L’Italia Under 16 vince anche contro la Slovenia

Parlando di ragazzi, specie così giovani, ha poco senso parlare di risultati, andrebbe vista la crescita, che solo gli allenatori e i tecnici dall’occhio fino possono raccontarci. Tuttavia la terribile stagione passata sembra un ricordo: l’Italia under 16 torna da St. Pölten anche con gli onori delle vittorie. Nell’ultima gara dell’Austrian Hockey Board Tournament l’Italia di Giovanni Marchett, dopo aver sconfitto con cinicità l’Ungheria (prima di questo torneo) s’è tolta la soddisfazione di battere anche la Slovenia.

La vittoria di ieri dell’Austria aveva già precluso ogni possibilità di vittoria del torneo da parte dell’Italia. Contro la Slovenia, gli austriaci in doppio vantaggio nel primo tempo si sono fatti rimontare strada facendo. Decide però Zitz in 5 contro 3 a 12 minuti dalla fine.

Contro gli stessi sloveni l’Italia si presenta davanti a loro in classifica per quanto gli avversari non avevano sfigurato nei match precedenti. Fino a metà partita il risultato non si sblocca, poi la Slovenia di Jaka al 32:39 va in powerplay e sostituisce il portiere. Dopo 15 secondi arriva il gol ma l’Italia non si scompone e raggiunge il pareggio in due minuti con Topatigh. A un minuto e mezzo dalla fine del secondo tempo gli sloveni hanno però il terzo powerplay di giornata, e lo concretizzano per la seconda volta col gol del 2-1. Al 47° è ancora pareggio, con la marcatura di Alverà. La partita va così all’overtime durante il quale l’Italia vince la partita. Segna il difensore del Vipiteno Diego De Colle.
E’ stato  un torneo che ha esaltato le qualità dei portieri. Per questo il premio di “Best Goaltender” assegnato a Robin Quagliato del Vipiteno riempie ancora più d’orgoglio.

L’ultima partita è valsa per stabilire la vincente di questo torneo. Per conquistarlo gli ungheresi dovevano vincere nei 60 minuti e così è stato. Il goalie magiaro Szeles sfodera la partita perfetta e il gol di Szecsi al 6° basta per battere l’Austria ed aggiudicarsi il torneo in virtù dello scontro diretto. All’Italia nemmeno il rammarico del punto “perso” che avrebbe dato agli Azzurri la testa della classifica a pari punti con Austra e Ungheria, visto che per il bilancio degli scontri diretti non avrebbe comunque vinto il titolo. Certo, è invece stato uno sgambetto agli Austriaci, che con i 6 punti dell’Italia avrebbero vinto loro.

freccia Formazioni

Risultati U16 Austrian Hockey Board Tournament
St. Pölten, Austria, 6-8 novembre

freccia giovedì 6 novembre 2014
Italia – Austria 0-3 (0-2, 0-1, 0-0)
Slovenia – Ungheria 1-3 (0-1, 0-2, 1-0)

freccia venerdì 7 novembre 2014
Ungheria – Italia 3-5 (0-1, 0-2, 3-2)
Austria – Slovenia 3-2 (2-0, 0-1, 1-1)

sabato 8 novembre 2014
Slovenia– Italia 2-3 o.t. (0-0, 2-1, 0-1, 0-1)
Austria – Ungheria 0-1 (0-1, 0-0, 0-0)

Classifica pt i V -wt P gol +-
Ungheria    6 3 2 0-0 1 7-6  1
Austria     6 3 2 0-0 1 6-3  3
Italia      5 3 1 1-0 1 8-8  0
Slovenia    1 3 0 0-1 2 5-9 -4

Tabellino

Austria – Slovenia 3-2 (2-0, 0-1, 1-1)
Marcatori: 14:04 (1-0) Artner Fabio (Maurer Philipp), 15:44 (2-0) Mitsch Jakob (Tröthan René), 38:36 (2-1, Pp) Kujavec Anej (Kosmac Luka, Sturm Jaka), 43:26 (2-2) Brglez Nik (Sersen Gasper, Sodja Jaka), 47:28 (3-2, Pp2) Zitz Marcel (Artner Fabio, Schreier Lukas)
Austria: Nußbacher Felix (Haselbacher Maximilian); Schreier Lukas, Payr Julian; Wallenta Elias J., Maxa Alexander, Baumgartner Benjamin; Prosenz Laurin, Fridman Sergej; Maurer Philipp, Artner Fabio, Singer Jean; Hauser Michael, Zeloth Florian, Zitz Marcel; Pusnik Julian, Rassl Benjamin; Rother Florian, Rattensberger David; Mitsch Jakob, Valtiner Raoul, Tröthan René. Head Coach: Brucker Andreas – Assistant Coach: Walch Anton; Gruber Gerd – Team Manager: Gerold Maier
Slovenia: Dvorsak Tim (Plavc Uros); Jugovic Jakob, Urukalo Ziga; Sodja Jaka, Sersen Gasper, Brglez Nik; Ilovar Nejc, Stojan Nejc; Kosmac Luka, Kujavec Anej, Sturm Jaka; Brus Nejc, Vuk Zan; Lapornik Lovro, Rus Jure, Svetina Erik; Sabanovic Zemir, Klofutar Tine; Tislar Patrik, Korosec Gasper, Jovan Jurij. Head Coach: Jaka Adlesic – Assistant Coach: Dejan Varl – Team Manager: Vros Ban
Penalità: 12-10 (6-2, 6-2, 0-6)
Spettatori: 100
Tiri: 21-24 (5-2, 9-7, 7-15)
Arbitri: Rencz Daniel (Karadakic René, Tschrepitsch Sebastian)

Slovenia – Italia 2-3 o.t. (0-0, 2-1, 0-1, 0-1)
Marcatori: 32:54 (1-0, Pp) Lapornik Lovro (Kosmac Luka), 34:01 (1-1) Topatigh Tommaso, 38:30 (2-1, Pp) Lapornik Lovro (Ilovar Nejc), 46:07 (2-2) Alverà Tommaso (Laitner Maximilian), 61:59 (2-3) De Colle Diego
Slovenia: Plavc Uros (dal 32:39 Dvorsak Tim); Jugovic Jakob, Urukalo Ziga; Sodja Jaka, Sersen Gasper, Brglez Nik; Ilovar Nejc, Stojan Nejc; Kosmac Luka, Kujavec Anej, Sturm Jaka; Brus Nejc, Vuk Zan; Lapornik Lovro, Rus Jure, Svetina Erik; Sabanovic Zemir, Klofutar Tine; Tislar Patrik, Korosec Gasper, Jovan Jurij. Head Coach: Jaka Adlesic – Assistant Coach: Dejan Varl – Team Manager: Vros Ban
Italia: Quagliato Robin (Tava Mattia); Spornberger Peter, Gios Gregorio; Topatigh Tommaso, Lauton Ivan, Galassiti David; Forte Franceco, Defrancesco Marco; Delpiccolo Stefan, Oberpertinger Jakob, Kaslatter Hannes; Laitner Maximilian, De Colle Diego; Schiavone Davide, Alvera Tommaso, Frescura Alessandro; Moroder Florian, Talamini Mirco; Trottner Nick, Holzknecht Leo, Finessi Samuele. Head Coach: Marchetti Giovanni – Assistant Coach: Manni Walter – Team Manager: Donati Renato
Penalità: 6-8 (4-2, 2-4, 0-2, 0-0)
Spettatori: 50
Tiri: 34-28 (4-7, 8-11, 19-9, 3-1)
Arbitri: Rencz Daniel (Gatol Maximilian, Karadakic René)
Miglior giocatore per l’Italia: Alverà Tommaso

Austria – Ungheria 0-1 (0-1, 0-0, 0-0)
Marcatori: 05:39 (0-1) Szecsi Patrik (Kreisz Bruno)
Austria: Haselbacher Maximilian (Pölzl Daniel); Schreier Lukas, Payr Julian; Zitz Marcel, Artner Fabio, Singer Jean; Fridman Sergej, Prosenz Laurin; Tröthan René, Maxa Alexander, Baumgartner Benjamin; Hauser Michael, Zeloth Florian; Wallenta Elias J., Pusnik Julian, Maurer Philipp; Rother Florian, Rattensberger David; Greier Moritz, Mitsch Jakob, Rassl Benjamin. Head Coach: Brucker Andreas – Assistant Coach: Walch Anton; Gruber Gerd – Team Manager: Gerold Maier
Ungheria: Szeles Martin (Nagy Kristof); Horvath Oliver, Bognar Patrik; Szigeti Akos, Csiki Attila, Korchma Bence; Fejes Nanndor, Kiss Tamas; Löczi Arpad, Kreisz Bruno, Madacsi Benedek; Sandor Florian, Szecsi Patrik; Revesz Marcell, Kedves Richard, Peter Andor; Pokornyi David, Makovics Bence; Bugar Gabor, Szalma Zsolt. Head Coach: Janosi Csaba – Assistant Coach: Szongoth Kristof – Team Manager: Mercz Orsolya
Penalità: 12-6 (2-2, 6-0, 4-4)
Spettatori: 50
Tiri: 29-33 (9-14, 7-15, 13-4)
Arbitri: Rankl Maximilian (Somos Balazs, Tschrepitsch Sebastian)