I Rittner Buam, in rimonta, vincono il derby col Val Pusteria

I Rittner Buam vincono, in rimonta, il derby post natalizio all’Arena Rittner. Tra le file dei biancorossi sono assenti Scelfo e Tauferer per infortunio, Daccordo e Ansoldi per influenza, mentre nel Val Pusteria manca il solo Erlacher per il quale, la stagione è oramai finita.
La gara è stata equilibratissima ed è stata decisa da un episodio e visto la situazione che si era creata sul ghiaccio, non poteva essere altrimenti.
Il primo drittel è molto tattico, le due squadre si affrontano mostrando di temersi reciprocamente ed il gioco ne soffre assai, pochissime le situazioni in cui l’una formazione da all’altra, il vantaggio della ripartenza; di conseguenza, le vere occasioni da rete si contano sulle dita di una mano.
Partono forte i Buam che al 58° secondo si procurano una mischia davanti alla gabbia di Kuhn, conclusa da un tiro di Simon Koster, neutralizzato dal portiere pusterese. Al 3:57 gran tiro dalla blu di Devos ben controllato dal portiere di casa. Al 4:10 un tiro dalla blu di Ambrosi si spenge tra i gambali di Kuhn. La prima penalità della partita arriva per un colpo di bastone, la subisce (al 4:21) il giallonero Armand Berzins. La superiorità numerica dei Buam dura pochissimo poiché al 5:08, per una carica scorretta, è Patrick Rissmiller ad accomodarsi nel “confessionale”. A metà del tempo grande occasione sulla stecca di Dan Tudin che, libero, e da buona posizione, spara sul portiere. Al minuto 11.58 si segnala una penalità di due minuti a Crepaz, non sfruttata dai Buam L’ultimo brivido della prima frazione di gioco è sulla stecca di Pat Rizzo che, a 15 secondi dalla sirena, fa partire un tiro dalla blu che finisce tra i gambali del portiere.

Il Secondo drittel parte col botto!! Al 35esimo secondo il Val Pusteria è già in goal. L’azione è propiziata da Max Oberrauch che da un disco a rientrare per Devos il quale sigla con un tiro preciso che si spenge nell’angolino alle sinistra del portiere. Il Renon subisce il colpo ed al 4:49 una bella conclusione, di Giulio Scandella, dalla blu, è ribattuta a stento da Weinhandl; sulla respinta Grueber anticipa Oberrauch. Al 6:05 bel tiro dalla blu di Borgatello senza esito. Il Renon prende a macinare gioco ed al 9:59 registriamo un’azione personale di Dan Tudin che, a tu per tu col portiere, spara sul corpo dell’estremo difensore brunicense; spinge ancora il Renon ed un tiro dalla blu di Ploner fa la barba alla gabbia di Kuhn. Al 10:31 penalità a Crepaz e nei due minuti Kuhn fa i miracoli sulle conclusioni ravvicinate di Thomas Spinell e Dan Tudin.
Soffre il Val Pusteria e si stringe davanti al suo goalie poi prova (14:23) a ribaltare il gioco con Max Oberrauch che non supera l’attento estremo difensore austriaco. Al 15:05 c’è una bella ripartenza di Devos il quale ruba disco ad una incerta difesa; la conclusione non è felice ma sull’attaccante frana un difensore dei Buam. Si accende una mischia e ne fanno le spese Rissmiller (2+2+10) e Oberrauch (2+2) che si accomodano nel pancone dei puniti.
Si riprende a giocare ed al 15:50 i Rittner Buam raccolgono i frutti del loro lavoro e della loro pressione. Il pareggio nasce da una azione di Borgatello, dalla sinistra dall’attacco di casa. Il disco arriva a Dan Tudin che, solissimo, trova tutto il tempo di centrale l’angolo, alla sinistra, dell’incolpevole portiere giallonero. Il Val Pusteria accusa il colpo ma al 18:56, da una bella controfuga di Crepaz il disco arriva a Scandella la cui conclusione è parata da Weinhandl.
Più nulla da segnalare fino alla sirena, si va al secondo riposo sul risultato di parità: 1-1.
Il primo squillo del terzo drittel si registra al 2:27. Bel passaggio di Devos per Oberrauch che da posizione invitante, centra in pieno il portiere. Al 3:05 scontro tra Felicetti ed Elliscasis entrambi puniti per due minuti. Si gioca in 4 vs 4. Al 4:00 carica in balaustra su Johansson di Scandella che viene punito con 2 minuti. Si gioca 4:3 ma non accade nulla. Al 9:17 tiro dalla blu di “Schizzo” Borgatello parato dal portiere. Risponde dall’altra parte “l’ex gemello” Helfer con due conclusioni velenose la seconda su assist di Tauber parate dal portiere.
Al minuto 11:35 si decide la partita. Simon Kostner ruba un disco in fase difensiva ad Armin Hofer (errore a parte uno dei più positivi tra i gialloneri!!!) ed infila il portiere da distanza ravvicinata. Il Val Pusteria accusa il colpo e per molti minuti non si registrano conclusioni. Per trovarne una degna di tale nome si deve arrivare al 17:28 quando un tiro del solito Devos si infrange sul portiere. Al 17:49 Felicetti ruba il disco ad Helfer e serve Kostner il cui tiro è parato da Kuhn. Poi più nulla da segnalare fino alla fine. Il Derby va ai Rittner Buam mentre ai Pusteresi non resta che rammaricarsi per il risultato finale che, nonostante la buona prestazione, non concede loro alcun punto.

Rittner Buam – Val Pusteria 2-1 (0-0, 1-1, 1-0)
Rittner Buam: (portieri) Winhandl Fabian, Fink Roland; (difensori) Ramsey Travis, Ploner Max, Ambrosi Andrea, Borgatello Christian, Gruber Ingemar; (attaccanti) Felicetti Luca, Johansson Eric, Alber Andeas, Kostner Julian, Eisath Alexander, Tudin Dan, Spinell Markus, Kostner Simon, Rissmiller Patrick, Quinz Mirko, Spinell Thomas. Coach: Raymond, Marty, Assistente Allenatore: Scelfo, Roberto
Val Pusteria: (portieri) Kuhn Gerard, Kosta Philipp; (difensori) Tiefenthaler Hannes, Hofer Armin, Althuber Ivan, Glira Daniel, Elliscasis Danny, Helfer Armin, Mäkelä Tuuka; (attaccanti) Berzins Armand, Crepaz Lukas, Bona Patrick, Devos Philipp, Oberrauch Max Scandella Giulio, Harraser Simon, Rizzo Patrick, Obermair Benno, Obermair Alex, Tauber Lukas, Purdeller Michael, Schweitzer Viktor. Coach: Richer Mario.
MARCATORI: 0-1 (20:35) Philip-Michael Devos (Max Oberrauch, Giulio Scandella) 0:1; 1-1- (35:50) Dan Tudin (Christian Borgatello); 2-1 Simon Kostner (Christian Borgatello (51:35).
Tiri: Rittner Buam 26 (14 11 1) – HC Val Pusteria Lupi 11 (4 7 0)
SUPERIORITA’ NUMERICHE: Rittner Buam 0 – 4 : HC Val Pusteria Lupi 0 – 2.
Spettatori: 1.429.
Arbitri: Andrea Benvegnù e Karl Pichler Linesmen: Christian Cristeli e Matthias Cristeli.