Valpe inarrestabile, quarta vittoria consecutiva

di Beatrice Badariotti

I Bulldogs conquistano un’altra vittoria in casa portandosi a pochi punti di distanza dalla testa della classifica. La squadra valligiana ritrova il suo ex allenatore, Mike Flanagan, ben accolto dal pubblico biancorosso.  Assenti per l’Egna Dorigatti, Berry e Massar, per la Valpe Nicoletti, Signoretti e durante la gara Uronen colpito da un disco al viso.

La Valpe inizia subito col botto dopo appena 15”: con una fucilata dalla blu Johnson regala il primo gol per i padroni di casa. I Bulldogs continuano a spingere con Di Casmirro e Pope, mentre l’Egna risponde con Pelti. I padroni di casa sembrano gestire bene la manovra offensiva, purtroppo alcuni errori difensivi costano cari ai biancorossi, permettendo il sorpasso ospite: gol fotocopia a 8’43” e 10’10” con Pellettier a passare il disco a Locatin, quest’ ultimo semina scompiglio nella difesa di casa cedendo il puck a Bustreo, posizionato davant allo slot, pronto a spiazzare Sidor. Il Valpellice non ci sta e cerca di rendersi più incisivo davanti alla gabbia avversaria; la prima linea valligiana trova il gol del pareggio con Pope a 15’55”. Negli ultimi minuti l’Egna impensierisce i Bulldogs, ma senza esito.

Nel secondo tempo i padroni di casa cambiano marcia: gli uomini di coach Pyle sfruttano tutti e tre i power play concessi dagli avversari: a 20’41” con la solita bomba di Johnson dalla blu, successivamente, al 21’31”, Frigo infila il portiere avversario, dopo una serie di occasioni biancorosse, ed infine Nicolao segna il gol del 5 a 2 su un rimbalzo concesso su tiro di Di Casmirro.

Nell’ultimo periodo l’Egna preme da subito sull’acceleratore sostando dalle parti di Sidor, il terzo gol, tuttavia, nasce in inferiorità numerica da una ripartenza di Pelletier. Gli altoatesini si sentono motivati continuando a stazionare nel terzo difensivo della Valpe. Al 49’37” Peiti riapre la gara con la rete del 5-4. La Valpe riprende il comando del gioco mettendo le cose in chiaro: al 50’06” Canale, defilato, parte in velocità servendo Frigo davanti porta, quest’ultimo batte Tragust. Il gol riaccende gli animi del pubblico biancorosso, molto soddisfatto della prestazione dei locali. Sostenuto, quindi, dal proprio pubblico i Bulldogs chiudono i conti con Campbell assistito da Ilic.

A fine partita giro di pista per l’ex allenatore Mike Flanagan applaudito da tutto il pubblico biancorosso. Ricca la conferenza stampa con entrambi i coach, il primo ad intervenire è Flanagan:

”Sono contento di essere tornato, ho fatto due stagioni favolose ed è stato emozionante ritrovare tutte la gente che mi accolto in questo modo”

Nel commentare la partita afferma:

“Nel primo tempo siamo partiti bene, dopo la Valpe ha dominato nel secondo, nel terzo periodo i giocatori sono ritornati competitivi, ma ormai era troppo tardi.” –continua- “l’Egna di questa sera era una squadra molto giovane a causa degli infortuni. E’ difficile giocare in questo nuovo campionato, anche se in ogni partita cerchiamo di conquistare qualche punto prezioso per la classifica.”

Il commento di Jeff Pyle sul match:

“La differenza questa sera l’ha fatto il power play: i mie ragazzi hanno usato il sistema giusto ed hanno giocato in modo intelligente nei momenti giusti. Purtroppo facciamo ancora degli errori stupidi che ci possono costare la partita.” –continua- “Sono molto contento della prestazione dei miei, anche dei locali, vorrei dargli più spazio ma ad ogni partita ci sono in ballo dei punti importanti, quindi questo non permette molto ghiaccio per loro.”

Marcatori: 00:15 (1-0) T.Johnson (S.Campbell/A.Silva); 08:43 (1-1) P.Bustreo (R.Locatin/S.Pellettier); 10:10 (1-2) P.Bustreo (R.Locatin/S.Pellettier); 15:55 (2-2) M.Pope (S.Campbell/V.Kumala); 20:41 (3-2) T.Johnson (L.Frigo/M.Pope) in sup.num.; 21:31 (4-2) L.Frigo (M.Pope/T.Johnson) in sup.num.; 46:21 (5-2) P.Nicolao (N.Di Casmirro/T.Johnson) in sup.num.; 44:33 (5-3) S.Pellettier (C.Willeit/R.Locatin) in inf.num.; 49:37 (5-4) M.Peiti (S.Pellettier/C.Willeit); 50:06 (6-4) L.Frigo (P.Canale/P.Nicolao); 56:53 (7-4) S.Campbell (S.Ilic/M.Pope);
Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni e Simone Lega Spettatori 1.197.