Il fine settimana del Pieve di Cadore

(dal sito del Pieve di Cadore) – Fine settimana con sole sconfitte, per le nostre squadre e solo un punto in carniere (della 16, sconfitta ai tiri di rigore).

UNDER 18 – I cavalli selvaggi del Vipiteno lasciano la Cadore Ice Arena, sabato 29, con l’intera posta.
Nel primo tempo gli ospiti approfittano della prima superiorità di cui godono e, quando sta finendo, vanno in gol al quinto minuto. Gli altoatesini, però, non dominano come ci aspettavamo e la prima sirena indica il minimo vantaggio.
Passano appena nove secondi dall’inizio del parziale quando capitan Marco Sanna ci porta sul pari. Gioia che dura poco: dopo tre minuti ancora i cavalli selvaggi in vantaggio. Cinque minuti dopo una bella combinazione tra scoiattoli porta in gol Giacomo Pompanin, ben servito da Federico Gentilini. Appena iniziato un periodo di superiorità loro liberano verso la nostra porta da metà campo. Il goalie Diego de Silvestro viene beffato dalla parabola seguita dal puck, evidentemente perso di vista mentre si dirigeva verso di lui. E’ una doccia fredda. Non riusciamo a reagire ed anche il secondo si chiude sul minimo vantaggio per loro.

Nel terzo parziale non riusciamo ad incidere ed al minuto 8 il gol che ci taglia le gambe. Si cerca qualche idea, che non arriva, ed a tre dalla fine, subiamo anche il quinto mentre siamo in inferiorità.
Il Vipiteno, del resto, è terzo in classifica ed evidentemente sa come amministrare le situazioni che gli si presentano, gestendo il power play con tranquillità e colpendo al momento giusto.

PIEVE – VIPITENO 2-5 (0-1, 2-2, 0-2)

Sabato 6 dicembre gli orsi maggiori andranno ad Asiago, oggi vincente in tranquillità con una delle ultime della classe, il Merano. Dopo la terza affronteremo la seconda: si preannuncia ancora più dura di oggi.


UNDER 16 – Dopo aver affrontano domenica scorsa, subendo la sconfitta per 5 a 4 all’overtime, le linci del Pergine, gli “orsi di mezzo” ritornano alla Cadore Ice Arena per affrontare, … ancora le stesse linci … (è il recupero della seconda giornata).
Si parte bene: 42 secondi e “Ale Fresh” (Alessandro Frescura), capitano in sostituzione dell’infortunato titolare dei gradi, Mirco Talamini, porta la squadra in vantaggio. Gioia che dura pochi istanti: minuto 1.26 e pareggio del Pergine. Al quarto giro delle lancette ancora orsi in vantaggio: va a segno il più piccolo di età del gruppo, la “zecca” Giacomo Longo, servito dal penultimo in ordine di età, Giorgio “Ciccio” Panciera. Non ci sono altre reti sino alla prima sirena.
Nel secondo tempo sfruttiamo (finalmente!) un power play: ancora capitan “Fresh” in gol. Quattordici secondi e le linci accorciano nuovamente. A cinquantadue secondi dalla seconda sirena gran tiro dalla blu di “Francy” Taufer. Il palo fa “ding” ed il disco entra. Gli arbitri assegnano il gol ancora a “Fresh”, forse autore di una leggera deviazione. Si va al secondo riposo sul 4 a 2.
Passati 24 secondi nel terzo ancora le linci ad accorciare e, dopo sette minuti, la doccia fredda del pareggio. Ci sarebbero occasioni da ambo le parti, delle quali l’ultima, a sette secondi dalla fine, sulla stecca ancora di “Fresh”. Niente da fare: tempi regolamentari come sette giorni fa: 4-4.
All’over time giochiamo anche due minuti in tre contro quattro,a ma riusciamo a reggere sino alla fine. Si va ai rigori.
Noi segniamo i primi due e loro li falliscono. I nostri però sbagliano i successivi tre e loro ne segnano due: ancora pari. Si va ad oltranza.
La sfida all'”O.K. Corral” è questione tra il nostro “Fresh” (tre gol nei tempi regolamentari) ed il “cosmonauta” del Pergine, Yuri Cristellon (due gol ed un assist nel regular time). “Fresh” sbaglia ed Yuri no. Un punticino (che non serve molto) a noi e due (che sono preziosissimi) a loro. Soliti, usuali, rimpianti, per l’occasione mancata.

PIEVE – PERGINE 4-5 dtr (2-1, 2-1, 0-2, 0-0, 0-1)

Prossimo appuntamento domenica 15 dicembre quando ospiteremo gli scoiattoli di Cortina.


UNDER 14 – Orsi minori attesi da una importante prova di maturità nell’affrontare, sabato 29, i leoncini dell’Asiago, squadra che segue in classifica la capolista Alleghe.
Nei primi minuti dell’incontro è il nostro terzino, Raul de Martin, a portarci in vantaggio. Veniamo però subito raggiunti. Prima sirena sul 1 a 1.
Il secondo drittel si chiude a reti bianche. Loro sembrano più tranquilli, noi siamo impauriti. Coach Luciano cerca di dare la sveglia, ma neppure quelli che hanno tenuto in piedi, sino ad ora, la squadra, sono in giornata, anzi sono molto sottotono, forse anche stanchi dall’impegno frequente nella categoria superiore.
Giochiamo anche un 5 contro 3 ma, nonostante le raccomandazioni del coach, cerchiamo cose impossibili, invece di amministrare con sagacia tattica ed aspettare il momento propizio.
La punizione è dietro l’angolo e, dopo vari salvataggi, il nostro goalie capitola. L’Asiago ha anche due rigori a favore, che non sfrutta. Finisce con amarezza per i ragazzi e delusione di coach Luciano, a cui i suoi sono sembrati non orsetti, ma “agnelli bagnati”.
La paura che dimostriamo, quando affrontiamo squadre, sulla carta, più forti di noi, si continua a vedere. Ci sarà ancora molto da lavorare.
Gli unici che sembrano salvarsi sono i nostri due goalie, che ci hanno tenuto sempre in partita.

Ora settimana di pausa. Di nuovo in campo sabato 13 dicembre, a Malè contro il Val di Sole, ormai nostra avversaria diretta per la conquista del quarto posto, ultimo utile per andare, direttamente, avanti. Da quella data inizia il “tour de force”: un mese in cui dovremo affrontare, alla Cadore Ice Arena, le prime della classe, che ci hanno sconfitto all’andata. Speriamo l’aria di casa faccia bene. Intanto iniziamo a pensare alla trasferta del 13, molto importante.

(dal sito dell’Asiago, Marco Rigoni) – Sabato 29 novembre l’Asiago ha affrontato il Pieve, gli orsetti cadorini inseguivano i leoncini in classifica distanziati di tre punti e quindi la partita era molto importante per entrambe le squadre. Nel primo tempo dopo 3,39” l’Asiago va sotto con una deviazione sfortunata di Forte Michele che spiazza il nostro goalie Rigoni Rudy, su tiro di De Martin Raul. Disco al centro e reazione immediata dei giallorossi che impattano al 3,47” con un bel diagonale di Baccarin Pietro che fulmina il loro portiere. Il primo tempo prosegue con le squadre che giocano alla pari con belle azioni da entrambe le parti. Alla metà del primo drittel coach Marian Holaza è costretto ad abbandonare la panchina per un infortunio alla mano e in panca momentaneamente si alternato prima Carlo Rigoni e poi Massimo Mocellin. Il primo periodo si conclude quindi sul parziale di 1 a 1. Secondo tempo fotocopia del primo, con molto equilibrio in campo, ci sono occasioni da entrambe le parti e i portieri si dimostrano all’altezza con belle parate. Secondo parziale a reti bianche e bisognerà attendere la terza frazione per vedere chi riuscirà a prevalere. All’inizio del terzo tempo ritorna in panca il nostro allenatore con 4 punti di sutura e speriamo di far nostri anche i 3 punti in palio. Anche l’ultimo drittel inizia in equilibro, ma al 5,35” ancora Baccarin Pietro è molto bravo a liberarsi in area e infilare il loro portiere sulla sinistra. Il Pieve cerca di rientrare in partita, ma i leoncini riescono a contrastare gli attacchi e mantenere il risultato. Al 14,26” Pertile Giovanni si invola verso la porta avversaria, ma viene ostacolato fallosamente e l’arbitro decreta il rigore a nostro favore. Potrebbe essere la rete della sicurezza, ma il nostro n. 17 fallisce l’opportunità. Passano 3 minuti e nuovo penalty per i giallorossi, ancora con Pertile Giovanni che viene trattenuto in contropiede. Il nostro attaccante si fa stregare nuovamente e i cadorini possono ancora sperare di recuperare la partita. Al 18,58” il coach degli orsetti chiama time out e cerca di sfruttare l’uomo di movimento in più, ma sono i leoncini ad avere due ghiotte occasioni per chiudere la partita, ma prima Tessari Alessandro e poi ancora Pertile Giovanni falliscono l’empty net gol. La sirena finale decreta la vittoria dei nostri ragazzi che anche oggi hanno disputato una bella partita contro un ottimo avversario. Con questi 3 punti l’Asiago continua la sua marcia in classifica posizionandosi saldamente al secondo posto a pari punti con le linci del Pergine. Prossimo appuntamento tra 15 giorni in Val di Non per chiudere in bellezza il girone d’andata. Nel prossimo fine settimana spazio alla rappresentativa del Veneto impegnata nel torneo natalizio di Bressanone, dove parteciperanno ben 7 nostri giocatori.

ASIAGO – PIEVE 2-1 (1-1, 0-0, 1-0)
Marcatori Asiago: Baccarin Pietro (2 reti)

Classifica provvisoria alla 10ª giornata:
Alleghe* 24 punti; Pergine* e Asiago 21; Pieve* e Val di Sole 15; Fassa*** e Fiemme** 12; Val di Non* 9; Feltre* 3; Trento* e Zoldo 0.
*** 3 partite in meno – ** 2 partite in meno – * 1 partita in meno


UNDER 12 – Cinque orsetti in viaggio, domenica 30, verso Corvara, per dare rinforzo alla squadra alto atesina, impegnata contro il Renon, secondo in classifica. Partono due difensori e tre attaccanti a comporre una linea completa: due 2003 (Matteo da Rin Zanco e Mattia Passuello) e tre 2004 (Angelo Mazzoleni, Enrico Larcher e Marco Vettor): Finisce 5 a 1 per il Renon, ma i nostri si comportano molto bene: la nostra linea subisce solo una delle cinque marcature. Quanto dimostrato dai nostri piccoli ci conforta: evidentemente possiamo reggere anche l’hockey dell’Alto Adige. Quella con il Corvara si sta rivelando, come la dirigenza riteneva, sempre più una esperienza positiva. Bravi ragazzi.

ALTA BADIA – RENON 5-1

Domenica 7 si va ad Asiago, per il “torneo” promozionale del Veneto


UNDER 8 – “MAGLIE MISTE” AD ASIAGO – Festa ad Asiago, domenica 30, per i nostri baby, accompagnati da Mario de Bona, oggi “condottiero” non solo dei più grandi dell’under 18, ma anche dei più piccoli in assoluto. Partono due pulmini con undici “minihockeisti”. Uno, Mattia Gungui, è al suo primo appuntamento. Gli altri dieci sono ormai “veterani” (… molti sono già al secondo maglie miste eh …).
Tutto bello e non diciamo altro. Siamo sempre più felici che il roster dei più piccoli si allunghi sempre più e sarebbe ancora più lungo se alcuni non fossero ancora “intesserabili” non avendo compiuto i cinque anni. Provvederemo in tal senso, mano a mano che i piccoli soffieranno sulle candeline delle torte, sperando che questo sport appassioni loro ed i loro genitori.


UNDER 10 – Unica squadra in pausa. Domenica 07 minitorneo, tutto bellunese, in casa, con Alleghe, Auronzo e Cortina