Il resoconto della quattordicesima giornata

Nell’ultimo incontro prima della pausa dovuta agli impegni della Nazionale, vincono largamente, in trasferta, sia i Rittner Buam che il Val Pusteria e, così facendo, mantengono le posizioni di testa. Alle loro spalle, nonostante la importante vittoria, ottenuta, sul ghiaccio di Cortina, ai tempi supplementari, il Milano viene raggiunto, a quota 28, da Valpellice ed Asiago. A 25 punti troviamo il Gherdëina sconfitto dall’Appiano, ai tiri di rigore, nonostante una fantastica rimonta. Il Cortina a 19, il Vipiteno a 18 e l’Appiano a 17, precedono l’Egna, ferma a quota 14 ed i due fanalini di coda Caldaro e Fassa, rispettivamente a sette e sei punti.

SHC Fassa – HC Val Pusteria Lupi 3-9 (1-0, 1-7, 1-2)
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 19:30.
Dopo aver disputato un buon primo tempo, il Fassa crolla letteralmente sotto i pressanti attacchi del Val Pusteria che mette in ghiaccio il risultato durante il secondo periodo di gioco, chiuso sul pesantissimo parziale di 1-7. I Lupi hanno invero un po’ sofferto nel primo tempo che i Ladini avrebbero potuto chiudere con un vantaggio maggiore. Poi, nel secondo drittel Oberrauch e Scandella hanno suonato la carica e per i padroni di casa non c’è stato più nulla da fare. Il 3-9 è infatti un punteggio che si commenta da solo e che non lascia adito a molte interpretazioni.

MARCATORI: 1-0 Tony Vidgren (superiorità numerica) (Manuel Da Tos, Per Filip William Bjork) 7:57; 1-1 Max Oberrauch (Giulio Scandella) 22:23; 1-2 Giulio Scandella (Danny Elliscasis) 22:49; 1-3 Giulio Scandella (Max Oberrauch, Philip-Michael Devos) 26:02; 2-3 Gilmozzi Federico (Nicola Deluca) 28:42; 2-4 Philip-Michael Devos (Danny Elliscasis) 32:09; 2-5 Armin Helfer (Armand Berzins, Patrick Bona) 32:22; 2-6 Max Oberrauch (superiorità numerica) (Armand Berzins) 36:22; 2-7 Max Oberrauch (superiorità numerica) (Philip-Michael Devos, Giulio Scandella) 37:10; 2-8 Armin Hofer (Max Oberrauch) 41:19; 3-8 Cesare Sottsas (Enrico Chelodi) 53:33; 3-9 Philip-Michael Devos (inferiorità numerica) (Patrick Bona) 57:45
Arbitri: Andrea Benvegnù, Michele Gastaldelli; Matthias Cristeli, Fabrizio De Toni. Spettatori: 173.

HC Appiano Roi Team Consultant – Hc Gherdëina-Gardena 5-4 d.t.r. (0-2, 4-0, 0-2, 0-0,)
Stadio del Ghiaccio di Appiano – ore 19:30
Il match si sblocca solo ai tiri di rigore ed è l’Appiano ad avere la meglio sul tenacissimo Gherdëina. Nel primo tempo i Gardenesi sono sembrati padroni del ghiaccio ed hanno chiuso sul meritato vantaggio di 2-0. Nel secondo drittel gli ospiti sono sembrati stranamente assenti ed i Pirati della bassa tesina hanno saputo approfittare del loro sbandamento per infligger loro un parziale di quattro a zero. Il Gherdëina però, sospinto da un Veggiato indomabile, (1 goal e tre assist per l’attaccante agordino) rientra in partita ed impatta le segnature quando mancano tre minuti al fischio dell’ultima sirena. Nell’extra-time non succede praticamente nulla. Così le due formazioni debbono ricorrere ai tiri di rigore per determinare la vincente della gara. Per i Pirati segnano: Hazen, Marc-Oliver Vallerand e Fabian Ebner, mentre il Gherdeina vanno in goal solo Daniele Veggiato e Ivan Demetz. L’Appiano si prende i due punti mentre il “punticino della consolazione” va alla formazione di Jarno Mensoner.
MARCATORI: 0-1 Anthony Nigro (Daniele Veggiato, Derek Thomas Eastman) 2:21; 0-2 Daniele Veggiato (Rupert Stampfer, Derek Thomas Eastman) 7:40; 1-2 Simon Lacroix (Marc-Oliver Vallerand) 25:06; 2-2 David Ceresa (superiorità numerica) (Simon Lacroix) 30:19; 3-2 Philipp Platter (Marc-Oliver Vallerand, Simon Lacroix) 33:59; 4-2 Robert Raffeiner (superiorità numerica) (Fabian Ebner, Matthias Eisenstecken) 37:52; 3-4 Benjamin Bregenzer (Daniele Veggiato) 43:38; 4-4 Jacob Leslie Newton (Daniele Veggiato, Fabrizio Senoner) 57:00;
Arbitri: Thomas Gasser, Karl Pichler; Christian Cristeli, Alex Wiest. Spettatori: 658.

HC Egna Riwega – Rittner Buam 1-4 (0-0, 0-2, 1-2)
Würth Arena di Egna – ore 19:30.
Larga, nel punteggio e nel gioco, la vittoria dei Rittner Buam sul ghiaccio della Würth Arena di Egna. Con i tre punti conquistati stasera i Campioni d’Italia mantengono la testa della classifica con vantaggio inalterato sull’inseguitrice, Val Pusteria, anch’essa (largamente) vincente in trasferta.
MARCATORI: 0-1 Max Ploner (Dan Tudin, Emanuel Scelfo) 22:33; 0-2 Ingemar Gruber (superiorità numerica) (Christian Borgatello) 25:56; 0-3 Eric Johansson (superiorità numerica) (Emanuel Scelfo, Luca Ansoldi) 42:25; 1-3 Manuel Bertignoll (superiorità numerica) (Eric Daniel Lampe, Steve Pellettier) 50:34; 1-4 Dan Tudin (Patrick Rissmiller, Alexander Eisath) 50:46;
Arbitri: Davide Deidda, Leandro Soraperra; Patrick Gruber, Simone Mischiatti. Spettatori: 579.

Sv Caldaro Rothoblaas – HC Valpellice Bodino Engineering 0-4 (0-0, 0-1, 0-3)
Raiffeisen Arena di Caldaro – ore 19:30.
Il Valpellice sbanca la Raiffeisen Arena di Caldaro con un largo punteggio. Il Caldaro, che veniva dalla sorprendente vittoria di Milano, non ha ripetuto stasera, davanti al pubblico amico, la bella e puntigliosa prestazione di giovedì scorso all’Agorà, ed è crollato, nell’ultimo drittel.
MARCATORI: 0-1 Jesse Tapio Urone (Luca Frigo, Trevor George Johnson) 3:24; 0-2 Scott Nicolas Campbell (superiorità numerica) (Nate Di Casmirro, Trevor George Johnson) 42:02; 0-3 Jesse Tapio Urone (Nate Di Casmirro) 49:03; 0-4 Marco Pozzi (Federico Cordin, Vesa Matti Kulmala) 54:25;
Arbitri: Alex Lazzeri, Fabio Lottaroli; Simone Lega, Federico Stefenelli. Spettatori: 118.

Hafro Sg Cortina – Hockey Milano Rossoblu 3-4 d.t.s. (2-1, 1-1, 0-1, 0-1)
Stadio Olimpico di Cortina – ore 19:45.
Milano vince ai supplementari grazie all’ennesima prestazione del suo fromboliere David Vallorani, giunto, oramai alle diciassette segnature dopo le quindici gare disputate finora dalla sua squadra. I meneghini passano subito in vantaggio in situazione di PK con una segnatura dell’attaccante italo canadese. Ma il Cortina non cede le armi, anzi, dopo aver pareggiato con Riccardo Lacedelli ribalta addirittura il risultato entro la fine del tempo grazie al goal dell’ex Alexander Gellert. Dopo il 3-1 di Federico Lacedelli, i ragazzi di Pat Curcio rientrano in partita grazie ad un goal di Petrov e quindi pareggiano con Nicola Fontanive. Ai supplementari i Meneghini, chiudono i conti a loro favore con un’altra segnatura di Vallorani, facilitato da un non impeccabile intervento del goalie Anthony Borelli.
MARCATORI: 0-1 David Vallorani (inferiorità numerica) (Nicola Fontanive) 1:53; 1-1 Riccardo Lacedelli (Paul Albers) 16:30; 2-1 Alexander Gellert (Ryan Haynes Dingle) 19:36; 3-1 Federico Lacedelli (Alex Talamini, Ronny De Zanna) 24:44; 3-2 Alexander Petrov (superiorità numerica) (Nicola Fontanive, David Vallorani) 32:08; 3-3 Nicola Fontanive (David Vallorani, Andreas Lutz) 51:51. Overtime: 4-5 David Vallorani (Edoardo Caletti, Nicola Fontanive) 0:26.
Arbitri: Luca Cassol, Claudio Pianezze; Cristiano Biacoli, Luca Zatta. Spettatori: 750.

Supermercati Migross Asiago – SSI Vipiteno Weihenstephan 1-0 (0-0, 0-0, 1-0).
Stadio Odegar di Asiago – ore 20:30.
Con un insolito punteggio calcistico, l’Asiago supera la tenacissima resistenza dei Broncos che sono rimasti stretti intorno al loro portierone Jarni Puurula nella speranza di limitare i padroni di casa. L’Asiago, reduce dalla secca battuta di arresto, subita giovedì sera al Lungo Rienza di Brunico, ha sofferto la fase difensiva dei ragazzi di Axel Kammerer ed ha mostrato alcune lacune nella costruzione del gioco. Il goal-vittoria per la pattuglia di John Parco arrivava solo nel terzo drittel per opera di una azione corale della terza linea (Presti-Stevan-Tessari) conclusa in goal dal ventitreenne mancino Asiaghese. Passato in svantaggio il Vipiteno ha mostrato tutti i suoi limiti non riuscendo ad impattare il risultato, neppure nel convulso finale allorquando ha avuto, per quasi 45 secondi, l’opportunità di giocare con due uomini di movimento in più.
Arbitri: Claudio Ferrini, Luca Marri; Nicola Basso, Manuel Manfroi. Spettatori: 1,200

Classifica: Renon 35**; Val Pusteria 31; Valpellice, Asiago Milano* 28; Gherdeina 25; Cortina 19 Vipiteno*18; Appiano 17; Egna 14; Caldaro 7; Fassa 6

Tags: