CHL – Gruppo F: il Bolzano vince in rimonta e saluta la CHL, TPS Turku qualificato ai playoff

Un’incredibile rimonta, una grande vittoria per salutare, almeno per quest’anno, la Champions Hockey League. Nell’ultima gara del girone F il Bolzano batte 4 a 3 il Pardubice, recuperando un passivo di due reti e andando a vincere tutto negli ultimi 15 minuti di gara. Un terzo tempo da cuori forti, che regala la terza vittoria in sei partita di CHL ai biancorossi che, con il senno di poi, nonostante l’ottimo risultato possono restare con un pizzico di amaro in bocca. Sì, perché i Foxes chiudono al terzo posto, con 9 punti in classifica, e qui spuntano i “se”: se quelle due prime partite fossero state preparate meglio, forse, staremmo parlando di un’altra impresa. Ma così non è stato e allora è giusto prendere questa buona esperienza in Champions come trampolino di lancio, soprattutto per il morale, per recuperare strada in EBEL.
Eppure questa sera il Bolzano si presentava all’ultimo appuntamento con la Champions senza i non tesserati Keller, Galvins, McMonagle e Zanoski e l’infortunato Egger. Nonostante questo, la grinta che anche l’anno scorso ha trascinato alla vittoria gli altoatesini si è fatta viva, si può dire finalmente, negli ultimi 20 minuti. Trascinati dalla vecchia guardia.

HCB Alto Adige – HC Pardubice 4 – 3 [0-1; 1-2; 3-0]
Il Bolzano spreca davvero troppo nel primo tempo. Numerose le penalità concesse dai cechi, ma nemmeno in 5 contro 3 i padroni di casa riescono a colpire. Ne approfitta invece il Pardubice, che forte di 5 minuti di powerplay (dubbia penalità partita a Schofield) riesce a piazzare un micidiale uno-due a cavallo tra il primo e il secondo tempo. A 14 secondi dalla prima sirena Lukas Radil piazza il one-timer vincente, dopo 53 secondi dall’inizio del secondo tempo invece è Jan Scotka a firmare il 2 a 0 con un gran tiro dalla blu.

I biancorossi fanno fatica a rialzare la testa e lasciano ampi spazi in contropiede ai cechi, che chiamano per due volte Hübl alla grande risposta. Al 34:25 però Markus Gander devia in rete il tiro di Lee e la gara si riapre. Soltanto per una manciata di secondi, in realtà, perché al 35:03 il Pardubice torna già in vantaggio di due goal grazie a Lukas Nahodil che infila il puck nel sette alla destra di Hübl. 3 a 1 in favore dei cechi al suono della seconda sirena.

In avvio di terzo tempo i Foxes accorciano ancora le distanze: al 44:52 è sempre Lee l’assistman, ma questa volta è Marco Insam a trovare il tiro al volo che vale il 2-3. E’ solo l’inizio di una grandissima rimonta: prima il 3 a 3 firmato Stefan Zisser, capitano questa sera, poi è ancora Insam in mischia a infilare il definitivo 4 a 3. Il forcing finale dei cechi, anche con il sesto uomo di movimento, si schianta infatti contro un Hübl versione saracinesca.

HCB Alto Adige – HC Pardubice 4 – 3 [0-1; 1-2; 3-0]

Reti: 19:46 Lukas Radil PP1 (0-1); 20:53 Jan Scotka PP1 (0-2); 34:25 Markus Gander (1-2); 35:03 Lukas Nahodil (1-3); 44:52 Marco Insam (2-3); 52:05 Stefan Zisser (3-3); 55:23 Marco Insam PP1 (4-3)

 

Linkoping HC – TPS Turku 1 – 2 [0-1; 1-1; 0-0]
Il Linkoeping, già qualificato, non ha di fatto voluto dare troppe noie ai vicini finlandesi, che avevano bisogno di una vittoria per cercare di qualificarsi tra le migliori cinque seconde. E così è stato, grazie ai goal di Sointu e Lehtonen che portano sul 2 a 0 gli ospiti. A nulla vale la rete che aveva accorciato le distanze per gli svedesi, siglata da Taffe. Linkoeping e TPS sbarcano alla fase successiva.

Reti: 16:45 Matias Sointu (0-1); 20:27 Mikko Lehtonen (0-2); 28:00 Jeff Taffe PP2 (1-2)

 

Classifica finale Gruppo F:
1. Linkoeping HC 14 punti (+10 gdf)*
2. TPS Turku 12 (+9)*
3. HC Bolzano 9 (-10)
4. HC Pardubice 1 (-9)

*qualificato alla fase successiva

Tags: