Preview – 5ª giornata Regular Season

Dopo una quarta giornata che ha visto terminare tutti i risultati all’overtime o agli shootout, fatta eccezione per la pista di Caldaro che ha visto trionfare il Cortina, primo assieme a Gherdeina e Renon, le 12 squadre di Serie A tornano sul ghiaccio per vedere se continua l’equilibrio mostrato nel matchday precedente.

milano-renonHockey Milano Rossoblu – Rittner Buam
Stadio Agorà di Milano – ore 18:30
Arbitri: Nadir Ceschini, Karel Metelka; Patrick Gruber, Stefano Terragni
Primo face-off della giornata all’Agorà, dove il Milano gioca il secondo match consecutivo tra le mura amiche. I Rossoblu speravano di trovare un Vipiteno affaticato dall’impegno settimanale in più, invece la squadra ha ceduto all’overtime in una gara ad alta tensione, confermando di avere il cuore e l’energia per giocare a viso aperto qualunque partita ma anche gambe leggere e roster eccessivamente corto per portare a casa il risultato. Il Milano perde inoltre Fontanive per squalifica, e Terzago è ancora assente mentre Gron sarà a roster anche se deve ancora trovare la condizione ideale. Se precedentemente avevamo accostato il Renon di Raymond al Bolzano di Simioni, dopo il terzo k.o casalingo non possiamo che confermare quanto detto. I Rittner Buam restano nei piani alti nella classifica, ma ultimamente non sembrano aver la concentrazione per vincere le partite o per dominarle come è più volte accaduto lo scorso anno. L’occasione per ritrovare i 3 punti giunge all’Agorà, ma prima bisognerà fronteggiarsi coi padroni di casa e il bollente tifo che li segue. Sotto osservazione Ramsey, l’ex di turno Ansoldi e Ploner.

pusteria-appianoH.C. Val Pusteria Lupi Fiat Professional – H.C. Appiano
Leitner Solar Arena di Brunico – ore 19.30
Arbitri: Marco Bagozza, Gregory Loreggia; Christian Cristeli, Marco Mori
Seconda sfida contro una compagine ex-INL per il Val Pusteria, che vuole ritrovare la vittoria dopo la sconfitta agli shootout contro il Gherdeina. L’ospite di turno è l’Appiano, anch’esso vincente dopo i tiri di rigore contro l’Asiago, a conferma dell’equilibrio che regna nella nuova Serie A dopo quattro giornate. Nella classifica corta i Lupi sono a metà classifica, ma il ritorno sul ghiaccio amico è l’occasione per ritornare a vincere e fare uno sgambetto ad un Appiano che sino ad ora si è comportato bene sul ghiaccio, creando grattacapi a tutte le squadre che ha sfidato. L’indiscutibile potenziale dei Lupi invece stenta ad affermarsi ma per trovare punti pesanti c’è ancora tempo, a partire dalla quinta giornata. Nessun bollettino dalle infermerie e nessuna squalifica per entrambi i roster.

vipiteno-caldaroS.S.I. Vipiteno Weihenstephan – S.V. Caldaro Rothoblaas
Weihenstephan Arena di Vipiteno – ore 19:30
Arbitri: Davide Deidda, Andrea Benvegnù;Marco Bettarini, Maurizio Lorengo
Il Vipiteno torna sul ghiaccio amico della Weihenstephan Arena per cercare di concludere al meglio una settimana decisamente positiva dove ha ottenuto per ora 4 punti grazie a due vittorie all’overtime, l’ultima frutto di una battaglia giocata con cinismo e agonismo in quel di Milano. A far visita ai Broncos arriva il Caldaro, unica squadra ancora a secco di punti e di vittorie in cerca della propria identità e di una crescita agonistica per prendersi i primi punti della stagione. La sfida vede favorito il Vipiteno, in virtù anche degli ultimi incoraggianti risultati, ma a parlare sarà la pista, con i Lucci che non vorranno regalare niente e lotteranno su ogni disco per togliere il numero 0 dalla casella dei punti. Nessuna defezione da ambo i lati.

fassa-cortinaS.H.C. Fassa – S.G. Cortina
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 19:30
Arbitri: Claudio Ferrini, Andrea Moschen; Matthias Cristeli, Simone Mischiatti
Il Fassa torna a giocare allo Scola dopo i primi 2 punti della stagione ottenuti alla WurthArena di Egna al termine di una sfida giocata sino all’ultimo puck. In Val di Fassa giunge il Cortina capolista ed unica squadra vincente dopo i 60 minuti nell’ultima giornata. Il Fassa, per conquistare altri punti dovrà ripartire dalla prova di Egna e cercare di arginare l’offensiva di una squadra determinata come il Cortina, ora come ora uno dei team più ostici del campionato cui non è facile tenere testa. Dalle infermerie non arrivano notizie di infortuni e non sono previste squalifiche.

valpellice-gherdeinaH.C. Valpellice Bodino Engineering – H.C. Gherdeina
Stadio Cotta Morandini di Torre Pellice – ore 20:30
Arbitri: Fabio Lottaroli, Luca Marri; Simone Lega, Manuel Manfroi
La Valpe ritrova dopo una settimana il ghiaccio del Cotta Morandini dopo aver espugnato all’overtime, in rimonta, l’Arena Ritten, dimenticando in fretta la sconfitta interna contro il Milano. L’avversario di giornata è però una delle squadre più in forma in questo momento, si tratta del Gherdeina, capolista assieme a Renon e Cortina e capace di superare il Val Pusteria dopo i tiri di rigore e dopo aver messo sotto i Lupi a più riprese. In ballo ci sono quindi punti importanti, sul versante Gherdeina per mantenere la testa della classifica, dal lato dei torresi per ritrovare subito quel feeling col ghiaccio amico che è mancato contro il Milano ed era emerso nel match precedente contro il Vipiteno. Inizio previsto alle 20:30.

asiago-egnaSupermercati Migross Asiago – H.C. Egna Riwega
Stadio Odegar di Asiago – ore 20:30
Arbitri: Glauco Colcuc, Leandro Soraperra; Federico Giacomozzi, Alberto Plancher
L’Asiago attende all’Odegar l’Egna, per un match fra due squadre uscite sconfitte nell’ultimo turno, Asiago ai rigori ed Egna all’overtime. Da entrambi i lati serve quindi ritrovare punti per rilanciarsi, l’Asiago vuole confermarsi tra le pretendenti allo scudetto e vuole rendere la vita difficile a tutti, l’Egna vuol far capire che la gara contro il Fassa è stato un incidente di percorso e il potenziale della squadra può dare preoccupazioni a chiunque. L’Asiago inoltre riabbraccia Enrico Miglioranzi, che ritorna sull’altopiano dopo l’esperienza in Ebel a Bolzano. Nell’Egna sono sempre assenti Dorigatti e il giovane Massar, nessuna assenza tra i padroni di casa.

Classifica: Cortina, Gherdeina e Renon* 9; Asiago ed Appiano 8; Egna e Vipiteno* 7; Valpusteria 6; Valpellice e Milano 5; Fassa 2; Caldaro 0
*Renon e Vipiteno, una gara in più