U14 – Splendido Trentino al memorial Obkircher. Ma vince sempre la Baviera

Per l’ottavo anno consecutivo la Baviera torna da Bressanone con con il trofeo in ricordo di Franz Obkircher, allenatore dei ragazzi dell’HC Bressanone deceduto verso alla fine del ‘900. Torneo con 6 squadre under 14 sviluppatasi in tre giornate.
Nelle prime battute della giornata di venerdì la Baviera si presenta subito vincendo due volte contro il Piemonte (la formula prevede una partita da due tempi dove ogni periodo fa punti a sé come fossero due gare). In testa va l’Alto Adige ma con due partite giocate in più; a farne le spese il Veneto. Nella prima gara la favorita “tra le italiane”, l’Alto Adige di casa, era stato sconfitto dal Trentino in una delle due partite per 1-3. Partita chiave che deciderà l’accesso alla finale.
Sabato la Lombardia, che il giorno prima aveva battuto una volta il Veneto, viene sconfitta nettamente dalla Baviera e subito dopo i trentini si prendono altri 4 punti nella rivincita della finale dello scorso Memorial Gianmario Scola di Canazei. Nel remake delle ultime 4 finali dell’Obkircher, la Baviera vince sull’Alto Adige e il Trentino segue il passo contro il Veneto, il quale perde poi anche contro la Baviera. Alto Adige e Trentino si confermano contro Piemonte e Lombardia (che s’erano divise la posta) per una classifica che sabato sera vede la Baviera a punteggio pieno con 16 punti, Trentino 14 e Alto Adige 10. Finale già decisa, perché con 4 punti a disposizione per ciascuno, l’Alto Adige ne difetta dal Trentino nel bilancio degli scontri diretti.
Nella giornata di domenica infatti la Baviera conferma la sua leadership sconfiggendo il Trentino in un anticipo della finale. L’Alto Adige fa invece il suo battendo la Lombardia ma buca la finale del “suo” torneo dopo 4 anni. Due punti a testa tra Piemonte e Veneto, per un terzetto in coda a tre squadre. 4 punti ciascuno anche nella classifica avulsa, il cucchiaio di legno spetta ai giovani della Lombardia per una differenza reti avulsa peggiore (8-17 = -9), dietro a Veneto (14-9 = +5) e Piemonte (12-8 = +4).
Finale senza storia, la Baviera trionfa per l’ottavo anno consecutivo al Torneo di Natale di Bressanone.

freccia Programma, formazione Trentino, Alto Adige e Veneto

Risultati

venerdì 5 dicembre 2014
Trentino – Alto Adige 3-1, 0-1
Veneto – Lombardia 2-3, 8-1
Baviera – Piemonte 8-1, 5-1
Alto Adige – Veneto 2-1, 4-0

sabato 6 dicembre 2014
Lombardia – Baviera 0-8, 0-15
Piemonte – Trentino 0-1, 1-2
Baviera – Alto Adige 4-2, 3-0
Trentino – Veneto 3-1, 2-1
Piemonte – Lombardia 0-1, 7-3
Veneto – Baviera 0-5, 1-7
Alto Adige – Piemonte 1-0, 5-0
Lombardia – Trentino 0-2, 1-5

domenica 7 dicembre 2014
Piemonte – Veneto 1-2, 4-2
Baviera – Trentino 2-0, 5-2
Lombardia – Alto Adige 0-4, 0-1

Classifica     pt PG  V N P   gol +/-
1. Baviera     20 10 10 0 0 62-7   55
2. Trentino    14 10  7 0 3 20-13   7
3. Alto Adige  14 10  7 0 3 21-11  10
4. Veneto       4 10  2 0 8 18-32 -14
5. Piemonte     4 10  2 0 8 15-30 -15
6. Lombardia    4 10  2 0 8  9-52 -43

Finale: Baviera – Trentino 10-1 (3-0, 7-1)

Albo d’oro


A Bressanone solo la Baviera più forte del Trentino

(dal sito del comitato regionale FISG Trentino) – Si è concluso con un soddisfacente secondo posto l’avventura della selezione trentina al Memorial Franz Obkircher di hockey su ghiaccio, torneo under-14 svoltosi a Bressanone in questo fino settimana. La squadra allenata da Andrea Valcanover è stata capace di costruirsi un cammino vincente nelle giornate di venerdì e sabato, quando ha superato per due volte Piemonte, Veneto e Lombardia, una l’Alto Adige, scontrandosi infine con la forza della selezione bavarese, apparsa nettamente più forte delle altre. Non è un caso che per i tedeschi questo sia l’ottavo successo consecutivo in questa manifestazione.

Comincia con un successo e una sconfitta il cammino della Rappresentativa trentina under-14 di hockey su ghiaccio al Torneo Internazionale Natalizio «Memorial Franz Obkircher», in programma in questo fine settimana allo stadio del ghiaccio di Bressanone. La selezione guidata da Andrea Valcanover ha esordio questo pomeriggio disputando due tempi, ciascuno dei quali in questa manifestazione vale come una partita sé stante, contro l’Alto Adige: il primo lo ha vinto per 3-1 con, il secondo lo ha perso per 1-0.
Dopo l’esordio di venerdì pomeriggio, ieri il Trentino ha proseguito spedito il proprio cammino nel Memorial Franz Obkircher, torneo di hockey su ghiaccio riservato a selezioni under-14, che si sta disputando a Bressanone. Dopo la vittoria e la sconfitta maturate contro l’Alto Adige, il sabato della formazione di Valcanover si è aperto con la doppia sfida contro il Piemonte, particolarmente significativa, perché ha rappresentato una sorta di rivincita della finale andata in scena al Memorial Gianmario Scola. Nella prima partita la squadra trentina si è imposta di misura (1-0) con un gol di Ceschini su assist di Weber, nella seconda ha invece prevalso per 2-1: la prima marcatura porta ancora la firma di Ceschini, bravo a sfruttare un assist di Misconel, mentre il secondo centro lo ha siglato Yuri Cristellon su assist di Ceschini, “man of the match” di questo incontro.
Egualmente importanti per la classifica finale i due successi strappati nel pomeriggio al Veneto. Il primo incontro è cominciato nel migliore dei modi, ovvero con una rete firmata da Cristellon, subito annullato dal pareggio del Veneto. Poco dopo ecco il raddoppio del Trentino con Deluca su assist di Deflorian e in contropiede il 3-1 finale firmato da Cristellon.
Nella seconda gara subito avanti il Veneto per 1-0, a sette minuti dal termine ecco il pareggio a coronamento di una netta supremazia territoriale trentina firmato da Mattia Weber su assist del solito Cristellon, che poi ha messo a segno il 2-1 definitivo raccogliendo un passaggio di Misconel.
In serata la selezione trentina ha poi superato prima per 2-0 (reti di Ceschini e Cristellon) e poi per 5-1 (reti di Deluca, Debertoldi, Ceschini e due volte Cristellon) anche la Lombardia e quindi domani giocherà la finale contro il Bayern, squadra contro la quale avrebbe dovuto disputare anche l’ultimo match del girone all’italiana, reso però inutile (e quindi cassato) dalla classifica, dato che le due squadre non sono più raggiungibili dalle altre.
Questo il commento di coach Valcanover dopo le prime due partite:

«Archiviata una gara intensa come quella contro il Piemonte, quella contro il Veneto andava interpretata in maniera tatticamente disciplinata ed in più la difficoltà maggiore derivava dal fatto di avere l’obbligo di vincere per poterci giocare l’accesso alla finale. Tatticamente siamo stati superiori a loro, ma era difficile riuscire a mantenere alto il livello della nostra attenzione e concentrazione. Nel primo tempo ci siamo riusciti senza grossi problemi, mentre abbiamo avuto qualche difficoltà in più nel secondo parziale, ma i ragazzi sono stati bravi ad avere una reazione d’orgoglio dopo lo svantaggio iniziale».

Il Trentino, che si è tolto la soddisfazione di tenere dietro di sé l’Alto Adige, solitamente finalista insieme alla Baviera, oggi ha dapprima disputato le due gare valide per il girone all’italiana (lunghe un tempo ciascuna) contro l’unica selezione straniera presente, perdendo la prima per 2-0 e la seconda per 5-2 (doppietta di Cristellon), poi, alle 12,30 l’ha affrontata nella finale, che è terminata 10-1. Il punteggio racconta di un divario molto ampio, creato soprattutto dalla fisicità dei bavaresi, che hanno impostato il gioco in maniera particolarmente dura fin dal primo ingaggio. Non è un caso se Yuri Cristellon, il bomber della selezione trentina, è dovuto uscire per infortunio nel corso del primo tempo, offrendo un grande vantaggio agli avversari. L’unica rete trentina porta la firma di Mattia Weber.
Si è trattato, comunque, di un’esperienza importante e formativa per i giocatori di casa nostra, opposti ad una selezione che può contare su una base molto ampia di atleti (oltre trecento). Nella classifica finale, dietro a Baviera e Trentino, troviamo Alto Adige, Veneto, Lombardia e Piemonte.