Il fine settimana del Pieve di Cadore

(dal sito del Pieve di Cadore) – UNDER 16 – Reduce dalla bellissima vittoria contro il Cortina, ribaltando il risultato dal 1-5 al 6-5, domenica 21 l’under 16 fa visita al Feltre/Alleghe, che guida la classifica del girone Veneto-Trentino. Rientra, dopo la convalescenza di oltre un mese, Mirco Talamini, che riprende i gradi di capitano retti, in sua assenza, da Alessandro “Fresh” Frescura. Si gioca ad Alleghe.

Si parte male: 1:23 e gol degli avversari con Mirko Giolai. Risultato che rimane tale sino allo scadere dei primi 20 minuti.
A sei minuti dall’inizio del secondo periodo è “Fresh” ad andare in gol e, dopo dieci minuti, lo stesso “Fresh” serve l’assist a Manuel da Rin Zanco che ci porta, addirittura, in vantaggio. Gioia che dura poco più di un minuto causa gol del pari ancora di Giolai (la “maledizione” del 2001 – vedi Cristellon del Pergine – continua a colpire…). Tabellone che, alla fine del periodo, segna comunque un confortante 2 a 2.

Dopo cinque minuti del terzo è, però, ancora il Feltre/Alleghe ad andare in gol (Dall’Agnol) ed anche qui il risultato non cambia sino alla sirena finale. I due gol che abbiamo segnato nel secondo non sono stati sufficienti a contrastare ciascun gol segnato in ogni tempo dai padroni di casa.
I nostri hanno giocato sicuramente alla pari dei primi della classe. Sugli scudi, come nella partita contro il Cortina il goalies “Peppe” Olivotti; molto positivo il rientro del capitano Mirco; ottima prestazione di Raul de Martin, terzino “sotto età” per la categoria, ma che ha saputo farsi valere.

FELTRE/ALLEGHE – PIEVE 3-2 (1-0, 1-2, 1-0)

Domenica 4 gli “orsi di mezzo” ospitano l’Asiago. Dopo la prima ci tocca la terza in classifica.


UNDER 14 – Sabato 20 inizia, per gli “orsi minori” il girone di ritorno e subito si presenta loro una sfida da far tremare i polsi: giungono in Cadore le civette agordine, la squadra dell’Alleghe (rosso) che guida la classifica con nove vittorie su nove incontri disputati.
Coach Luciano, in settimana, ha cercato di preparare al meglio la partita e, prima della gara, richiama gli orsetti ricordando a ciascuno il compito assegnato.

Il primo tempo scorre senza particolari sussulti con qualche occasione per noi e qualche per loro. I nostri seguono con esattezza le disposizioni dell’allenatore e sono molto disciplinati ed attenti. La sirena giunge sullo 0 a 0 e con una sola penalità (contro di loro), non per un fallo personale, ma alla panca per troppi giocatori in campo, segno di grande equilibrio e correttezza.
Si riprende e, dopo un minuto, finisce sul pancone Giorgio “Ciccio” Panciera. Il “terrore”, evidentemente, ha il sopravvento sui nostri che, privi di una delle “punte di diamante”, in 21 secondi subiscono il gol che fa girare il match a favore degli avversari. Rientra Ciccio ma lo shock non è ancora passato: meno di due minuti e le civette raddoppiano. La partita si fa un po’ nervosa e gli arbitri distribuiscono penalità. Al minuto 33 ci prova “Ciccio Pancio” a dare la sveglia ai nostri, dimezzando il divario. Quattro minuti dopo, però, sono ancora loro ad andare in gol pochi istanti dopo il rientro di Giorgio de Bona, che era in panca puniti. Sirena sul 3 a 1. Negli spogliatoi coach Luciano fa “volare gli stracci” per cercare di far tornare in campo nel terzo drittel gli orsetti visti nel primo parziale.
Il terzo tempo inizia quale fotocopia del precedente. Meno di un minuto e “Ciccio” finisce ancora in panca. Gli agordini si dimostrano maestri nell’approfittare del vantaggio numerico: bastano quindici secondi per il 4 a 1. Qualche vantaggio numerico per noi, mai sfruttato, e la partita si trascina, tra problemi all’impianto audio ed al tabellone, sino alla sirena.
Continuiamo a vedere che i nostri patiscono un “timore reverenziale” (che ci sembra ingiustificato) quando affrontano squadre che, sulla carta, sono più forti. Indubbiamente l’Alleghe è una bella compgine (con undici effettivi classe 2001), ma, forse, mantenendo la concentrazione e la disciplina tattica vista nel primo tempo e con un pizzico di fortuna si poteva fare un po’ meglio.

PIEVE – ALLEGHE 1-4 (0-0, 1-3, 0-1)

Martedì 23 si gioca contro il Fassa, a Canazei, altro test importante per saggiare quanto i nostri possano valere.


UNDER 12 – Il calendario di questa settimana è piuttosto monotono nella scelta degli avversari. L’under 16 è opposta, nel pomeriggio di domenica 21, al Feltre-Alleghe. La 14 ha affrontato, il giorno precedente, l’Alleghe. Chi mai dovranno affrontare, la mattina di domenica, gli orsetti dell’under 12? Indovinato: l’Alleghe!
Coach Luciano recupera gran parte degli influenzati e parte per lo stadio del lungolago agordino con Arianna, ormai ottimamente inserita nel nuovo ruolo di team-leader.
Come ormai sapete non possiamo dare pubblicità al risultato, ma possiamo dire che i nostri tornano felici (e non aggiungiamo altro).
Iniziano le vacanze ed appena mangiato il panettone l’under 12 andrà a Caldaro, per un torneo internazionale di tre giorni (venerdì, sabato e domenica).
ALLEGHE – PIEVE


UNDER 8 – “MINITORNEO” A FELTRE – Domenica 21 anche i cuccioli sono in trasferta: vanno a Feltre per il minitorneo in cui li attendono l’Asiago, l’Auronzo ed i padroni di casa.
I nostri si comportano bene nelle tre mini partite in cui sono chiamati a dare dimostrazione del loro valore, mettendo, alla fine, le zampotte sotto il tavolo per il pranzo offerto dai picchietti.
Prossimo appuntamento dopo capodanno, il 04 gennaio, ad Asiago. Nel frattempo, martedì 23, amichevole tra i nostri divisi in due squadre, gialli e blu, con la partecipazione degli under 8 “più vecchi”.


UNDER 18 e 10 – Settimana di pausa per il più grandi ed i più piccoli. La 18 attenderà, sabato 27 dicembre, l’Egna che guida, imbattuta, la classifica.
L’under 8 andrà, il giorno dopo, ad Auronzo per l’ultimo “maglie miste” dell’anno solare.