L’Asiago espugna l’Agorà. Il primo posto resta un sogno

Sono trascorse 21 giornate dopo la prima di campionato giocata il 20 Settembre che aveva visto il Milano perdere nettamente all’Odegar; 21 giornate di campionato dove i ragazzi di Curcio hanno saputo cambiare pelle. 21 giornate di campionato ed un turno di Coppa Italia dove i meneghini hanno eliminato proprio i vicentini in due partite. Quello di stasera è un match che vale il primo posto in regular season, anche se la vetta deve passare dagli incontri in programma a Torre Pellice tra Valpe e Brunico e a Collalbo tra Renon e Fassa. Affollata l’infermeria milanese con Re, Fontanive, Latin e Piccinelli. Parco deve rinunciare ad Andrea e Michele Strazzabosco e agli under 20, Pace, Olivero e Magnabosco, mentre può contare su DeVergilio e Carnevale, assenti in coppa Italia. Coach Curcio schiera in attacco Vallorani, Gron, Caletti; Petrov, Terzago, Migliore; Colombo, Borghi, Gherardi. In difesa sono solo due le linee schierate: Lo Russo, Murray e Campanale, Lutz. Bellissima scenografia della curva del Milano stile Pacman. I rossoblù iniziano in avanti e dopo solo 1.04 creano il primo pericolo con un tiro dalla blu di Murray, bloccato da un attento Marozzi. I padroni di casa insistono e creano con Colombo, Migliore e Vallorani che colpisce il palo. Al 6.54 viene fischiata la prima penalità della partita a DeVirgilio e subito dopo gli va a fare compagnia Miglioranzi. In doppia superiorità il Milano passa in vantaggio con Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935Caletti. il pubblico lancia sul ghiaccio i peluche per la seconda edizione del Teddy Bear Toss, iniziativa benefica. I padroni di casa premono ancora ed impegnano Marozzi con Vallorani e Borghi. Gli ospiti si vedono con un tiro dalla blu di Sullivan e con l’ex di turno Diego Iori ma Caffi fa buona guardia. Il tempo si chiude con una conclusione di Petrov, ben servito da Murray, bloccato dal goalie avversario.

Il secondo drittel inizia con il Milano in avanti, Vallorani serve Gron ma il tiro di quest’ultimo viene deviato da Marozzi, che si ripete subito dopo su una conclusione di Migliore. Al 2.57 viene fischiata una penalità a Migliore: gli ospiti si fanno pericolosi con Carnevale, mentre i padroni di casa sprecano 1.43 di power play. Recuperata la parità numerica, l’Asiago al 7.57 trova la rete del pareggio con Carnevale. Il goal galvanizza i vicentini e 20″ secondi più tardi passano in vantaggio con Borrelli. E’ il momento migliore dell’Asiago, i rossoblù sono in crisi, e al 13.06 Bentivoglio, ben servito da DeVirgilio, allunga. Prima della fine del secondo drittel c’è ancora gloria per Ulmer e poi scoppia una rissa: protagonisti Miglioranzi, Murray, Caffi, Tessari.Hockey Milano Rossoblu - Asiago Hockey 1935

Nel terzo tempo l’Asiago controlla, i Rossoblu provano a colpire con Migliore e Murray, ma il risultato non cambia fino al 13.04 quando Carnevale, in doppia superiorità, realizza la quinta rete. Il Milano chiude la regular season con due sconfitte, non tanto per inferiorità ma per mancanza di uomini. Non si possono affrontare certe partite con quattro difensori ed otto attaccanti, totale dodici giocatori di movimento. Agli uomini scesi sul ghiaccio non si può dire nulla, il loro lo hanno fatto.

Hockey Milano Rossoblu – Asiago Hockey 1935 1-5 (1-0, 0-4, 0-1)

Reti: 1-0 Edoardo Caletti in doppia superiorità numerica (Andreas Lutz, Alexander Petrov) 8:01, 1-1 Taylor Edward Carnevale (Sean David Bentivoglio, Layne Ulmer) 27:57, 1-2 David Aaron Borrelli (Matteo Tessari, Kevin Devergilio) 28:17, 1-3 Kevin Devergilio (Sean David Bentivoglio, Scott Hotham) 33:06, 1-4 Layne Ulmer (Sean David Bentivoglio, Taylor Edward Carnevale) 39:12, 1-5 Taylor Edward Carnevale (superiorità numerica 2) (David Aaron Borrelli, Vincenzo Paolo Marozzi) 53:04

Tiri: Milano 23, Asiago 35

Penalità: Milano 8 (16 minuti), Asiago 8 (16 minuti)

Spettatori: 3073