Il Cortina porta a casa un punto dall’Odegar di Asiago

Di fronte all’ospite della serata Chris Di Domenico, 186 punti in 93 gare disputate con la divisa dei leoni, l’Asiago scende sul ghiaccio per ripetere la vittoria contro il Caldaro, nonostante le assenze di Borrelli, DeVergilio, Andrea e Michele Strazzabosco. Di fronte, per il derby veneto, il Cortina di coach Christopher Oly Hicks si trova costretto a fare a meno di Zanatta e Tiloro. John Parco decide di inserire il giovane Magnabosco in prima linea con Ulmer e Bentivoglio, mentre per il Cortina non cambia nulla (De Bettin-Dingle-Gron).

Partita che fin dall’inizio regala poco intrattenimento, con gioco sporadico, dove la prima occasione arriva dopo 5’08’’ quando Bentivoglio impatta su Borelli dopo un bell’asse con Ulmer. Una difesa dell’Asiago disattenta permette agli ospiti di trovare la rete del vantaggio al minuto 6:13 : Adami aggira la porta, Sullivan lascia totalmente libero Dingle, che dalla media piazza il puck alla sinistra di Marozzi. I giallorossi cercano di trovare la via del pareggio, prima con Magnabosco e successivamente con Benetti, ma è solamente al minuto 12:35 che si presenta una ghiotta occasione : 5vs3 a favore dei leoni, con Albers (2+10 per cattiva condotta) che va a fare compagnia in panca puniti a Menardi (2+2 per carica con bastone ed eccessiva durezza), ma arriva solamente un legno colpito da Hotham dalla blu. La rete del pareggio arriva in situazione di 5vs4, al minuto 15:01, quando Matteo Tessari sfrutta un rebound lasciato da Borelli su tiro di Iori. Il terzo iniziale termina con due tentativi dalla blu di Federico Lacedelli.

I primi e unici minuti di penalità per l’Asiago arrivano al minuto 2:07 del terzo centrale, causa sgambetto di Mattivi, ma l’occasione più nitida si presenta sulla stecca di Iori in contropiede. Marozzi si supera su Menardi al minuto 5:26, quando stende il gambale destro e salva la gabbia da un puck che sembrava già dentro. Un compito che effettua pure Borelli 20’’ dopo, quando stoppa per due volte consecutive un Matteo Tessari alla ricerca della doppietta personale. Un cambio sciagurato dei padroni di casa, permette a Dingle di farsi metà campo in solitaria e infilare il puck tra i gambali di Marozzi : minuto 7:06, 2-1 Cortina. L’Asiago cerca di rispondere subito, prima con Bentivoglio e successivamente con Sullivan, ma la rete del pareggio arriva solamente a 2’04’’ dalla seconda sirena : Nicola Tessari, alla seconda rete consecutiva in campionato, devia uno slap dalla blu di Marchetti. Ulmer si divora la rete del 3-2 a 44’’ dal thè caldo, piazzando il puck nell’angolo sbagliato.
Cortina molto propositivo nei primi minuti del terzo periodo, con Riccardo Lacedelli molto vicino alla rete. L’Asiago esce con prepotenza tra il minuto 8 e 9, mettendo le tende nel terzo offensivo : ci provano Ulmer e Marchetti, prima che Borelli, alla prima occasione, fermi il puck sul ghiaccio per prendere fiato. Marozzi si supera per la seconda volta in serata al minuto 13:52, quando si allunga su una botta sicura di De Zanna, mente Borelli effettua il miracolo su Ulmer nemmeno un minuto dopo. Nonostante una difesa molto ballerina, l’Asiago si salva e porta la partita all’OT. Un extra-time che fa felice la truppa di coach Parco, che dopo 1’27’’ trova la rete della vittoria grazie a Iori.

Supermercati Migross Asiago – Hafro SG Cortina 3-2 OT (1-1, 1-1, 0-0, 1-0)

Reti : 0-1 / 06:13 / Dingle (Adami); 1-1 / 15:01 PP / M.Tessari (Marchetti, Iori); 1-2 / 27:06 / Dingle (Adami, Gellert); 2-2 / 37:56 / N.Tessari (Marchetti, Pace); 3-2 / 61:27 / Iori (Tessari, Sullivan)

Supermercati Migross Asiago : Marozzi (Tura); Sullivan, Mattivi, Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham; Tessari N., Presti, Pace, Tessari M., Stevan, Ulmer, Bentivoglio, Iori, Benetti, Olivero, Magnabosco.
Allenatore : John Parco

Hafro SG Cortina : Borelli (Valle Da Rin); Fabris, Lacedelli, Albers, Soravia, Gellert, Vallazza; De Zanna, De Bettin, Dingle, Lacedeli, Bravin, Adami, Menardi, Talamini, Wunderer, Gron.
Allenatore : Christopher Oly Hicks

PIM : 2-18 (0-16; 2-2; 0-0; 0-0)
Spettatori : 810
Arbitri : Ferrini, Loreggia
Linesman : Basso, Facchin