Val Pusteria di misura. Vittoria all’overtime sul Milano

di Lorenzo De Vidovich e Giuseppe Poli 

Il Val Pusteria vince all’overtime una gara che ha rischiato di perdere contro un ottimo Milano, risollevandosi nei minuti finali. Val Pusteria senza Hofer e Oberrauch squalificati, più Purdeller, impegnato con l’Under 20. Milano senza Fontanive, Re e Piccinelli infortunati,  e durante il match coach Curcio deve rinunciare anche a Latin e Gherardi.

2014-12-11 Val Pusteria-Milano Rossoblu (2)I Lupi si rendono subito pericolosi, ma Caffi è attento su due discese e sui tiri di Makela e Bona. Vallorani tenta di irrompere in break ma non concretizza, quindi è di nuovo il Val Pusteria a ripresentarsi nel terzo d’attacco, fino al gol del vantaggio a 6:13 con Berzins, bravo a deviare un tiro dalla blu. Il Milano si sveglia e ci prova con Lutz dalla destra, poi con Campanale e Migliore, che non corregge nello slot un tiro dalla blu. Il Val Pusteria, superato il risveglio degli ospiti, cerca il raddoppio con A. Obermair e si rende più volte insidioso, lasciando spazio solo per un tiro di Murray. A 14:43, un po’ a sorpresa, arriva il pareggio del Milano: disco che rimane nello slot, e dopo vari batti e ribatti Gron è il più veloce ad insaccare a porta praticamente sguarnita. Campanale è poi provvidenziale sulla fuga di Devos. Altra azione Rossoblu con Vallorani che serve Borghi, fermato solo da Kuhn nello slot. Finisce il primo drittel con qualche rischio per il Milano ma in un sostanziale equilibrio.

Il secondo drittel comincia con il gol di Caletti in superiorità numerica, Scandella in panca puniti; il numero 15 rossoblù è bravo a trovare il pertugio da posizione centrale. Il Milano a questo punto ci crede cominciare a macinare quel gioco agguerrito targato Curcio, si difende con Caffi ed una solida difesa, sino a trovare il raddoppio a 8:09 con Gron, che penetra facilmente nel terzo d’attacco e con un back-hand beffa un Kuhn non impeccabile. Il Val Pusteria non è più lo stesso del primo drittel, e gli stessi giocatori lo capiscono, quindi la compagine di Richer torna a mordere e accorcia in power-play a 9:19, di nuovo con Berzins che devia il tiro centrale di Devos. E’ una bella partita, il Milano non sfrutta un minuto di doppia superiorità numerica è un minuto di 5vs4, poi è Murray a finire nel penalty-box e i padroni di casa ne approfittano pareggiando i conti con gol in mischia di Schweitzer al 16:13. Il Milano non ci sta e in meno di un minuto si riporta in vantaggio con Petrov, che riceve il disco da Colombo, si accentra e supera Kuhn. Caffi mette una pezza sulla fuga di Scandella e abbassa letteralmente la saracinesca sugli ultimi minuti di marca giallonera.

I Lupi, dopo il secondo intervallo, rientrano sul ghiaccio determinati e dopo solo 43″ trovano il pareggio con Schweitzer, ottimamente servito da Scandella. 2014-12-11 Val Pusteria-Milano Rossoblu (3)Poco dopo potrebbe essere il vantaggio per i padroni di casa ma prima il palo e poi la base esterna della gabbia negano la gioia del goal. Proprio nel momento in cui non si sa verso dove andrà l’inerzia della gara, Lutz pesca dal cilindro la rete del 5-4 Rossoblu a 45:48. Il Val Pusteria cerca il pareggio in tutti i modi, insidiando Caffi più volte e con più giocatori; l’estremo milanese nulla può al 53:53 quando è ancora Schweitzer, in superiorità numerica, ingenuità di Migliore, a bucare la rete. La gara non si sblocca, e si va all’overtime, che vede gli altoatesini più pericolosi in attacco. Dopo poco più di tre minuti dall’inizio del tempo supplementare, Devos ruba il disco a Murray in zona neutra, fugge verso la porta e trova il goal vittoria per il Val Pusteria.
Il Milano esce dalla Leinter Solar Arena con un punto prezioso e l’amaro in bocca per non aver fatto bottino pieno dopo un’ottima gara su un campo ostico. Il Brunico si conferma squadra cinica e pericolosa, capace di rompere l’inerzia in qualsiasi momento. Una partita che ha rispettato le aspettative della vigilia e di un match d’alta classifica. Il prossimo impegno per i ragazzi di Curcio è Sabato 13 Dicembre all’Agorà contro l’Asiago. In palio il primo posto della regular season anche se la vittoria potrebbe non bastare. Infatti saranno importanti anche gli incontri di Torre Pellice tra Valpe e Brunico e di Collalbo tra Renon e Fassa.

HC Val Pusteria Lupi – Hockey Milano Rossoblu 6-5 OT (1-1; 2-3; 2-1; 1-0)
Reti: 6:13 Berzins (Erlacher, Schweitzer), 14:43 Gron (Vallorani, Lo Russo), 21:12 Caletti (power-play) (Vallorani, Petrov), 28:09 Gron (no assist), 29:19 Berzins (power-play) (Devos, Helfer), 36:13 Schweitzer (power-play) (Glira. Bona), 37:10 Petrov (Colombo), 40:43 Schweitzer (Scandella, Devos), 45:48 Lutz (no assist), 53:53 Schweitzer (power-play) (Bona, Crepaz), 63:32 Devos (Kuhn)

HC Val Pusteria Lupi: Kuhn (Kosta); Makela, Helfer, Glira, Elliscasis, Althuber, Tiefenthaler; Devos, Scandella, Crepaz, Berzins, Bona, Schweizer, Rizzo, Tauber, Obermair B., Erlacher, Harrasser, Obermair A., De Lorenzo Meo, Egarter. Coach: Mario Richer
Hockey Milano Rossoblu: Caffi (Tesini); Campanale, Lutz, Murray, Lo Russo, Latin; Vallorani, Caletti, Gron, Petrov, Terzago, Migliore, Colombo, Gherardi, Borghi, Folini. Coach: Pat Curcio

Tiri: Val Pusteria 56, Milano 25
Penalità: Val Pusteria 3 (06:00)/ Milano 3 (06:00)
Arbitri: Benvegnù, Pianezze; Gruber, Unterweger
Spettatori: 1180