Il 60° minuto : Montreal e Toronto, bene così

di Gabriele Morganti

Due giorni di hockey americano all’insegna del quanto fa bene giocare in casa. Sono stati infatti tredici gli incontri disputati, dodici dei quali hanno visto la squadra di casa portare a casa la vittoria. Analizziamo le giornate.

Martedì 11 Novembre

La giornata di martedì ci riserva la maggior parte dei match, sono gli undici gli incontri disputati nella serata. Partiamo da quello del Prudential Center che vedeva di fronte Minnesota Wild e New Jersey Devils, con entrambe le squadre in un momento no della stagione. I Devils vengono da quattro sconfitte di fila e gli Wild da tre. Cory Schneider, goalie dei Devils, è in formissima e, anche grazie all’aiuto di Jaromir Jagr e Mike Cammalleri, con interventi strepitosi fa vincere i suoi Diavoli con il punteggio di 3 a 1. Per i Wild si tratta della quarta sconfitta consecutiva, e così proprio non può andare avanti : dopo il bell’inizio di stagione, urge finire al più presto questa striscia negativa.

Al Nassau Coliseum non c’è assolutamente storia nel match che vedeva impegnati Colorado Avalanche e New York Islanders, dove quest’ultimi, i padroni di casa, sono stati in grado di asfaltare i poveri Avalanche con il risultato finale di 6 a 0. Shutout per Jaroslav Halak e quarta vittoria consecutiva per i suoi Islanders.
Al Madison Square Garden, la prestazione superlativa di Henrik Lundqvist porta i suoi New York Rangers a trionfare per 5 a 0 sui Pittsburgh Penguins. Il goalie svedese para tutti i 33 tiri che arrivano dalle sue parti, e abbinata all’ottima prestazione offerta di Rick Nash, un goal e due assist, pongono fine alla striscia di vittorie consecutive dei Penguins.
Al Verizon center di Washington vincono i Capitals sui Columbus Blue Jackets, con il punteggio finale di 4 a 2. Decisive le prestazioni di Marcus Johansson e Alex Ovechkin, dove entrambi siglano una doppietta.
Nello scontro tutto canadese tra Montrèal Candièns e Winnipeg Jets, tenutosi a Montrèal, i padroni di casa continuano la loro galoppata nella Eastern Conference, piazzandosi così secondi grazie alle tre vittorie consecutive. 3 a 0 Montrèal e shutout, il primo dell’anno, per Corey Price.
Al BB&T Center vincono i Florida Phanters ai danni di San Josè, con il punteggio finale di 3-1, grazie ad un ottimo Roberto Luongo tra i pali e ad una squadra organizzata e diligente.
Allo Scottrade Center di St. Louis, i Blues si impongono con un netto 6 a 1 sui Buffalo Sabres.Da segnalare la tripletta di Jori Lehtera. A Nashville i padroni di casa vincono 3 a 2 sugli Edmonton Oilers. I Predators tirano più degli ospiti e mettono dentro ben tre goal solamente nel primo drittel. Il match dello United Center di Chicago, tra Blackhawks e Lightning finisce agli shootout. Il punteggio finale è di 3 a 2 per i padroni di casa che mettono fine alla striscia di sei vittorie consecutive di Tampa Bay, in una partita dove spiccano le prestazioni di entrambi i goalie. Al Gila River Arena gli Arizona Coyotes escono sconfitti per 4 a 3. A vincere lo scontro sono i Dallas Stars, con il game winning goal di Ryan Garbutt. Il match canadese di Vancouver che vedeva di fronte Canucks e Senators va ai padroni di casa al termine dell’overtime, grazie al 4-3 siglato da Alex Burrows.

Minnesota @ New Jersey 1-3
Colorado @ New Jersey 0-6
Pittsburgh @ NY Rangers 0-5
Columbus @ Washington 2-4
Winnipeg @ Montréal 0-3
San Josè @ Florida 1-4
Buffalo @ St. Louis 1-6
Edmonton @ Nashville 2-3
Tampa Bay @ Chicago 2-3 SO
Dallas @ Arizona 4-3
Ottawa @ Vancouver 3-4 SO
Risultati 12 Novembre
Boston @ Toronto 1-6
Los Angeles @ Anaheim 5-6 SO

Mercoledì 12 Novembre

Nella giornata di mercoledì sono stati disputati solamente due. Il primo è quello tra Toronto e Boston all’Air Canada Center, dove i canadesi regolano con un rotondo 6-1 gli orsi dell’est statunitense. Tre punti per Tyler Bozak e doppietta per Phil Kessel.
Nel secondo match della giornata, all’Honda Center di Anaheim, i Ducks vincono un incontro tiratissimo contro i Kings, deciso solamente dopo gli shootouts. Risultato finale di 6 a 5.