Il resoconto della sedicesima giornata

Serie A – Itas Cup 15° giornata – Stagione Regolare – sabato 15 novembre.

Fanno festa tutte le formazioni in trasferta in questa sedicesima giornata di Serie A – Itas Cup e la classifica rimane fondamentalmente inalterata con i Rittner Buam che pur avendo disputato due partite in più, mantengono la prima posizione. Alle spalle dei Campioni d’Italia che si confermano imbattibili lontano dal ghiaccio di Collalbo, si conferma il Val Pusteria che passa a Cortina, così come l’Asiago, il Valpellice ed il Milano, vincitori, rispettivamente, a Caldaro, Egna ed Appiano. Il Vipiteno batte il Fassa e risale preziose posizioni nella tabella generale.

SHC Fassa – SSI Vipiteno Weihenstephan 1-4 (1-1, 0-2, 0-1)
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 19:30. Larga affermazione del Vipiteno che dopo due sconfitte consecutive (ad Asiago ed in casa contro il Gherdëina) ritrova la via della vittoria sul ghiaccio di Alba di Canazei. Il Fassa, sfruttando una delle poche superiorità numeriche a suo favore dell’intera partita, si era portata in vantaggio con la segnatura del ventenne trentino Michele Marchetti, dopo appena quattro minuti dal face-off iniziale. Ma a lungo andare il Vipiteno ha messo in mostra una migliore organizzazione di gioco e con le realizzazioni di Patrick Mair, Jordan Owen, Hannes Stofner e Simon Baur ha fatto girare il risultato in suo favore. Con i tre punti conquistati allo Scola, la formazione di Axel Kammerer si porta a quota 21, al settimo posto in classifica, scavalcando Appiano e Cortina. I ragazzi di Erwin Kostner invece, infilano la sesta sconfitta consecutiva di questa ennesima sfortunata stagione sportiva.

MARCATORI: 1-0 Michele Marchetti (superiorità numerica) (Tony Vidgren, Sami Juhani Ryhanen) 4:04; 1-1 Patrick Mair (superiorità numerica) (Matti Jonas Naatanen, R. Jordan Sayers Owens) 9:59; 1-2 R. Jordan Sayers Owens (Hannes Stofner, Fabian Hackhofer) 22:16; 1-3 Hannes Stofner (R. Jordan Sayers Owens, Patrick Mair) 32:21; 1-4 Simon Baur (superiorità numerica) (Patrick Mair, R. Jordan Sayers Owens) 43:56.
Arbitri: Davide Deidda, Gregory Loreggia; Maurizio Lorengo, Manuel Manfroi.

Sv Caldaro Rothoblass – Supermercati Migross Asiago 1-6 (0-2, 0-2, 1-2)
Raiffeisen Arena di Caldaro – ore 19:30. L’Asiago controlla facilmente l’agonismo del Caldaro e chiude facilmente e largamente la trasferta in bassa atesina con una vittoria di tipo tennistico. Due segnature di Layne Ulmer, ed un goal a testa di Miglioranzi, Diego Iori, Matteo e Nicola Tessari hanno permesso alla formazione di John Parco di strapazzare i Lucci di Don MacAdam. La partita era, di fatto, già decisa, dopo 25 minuti di gioco, allorquando i Leoni dell’altopiano la conducevano con un largo 4 a 0.
E’ la terza vittoria consecutiva per i giallo-rossi che sono risorti dopo la sconfitta a Brunico. Totalmente diverso il discorso per il Caldaro che dopo aver violato, invero un po’ a sorpresa, il ghiaccio dell’Agorà ha poi perso tre volte di fila confermando un miglior rendimento in trasferta.
MARCATORI: 0-1 Enrico Miglioranzi (superiorità numerica) (Stefano Marchetti, Diego Iori) 3:09; 0-2 Layne Ulmer (Daniel Anthony Sullivan, Jose Magnabosco) 7:32; 0-3 Matteo Tessari (Daniel Anthony Sullivan, Diego Iori) 21:13; 0-4 Diego Iori (Fabrizio Pace, Scott Hotham) 25:42; 0-5 Nicola Tessari (Mirko Presti) 44:47; 1-5 Denny Deanesi (superiorità numerica 2) (Douglas Janik) 46:47; 1-6 Layne Ulmer (superiorità numerica) (Jose Magnabosco, Sean David Bentivoglio) 52:15.
Arbitri: Thomas Gasser, Andrea Moschen; Alex Waldthaler, Alex Wiest. Spettatori: 157.

HC Appiano Roi Team Consultant – Hockey Milano Rossoblu 1-4 (1-1, 0-2, 0-1)
Stadio del Ghiaccio di Appiano – ore 19:30. Incredibile Milano!!! Vince per l’undicesima volta nelle ultime dodici giornate e resta in compagnia di Asiago e Valpellice alle spalle del Val Pusteria e dei Rittner Buam. Pronti via e la squadra di Patrick Curcio, passa subito in vantaggio grazie al goal del venticinquenne canadese Tyler Gron. Il pareggio di Philipp Jaitner non scoraggia i meneghini che confermano di aver il penalty killing più pericoloso dell’intero torneo grazie anche ad un David Vallorani implacabile nelle controfughe. Il venticinquenne italo-canadese segna infatti per ben due volte (l’ultima a porta vuota) in situazioni di uomo in meno e le sue segnature, inframezzate dal punto siglato da Marcello Borghi, chiudono definitivamente la pratica Appiano. I Pirati, reduci dalla brillante vittoria esterna di Collalbo, non hanno brillato come ci si sarebbe aspettato ma forse la loro prova poco appariscente è legata anche alla bella performance dei rossoblu che, soprattutto in trasferta, sono oramai da considerare una formazione di primissimo rango.
MARCATORI: 0-1 Tyler Gron (Tommaso Migliore, Alexander Petrov) 0:30; 1-1 Philipp Jaitner (Tobias Ebner) 6:47; 1-2 David Vallorani (inferiorità numerica) (Matthew Campanale) 34:05; 1-3 Marcello Borghi (Christhopher Murray, Tommaso Migliore) 36:37; 1-4 David Vallorani (inferiorità numerica) (porta vuota) (nessun assist) 58:21
Arbitri: Fabio Lottaroli, Alex Lazzeri; Federico Pace, Marco Mori. Spettatori: 725.

HC Egna Riwega – Hc Valpellice Bodino Engineering 1-2 (0-1, 0-0, 1-1)
Wurth Arena di Egna – ore 19:30 La quarta sconfitta consecutiva per l’Egna coincide con la quarta vittoria consecutiva dei Piemontesi e tale risultato conferma al vertice del campionato la formazione di Jeff Pyle. Nel primo drittel i Bulldogs passano in vantaggio con Marco Pozzi. Poi, dopo un secondo drittel concluso a reti inviolate, nel tempo finale, la Valpe trova subito il raddoppio sulla prima azione di gioco. L’Egna prova a rimettere tutto in discussione accorciando le distanze a metà del tempo, in situazione di superiorità numerica, ma il fortino di Dusan Sidor resiste fino alla sirena ed i Torresi portano a casa una vittoria tanto preziosa quanto meritata.
MARCATORI: 0-1 Marco Pozzi (Matt Pope, Scott Nicolas Campbell) 6:06; 0-2 Matt Pope (Francesco De Biasio) 40:34; 1-2 Manuel Lo Presti (superiorità numerica) (Steve Pellettier, Flavio Faggioni) 51:43
Arbitri: Michele Gastaldelli, Karel Metelka; Christian Cristeli, Claus Unterweger. Spettatori: 437.

Hafro Sg Cortina – HC Val Pusteria Lupi 2-3 (1-1, 0-1, 1-1)
Stadio Olimpico di Cortina – ore 19:45. Un Val Pusteria cinico ed attendista ha violato il difficile ghiaccio ampezzano al termine di un incontro assai combattuto che ha visto gli scoiattoli sempre costretti a rincorrere il risultato. I locali recuperavano dopo un lungo periodo, contemporaneamente, la loro coppia di attaccanti di prestigio: Stanislav Gron e Ryan Dingle, mentre gli ospiti dovevano fare a meno dello squalificato Erlacher e dell’infortunato Lukas Tauber. I Lupi Pusteresi passavano presto in vantaggio con una giocata della terza linea (Rizzo-Schweitzer-Crepaz) conclusa in goal da Lukas Crepaz; il pareggio per i padroni di casa arrivava nel corso del primo tempo ed era firmato da Francesco Adami. Nel secondo drittel i giallo-neri sfruttavano al meglio una situazione di power play e ritrovavano il vantaggio con una segnatura che partiva dal lavoro della prima linea pusterese, (Scandella-Oberrauch- Devos) ed era concretizzata da Giulio Scandella. Gli scoiattoli non demordevano e ritrovavano il pari con Stanislav Gron. La gara sembrava destinata ai supplementari ma a tre minuti dalla sirena ed ad pochissimi secondi dalla conclusione dell’unico Power Play concesso dagli Scoiattoli in tutto il terzo drittel, la formazione di Mario Richer trovava il punto della vittoria grazie a Capitan Armin “Amme” Helfer, che sfruttava un passaggio di Bona, e con un tiro dalla linea blu chiudeva i conti con il team guidato dall’ex coach pusterese Oly Hicks.
MARCATORI: 0-1 Lukas Crepaz (Patrick Rizzo, Danny Elliscasis) 2:36; 1-1 Francesco Adami (Peter Wunderer, Paul Albers) 17:28; 1-2 Giulio Scandella (superiorità numerica) (Max Oberrauch, Daniel Glira) 30:44; 2-2 Stanisav Gron (Christian Menardi, Alexander Gellert) 45:06; 2-3 Armin Helfer (superiorità numerica) (Patrick Bona, Armand Berzins) 56:46
Arbitri: Luca Cassol, Claudio Pianezze; Crisitiano Biacoli, Luca Zatta. Spettatori: 475.

Hc Gherdëina valgardena.it – Rittner Buam 1-2 (1-2, 0-0)
Stadio Pranives di Selva di Val Gardena – ore 20:30. I Rittner Buam “da trasferta” espugnano il ghiaccio valgardenese al termine di un combattuto match. La gara si decide completamente già nel primo drittel ed i quaranta minuti successivi non cambiano il risultato maturato dopo i primi venti minuti di gioco. Le furie rosse, sconfitte, debbono rammaricarsi soprattutto per non aver sfruttato a loro favore, tutte, le numerose situazioni di power play ( 6 contro 2 ) avute nell’arco della gara. I campioni d’Italia dopo la pesante battuta d’arresto casalinga contro l’Appiano, hanno infilato stasera la nona vittoria esterna consecutiva sulle nove gare finora disputate lontano da Collalbo. I Buam sono, infatti, passati vincenti, in ordine cronologico, negli stadi del ghiaccio di Fassa, Val Pusteria, Milano, Vipiteno, Appiano, Cortina, Caldaro, Egna e, stasera, di Gherdëina, e se sapranno regolamentare il rendimento casalingo uniformandolo a quello esterno, sarà difficile per chiunque poter sfilare dalle maglie dei Buam lo scudetto tricolore. Stasera una doppietta di Lorenz Daccordo ha permesso alla formazione di Marty Raymond di dimenticare in fretta lo scivolone contro l’Appiano e di tenere a distanza tutte le avversarie.
MARCATORI: 0-1 Lorenz Daccordo (Max Ploner, Christian Borgatello) 1:07; 1-1 Anthony Nigro (superiorità numerica) (Daniele Veggiato, Jacob Leslie Newton) 4:23; 1-2 Lorenz Daccordo (Travis Ramsey, Eric Johansson) 15:34.
Arbitri: Claudio Ferrini, Luca Marri; Omar Piniè, Fabrizio De Toni. Spettatori: 950.

Classifica Serie A – Itas Cup:
Renon** 40; Val Pusteria 37; Valpellice, Asiago, Milano* 34; Gherdeina 28; Vipiteno* 21; Appiano 20; Cortina 19; Egna 14; Caldaro 7; Fassa 6.
**due partite in più
*una partita in più

Tags: