subisce due penalità quasi consecutive. Il primo ad occupare il pancone dei puniti è Armin Helfer al 12:40 poi è la volta di Tuuka Mäkelä al 15:12 e, in questo lasso di tempo, l’Asiago cinge d’assedio la gabbia di Kuhn. I primi due minuti passano indenni per l’estremo difensore pusterese che però deve capitolare ad pochi secondi dalla fine della successiva penalità allorquando, un tiro dalla blu, José Magnabosco trova il varco giusto tra una selva di difensori, per insaccarsi alle spalle di Kuhn. Il Val Pusteria accusa un po’ il colpo e non riesce a restituire la cortesia, allorquando, al 18:02, si viene a creare una situazione di Power Play a suo favore per la penalità somministrata ai danni di Sean Bentivoglio. Il tempo si chiude quindi col minimo (ma importantissimo) vantaggio degli ospiti.

Il Secondo tempo è veramente molto bello, giocato davvero bene da entrambe le formazioni. Gli ospiti con un gioco veloce e ficcante emettono sovente in difficoltà la difesa di casa mentre i Lupi gialloneri, pur soffrendo il gioco veloce dei vicentini, rispondono colpo su colpo. Le occasioni fioccano ne contiamo almeno tre per parte ma il risultato non si schioda. Le cose cambiano quando dopo una penalità segnalata a Magnabosco, Marozzi commette fallo su Helfer. Il Val Pusteria, quindi, ha l’occasione per giocare ben 83 secondi in doppio vantaggio. Il primo a cercare il goal è capitan Helfer ma è Max Oberrauch, servito da Scandella che insacca da breve distanza. Ma la parità dura davvero una manciata di secondi poiché nella successiva azione offensiva un tiro da fuori di Marchetti, viene deviato sotto misura da Ulmer che riporta in vantaggio i suoi. I Pusteresi accusano il colpo ma trovano l’orgoglio per riportarsi in avanti pareggia ancora con “Professor Max Oberrauch”, ben servito da un disco a rientrare da Devos. Segnato il pareggio i giallo neri appaiono galvanizzati e in trenta secondi indirizzano con 5 tiri verso la gabbia di un attento Marozzi. L’estremo difensore giallorosso si salva a stento sulle conclusioni di Berzins (due volte) Helfer, Oberrauch ed Hofer.

Il terzo drittel inizia veramente col botto!! Pronti via e l’Asiago trova subito il goal che arriva quando la lancetta dei minuti non ha compiuto neppure metà del primo giro. Il goal (40:29) porta la firma di Tyler Carnevale lesto a correggere in porta una conclusione dalla distanza di Hothan. Al 45:30 il Val Pusteria prova a reagire. Bel tiro di Scandella al 05:30, al quale risponde Diego Iori al 07:30. Ci provano, senza esito, Berzin e Rizzo infine al 12.40 ci prova anche Althuber ma Marozzi devia col gambale. Due belle conclusioni (13:30) di Carnevale e Borrelli riportano i giallorossi in avanti. Ci prova poi Casetti a scaldare i riflessi di Kuhn. Sulla successiva ripartenza prima Patrick Bona poi Devos provano a riacciuffare il risultato. A 3 minuti dalla fine arriva una gran conclusione di Ulmer ma Kuhn se la cava egregiamente. A 1:33 dalla fine Coach Mario Richer chiama fuori Kuhn per inserire un uomo di movimento in più ma non accade più nulla. La gara finisce con la meritata vittoria dell’Asiago che consolida la prima posizione in classifica generale.

Formazione del Val Pusteria: (portieri) Gerard Kuhn, Philipp Kosta; (difensori) Armin Hofer, Ivan Althuber, Daniel Glira, Danny Elliscasis, Armin Helfer, Tuuka Mäkelä, Hannes Tiefenthaler; (attaccanti) Armand Berzins, Lukas Crepaz, Patrick Bona, Philipp Devos, Max Oberrauch, Giulio Scandella, Patrick Rizzo, Benno Obermair, Alex Obermair, Simon Harraser, Lukas Tauber, Viktor Schweitzer. Allenatore: Mario Richer. Assistente Allenatore: Elmar Parth.

Formazione dell’Asiago: (portieri) Vincenzo Marozzi (Davide Mantovani); (difensori) Daniel Sullivan, Luca Mattivi, Enrico Miglioranzi, Lorenzo Casetti, Stefano Marchetti, Scott Hotham, Nicola Munari; (Attaccanti) Nicola Tessari, David Borrelli, MatteoTessari, Layne Ulmer, Sean Bentivoglio, Kevin Devergilio, Federico Benetti, Diego Iori, Fabrizio Pace Taylor Carnevale, Josè Magnabosco; Allenatore: John Parco.

MARCATORI: 1-0 Max Oberrauch (Tuukka Makela, Armin Hofer) 8:54; 1-1 Diego Iori (Federico Benetti, Kevin Devergilio) 10:28: 1-2 Jose Magnabosco (superiorità numerica) (Daniel Anthony Sullivan, David Aaron Borrelli) 17:00; 2-2 Max Oberrauch (superiorità numerica) (Philip-Michael Devos, Armin Helfer) 33:26; 2-3 Layne Ulmer (Stefano Marchetti, Taylor Edward Carnevale) 33:59; 3-3 Max Oberrauch (Giulio Scandella, Philip-Michael Devos) 38:28; 3-4 Taylor Edward Carnevale (Layne Ulmer, Scott Hotham) 40:29.

Superiorità Numeriche: HC Val Pusteria Lupi 1 – 4 : Asiago Hockey 1935 1 – 3.

Tiri in Porta: HC Val Pusteria Lupi 45 (19 16 10) – Asiago Hockey 1935 20 (9 4 7).

Arbitri: Arbitro: Claudio Ferrini, Arbitro 2° Gregory Loreggia; Giudici di Linea: Marco Mori, Ulrich Pardatscher, Marcatore Ufficiale: Alois Cimadom. Spettatori: 2.000.