EWHL – Bolzano torna dall’Ungheria col secondo posto

Dopo la pausa per la nazionale torna l’appuntamento con l’EWHL, torneo internazionale tipo EBEL versione per le ragazze. Dal Bolzano (pur senza Saletta, De la Forest, Elena Ballardini e De Rocco) ci si attendevano 6 punti dalla Spikehall di Budapest, e i 6 punti sono arrivati. Ancora Chelsea Furlani in grande spolvero, cinque gol in due partite, sempre più prima nella classifica marcatrici. Due partite non dominate come i precedenti degli altri anni, ma perché questa nuova realtà magiara ha lavorato bene per allestire una squadra competitiva.
Il KMH è una nuova squadra di Budapest per fare un gran salto di qualità con l’aiuto delle altre due società cittadine che si occupano di hockey femminile: il Marilyn Hockey Club che già partecipava in EWHL e il Sportországi Cápá.
Le migliori sono inserite in un coaching staff canado-finlandese assieme all’apporto di ben quattro nord-americane: Samantha Woodward, Alex Gowie, Nina M. Riley in porta e Mima Markicevic.
Con la doppia vittoria la squadra di Liberatore sale al secondo posto, alla vigilia delle partite più difficili. Settimana prossima, infatti, weekend decisivo per le Eagles. Le bolzanine saranno impegnate in un doppio confronto contro la favorita Sabres Vienna, proprio in casa delle avversarie numero uno desiderose di riprendersi il titolo dopo esserselo fatto scappare l’anno scorso.

Tutte vittorie fuori casa questo weekend. Le Sabres (assenze non da poco di Anna Meixner, Nadine Ullrich e del portiere titolare Vigilanti) hanno messo da parte altri tre punti vincendo nella vicina Bratislava. Primo tempo terminato sul doppio vantaggio sfruttando il terribile powerplay viennese, poi quando le slovacche sono riuscite ad accorciare le distanze, la rete di Kantor un minuto e mezzo dopo ha spezzato l’entusiasmo delle ragazze di casa. In avvio di terzo tempo Zitnanska ha segnato il 2-3 ma il pareggio non è arrivato. Nuovo debutto in casa Vienna: esordio EWHL anche per Katharina Heuberger (classe 2001) in prestito dalle Vienna Tigers, nell’ambito del progetto metropolitano di crescita dei giovani.

Prima sconfitta nei 60 minuti per il Neuberg, sorride così Salisburgo che guida ora la classifica a +2 dalle bolzanine e che potrebbe consolidare il primo posto settimana prossima con 6 punti disponibili a Budapest.


Budapest 1 novembre 2014 (dal sito delle Eagles Bolzano, M. Klotz) – 11 ore di pullman, per giunta di notte; il Budapest è notevolmente più forte delle passate stagioni; gli arbitri sono umani. Queste sono tre conclusioni da trarre dopo la prima di due partite contro il KMH Budapest.
Le vittorie mai in discussione contro le ungheresi nelle prime due stagioni di EWHL in testa, le Eagles affrontano il primo di due scontro di questo fine settimana anche se nessuno le sottovaluta. Giustamente, perché già i primi minuti dimostrano che il progetto Kanadai Magyar Hoki, la cooperazione tra le Federazioni del Canada e dell’Ungheria di cui Gary Clark, vecchia conoscenza dell’hockey italiano è il regista, sta dando i primi frutti. Vero è comunque che le due nordamericane in forza al Budapest Alex Gowie e Samantha Woodward hanno buona parte del merito di questo exploit. La partita diventa una specie di duello a distanza tra loro e Chelsea Furlani e Jordanna Peroff sul fronte Eagles. Possiamo anticipare che alla fine le queste ultime ne sono uscite vincitrici.
Giunti nella capitale magiara con solo quattro difensori, le Eagles iniziano subito facendo vedere le loro intenzioni e inizialmente vanno vicinissime al gol in un paio di occasioni. Il flusso viene però spesso interrotto da penalità fischiate contro le campionesse in carica. Una di queste frutta il vantaggio alla squadra di casa. Anche se le modalità con le quali lo realizzano, sarebbe più congeniale a un campo da calcio. Con il minimo vantaggio per il Budapest finisce il primo tempo.
Il pareggio delle Eagles arriva nel secondo tempo, pure in una situazione di superiorità numerica. Il primo tiro di Jordanna Peroff finisce sui gambali di Aniko Nemeth, ma la canadese è lesta a impossessarsi nuovamente del disco e alzarlo sotto la traversa da angolazione critica. La partita è avvincente e a tratti molto rude. A farne le spese spesso e volentieri il capitano delle Eagles, Chelsea nazionale che comunque timbra il cartellino. Passaggio corto davanti alla porta di Eleonora Dalprà e disco depositato tra i gambali del portiere ungherese. Il Budapest non demorde e pareggia prima della fine del secondo tempo. Le Eagles non riescono a spazzare un disco vagante davanti alla propria porta e il Budapest fa 2:2.
A portare a casa i tre punti ci pensa nuovamente capitan Furlani in superiorità numerica. Assist di Jordanna Peroff e il numero 8 delle Eagles lascia partire un siluro dalla linea blu che si insacca a fil di palo.
Oggi, domenica alle 11:30 le squadre daranno il bis nel tendone da Oktoberfest con le Eagles più che mai decise a racimolare altri tre punti che li porterebbe per il momento vicine alla vetta.


Budapest 2 novembre 2014 (dal sito delle Eagles Bolzano, M. Klotz) – La vittoria, sofferta, per 3:2 del giorno prima contro il KMH Budapest era la classica vittoria alla piede di porco. Il Budapest era quasi riuscito a mettere alle corde il campione uscente. La squadra di Marco Liberatore ha veramente dovuto tirare fuori gli artigli per avere ragione delle combattive ungheresi. Logico che per il secondo incontro di domenica l’obiettivo delle aquile era di non arrivare a tanto. Il fatto che la squadra di casa dovesse dare a meno di alcune giocatrici era di supporto alla tattica di addomesticarla con continui attacchi che non la lasciassero respirare. Il Budapest, almeno per due tempi non ha battuto ciglio. Eagles in vantaggio con la straordinaria Chelsea Furlani (per lei alla fine cinque gol in due partite) ma anche abbastanza imprecise e sciupone. Il Budapest non fa sconti e pareggia nel secondo tempo in superiorità numerica. Ci vuole la straordinaria Chelsea Furlani per tornare in vantaggio: tocco di Elenora Dalprà davanti alla porta e il capitano insacca. A metà della partita tra le file del Budapest si fa sentire la stanchezza. Terza marcatura di Mia Campo Bagatin, la prima questa stagione, emulata poco dopo da Samantha Gius in veste del più classico “garbage man”. Il Budapest cerca di rientrare in partita ma apre praterie ai contropiedi delle Eagles che con il 5:1, opera nuovamente di Chelsea Furlani, chiudono la partita.

Le Eagles centrano quindi in pieno l’obiettivo di tornare da Budapest con sei punti in saccoccia per lasciare il quarto posto in classifica e piazzarsi momentaneamente al secondo. Avvenimento forse non decisivo in questo inizio di campionato, ma molto importante dal punto di vista psicologico

Il prossimo fine settimana le Eagles esordiscono in campionato in trasferta contro i Torino Bulls e le eterne rivali del Real Torino.

freccia Calendario

Risultati

Sabato, 1 novembre 2014
Bratislava – Vienna 2-3 (0-2, 1-1, 1-0)
Budapest – Bolzano 2-3 (1-0, 1-2, 0-1)
Domenica, 2 novembre 2014
Budapest – Bolzano 1-5 (0-1, 1-1, 0-3)
Neuberg – Salisburgo 2-4 (1-1, 1-2, 0-1)

Classifica        pt i V -et P  gol  +/-
1. Salisburgo     13 5 4 0-1 0 14-9    5
2. Eagles Bolzano 11 5 3 1-0 1 19-9   10
3. Sabres Vienna   9 3 3 0-0 0 12-3    9
4. Neuberg High.   6 4 1 1-1 1 11-10   1
5. Bratislava      4 7 1 0-1 5 12-26 -14
6. KMH Budapest    2 6 0 1-0 5 10-21 -11

Prossimo turno

Sabato, 15 novembre 2014
Vienna – Bolzano
Salisburgo – Budapest
Bratislava – Neuberg
Domenica, 16 novembre 2014
Vienna – Bolzano
Salisburgo – Budapest
Lunedì, 17 novembre 2014
Bratislava – Vienna

Tabellini

01/11/2014
HC SKP Bratislava – EHV Sabres Vienna 2-3 (0-2, 1-1, 1-0)
Marcatrici: 05:41 (0-1) Boulton R. (Kantor E., Hanser A.), 15:35 (0-2) Spurling K. (Boulton R.), 30:32 (1-2) Fedorockova S. (Novotna P., Zaborska L.), 31:57 (1-3) Kantor E. (Boulton R.), 41:03 (2-3) Zitnanska G. (Curmova L.)
HC SKP Bratislava: Kiapesova R. (Jablonovska O.); Korenkova T., Kosecka R., Fedorockova S., Koysova B., Mikeskova M., Novotna P., Zaborska L., Trebulova R., Herichova M., Maskalova V., Drabekova L., Honeckova R., Gaborcikova A., Zitnanska G., Petrasova I., Palova N.
EHV Sabres Vienna: Arnberger N.; Pren P., Hanser A., Spurling K., Kantor E., Schemmerl S., Vlcek M., Heuberger K., Granitz N., Wittich C., Boulton R., Hybler K., Bettarini V.
Arbitri: Celarova N. (Besedicova I., Janikova K.)
Tiri: 22-36
Penalità: 8-10
Spettatori: 60

01/11/2014
KMH Budapest – EV Bozen Eagles 2-3 (1-0, 1-2, 0-1)
Marcatrici: 18:06 (1-0) Farkas N. (Woodward S.), 23:30 (1-1) Peroff J. (Furlani C., Zaccherini N.), 27:58 (1-2) Furlani C. (Dalpra E.), 32:39 (2-2) Odnoga L. (Gowie A.), 47:20 (2-3) Furlani C. (Peroff J., Bonafini E.)
KMH Budapest: Nemeth A. (Poltzer R.); Pavuk P., Woodward S., Ferik E., Farkas N., Junttila J., Somogyi V., Trencsenyi K., Egyedi N., Gadient T., Gowie A., Odnoga L., Pal V., Toth E.
EV Bozen Eagles: Klotz D. (Höller M.); Dalpra E., Bonafini E., Gasperini A., Gius S., Peroff J., Larger B., Campo Bagatin M., Furlani C., Elliscasis H., Orlandini A., Mattivi N., Stocker F., Zaccherini N.
Arbitri: Berger A. (Palkövi B., Sindel B.)
Tiri: 27-32
Penalità: 14-14
Spettatori: 50

02/11/2014
KMH Budapest – EV Bozen Eagles 1-5 (0-1, 1-1, 0-3)
Marcatrici: 30:36 (1-0) Toth E. (Gowie A., Trencsenyi K.), 06:30 (1-1) Furlani C. (Dalpra E., Campo Bagatin M.), 31:17 (1-2) Furlani C. (Campo Bagatin M., Dalpra E.), 44:14 (1-3) Campo Bagatin M. (Stocker F., Dalpra E.), 45:33 (1-4) Gius S. (Peroff J.), 59:26 (1-5) Furlani C. (Mattivi N.)
KMH Budapest: Riley N.; Egyedi N., Trencsenyi K., Junttila J., Pavuk P., Ferik E., Gowie A., Woodward S., Pal V., Toth E.
EV Bozen Eagles: Klotz D. (Höller M.); Dalpra E., Bonafini E., Gasperini A., Gius S., Peroff J., Larger B., Campo Bagatin M., Furlani C., Elliscasis H., Höller M., Klotz D., Orlandini A., Mattivi N., Stocker F., Zaccherini N.
Arbitri: Palkövi B. (Jakocs F., Laszlo Z.)
Tiri: 16-53
Penalità: 6-8
Spettatori: 50

02/11/2014
Neuberg Highlanders – DEC Salzburg Eagles 2-4 (1-1, 1-2, 0-1)
Marcatrici: 04:44 (0-1) Brunner M. (Verworner E.), 14:52 (1-1) Lagamba P., 27:21 (1-2) Kainberger J. (Pancakova V., Fazokas A.), 33:19 (2-2) Grascher T. (Willenshofer J.), 35:13 (2-3) Kittredge K. (Welch J.), 59:43 (2-4) Welch J.
Neuberg Highlanders: Schellnegger K. (Gastgeber S.); Ballendine S., Lagamba P., Tendl B., Grascher T., Willenshofer J., Pesendorfer J., Schneeberger J., Johann T., Eschelmüller C., Skeats D., Kness M., Hoppl E., Schneeberger K., Johann A.
DEC Salzburg Eagles: Marchhart P. (Schoibl S.); Böhm M., Mair J., Brunner S., Verworner E., Pancakova V., Hager M., Brunner M., Laking A., Welch J., Fazokas A., Kittredge K., Polczik P., Kainberger J.
Arbitri: Fussi Wolfgang (Gotthardt Peter, Lintschinger Mario)
Tiri: 32-38
Penalità: 8-8
Spettatori: 50