I risultati della quarta giornata di Campionato

Serie A – Itas Cup – Risultati – 4° Giornata – Stagione Regolare – Prima Fase.

Quarta giornata di Campionato equilibratissima, da sconsigliare ai tifosi deboli di cuore!!!
Ben cinque sulle sei gare in programma nella serata si concludono infatti dopo i sessanta minuti regolamentari.
Nei tre tempi regolamentari vince, piuttosto largamente, solo il Cortina mentre i cinque minuti supplementari regalano il sorriso al Valpellice (a Collalbo), al Fassa (ad Egna) ed al Vipiteno (a Milano).
Per definire la vincente del derby altoatesino del Pranives, dopo che anche la prima serie dei canonici cinque rigori per parte si è conclusa in parità, si deve andare ai tiri di rigore ad oltranza ed al dodicesimo tentativo, le Furie Rossoblu Gardenesi raccolgono la 47° vittoria nelle 77 gare disputate contro i Lupi.
Ad Appiano occorre addirittura la trasformazione di dieci tiri di rigori per parte per dare la vittoria ai Pirati giallo-blu contro l’Asiago.

H.C. Gherdeina valgardena.it – H.C. Val Pusteria Lupi 3-2 dt.r. (1-0, 0-1, 1-1, 0-0, 1-0) Stadio Pranives di Selva di Val Gardena – ore 20:30.
Bella partita quella disputata a Selva di Val Gardena davanti ad un adeguata cornice di pubblico. Per due volte il Gherdeina va in vantaggio ed altrettante volte il Val Pusteria riesce a recuperare il risultato.
Al goal di Maylan, realizzato alla metà del primo tempo, risponde Devos quando sta per suonare la seconda sirena. Vanno ancora avanti, con Leslie Newton, le Furie Rossoblu ed i giallo-neri impattano, grazie a Max Oberrauch, sfruttando l’uomo in più ad appena 63 secondi dall’ultima sirena.
I cinque minuti aggiuntivi, giocati in 4 contro 4, non cambiano il risultato e l’equilibrio si mantiene anche nella prima serie dei cinque tiri di rigori. Si va ad oltranza e mentre JJB Maylan trasforma il penalty, il pusterese Berzin non concretizza l’identica situazione.
Due punti quindi ai padroni di casa che si mantengono al primo posto. Diverso il discorso per il Val Pusteria che pur disputando una buona partita non riesce a far decollare la sua classifica
Marcatori: 9:53 (1-0) Justin Joseph Bruce Maylan (Davide Holzknecht, Daniel Costa); 39:43 (1-1) Philip-Michael Devos (Max Oberrauch); 53:42 (2-1) Jacob Leslie Newton (Joel Brugnoli); 58:57 (2-2) Max Oberrauch (uomo in più) (Tuuka Makela, Patrick Bona). Nella serie dei cinque rigori segnano soltanto Daniele Veggiato (Gh.) e Armand Berzins (V.P.). Si prosegue ad oltranza ed il 12° rigore è realizzato da Justin Joseph Bruce Maylan (Gh.)
Arbitri: Davide Deidda, Karel Metelka; Patrick Gruber, Marco Mori. Spettatori: 1000

Rittner Buam – H.C. Valpellice Bodino Engineering 2-3 d.t.s. (0-0, 2-0, 0-2, 0-1) Ritten Arena di Collalbo – ore 20:30
Ed i Rittner Buam fanno tre su tre. Al terzo overtime casalingo della stagione, infatti, i Campioni d’Italia, collezionano la terza sconfitta consecutiva, e, dopo Asiago e Vipiteno, è il Valpellice a passare sulla pista ghiacciata dei Campioni d’Italia, divenuta oramai facile terra di conquista.
La gara era iniziata con un grandissimo equilibrio e nessuna delle due formazioni era riuscita a sbloccare lo zero a zero iniziale. Nel secondo drittel i Lupetti dell’altopiano parevano aver trovato la giusta chiave di lettura e con Ingemar Gruber e Patrick Riismiller avevano piazzato, in meno di sessanta secondi, un “uno-due” che avrebbe potuto stordire qualsiasi formazione. Nel terzo drittel, invece, i Bulldogs, con una doppietta di Andrè Signoretti, si rimettevano in linea di galleggiamento ed arrivavano alla vittoria nei cinque minuti di extra-time con una segnatura di Trevor Johnson.
Marcatori: – 38:50 (1-0) Ingemar Gruber (Rissmiller Patrick, Eric Johansson). 39:33 (2-0) – Rissmiller Patrick (Eric Johansson, Dan Tudin). 45:07 (2-1) Andrè Signoretti (Nate Di Casmirro, Matt Pope) 49:01 (2-2) – Andrè Signoretti (Scott Nicolas Campbell, Nate Di Casmirro). 63:26 (2-3) Trevor George Johnson (nessun assist).
Arbitri: Claudio Ferrini, Karl Pichler; Maurizio Lorengo, Manuel Manfroi. Spettatori: 432.

Hockey Milano Rossoblu – S.S.I. Vipiteno Weihenstephan 2:3 d.t.s. (1:1, 0:1, 1:0, 0:1). Stadio Agorà di Milano – ore 20:30
Dopo aver sbancato il Cotta Morandini, il Milano pensava di raddoppiare il successo contro i Broncos che sperava di trovare un po’ provati dalla gara di martedì sera, disputata all’Arena di Collalbo. Invece, contrariamente alle previsioni, il Vipiteno ha mostrato di aver confidenza con i tempi supplementari ed ha bissato, in via Ciclamini, la vittoria ottenuta due giorni fa a Collalbo.
La gara, in linea con tutte quelle disputate nella serata, è stata equilibratissima. I padroni di casa erano passati in vantaggio con l’uomo in meno grazie a Fontanive; i Broncos avevano ben reagito, sfruttando al meglio due “power play”: con Sayer Owen e con Christopher St. Jacques. Il Pareggio di Caletti aveva ridato entusiasmo al team rossoblu ed il Milano aveva cinto d’assedio la gabbia di Puurula cercando la vittoria.
Passato indenne il difficile momento, i ragazzi di Kammerer avevano però trovato il match point con Matti Jonas Naatanen nel corso dei cinque minuti supplementari.
Marcatori: 1-0 (7:33) Nicola Fontanive (inferiorità numerica) (David Vallorani); 1-1 (8:47) R. Jordan Sayers Owen (superiorità numerica) (Matti Jonas Naatanen, Christopher St. Jacques); 1-2 (32:22) Christopher St. Jacques (superiorità numerica) (R. Jordan Sayers Owen, Fabian Hackhofer); 2-2 (45:50) Edoardo Caletti (Christhopher Murray, David Vallorani); 2-3 (63:43) Matti Jonas Naatanen (Christopher St. Jacques, R. Jordan Sayers Owen).
Arbitri: Nadir Ceschini, Andrea Moschen; Stefano Terragni, Willy Vinicio Volcan. Spettatori 1.422.

HC Egna – SHC Fassa 2-3 d.t.s. (1-0, 0-0, 0-1, 1-0)
Wurth Arena di Egna – ore 20:30
Gagliarda prestazione dei ragazzi di Kostner che violano la Wurth Arena ai tempi supplementari.
Il match è stato assai combattuto. L’Egna dopo la larga vittoria di Caldaro, voleva cancellare la sconfitta casalinga con il Cortina, mentre il Fassa reduce da tre sconfitte consecutive, cercava i primi punti di questo campionato. I Ladini passavano a condurre già nel primo drittel con la segnatura del giovane diciannovenne Matteo Dantone. Il meritato pareggio era siglato dal ventiquattrenne Alexander Sullmann, al terzo centro stagionale, intorno alla metà del terzo drittel. Nonostante i tentativi delle Wild Goose, il risultato non cambiava fino alla sirena. Ai supplementari il finlandese Sami Ryhänen trovava il disco giusto per chiudere il match.
Marcatori: 14:23 (0-1) M.Dantone (M.Bernard); 48:44 (1-1) A.Sullmann (P.Bustreo/S.Pellettier); 64:28 (1-2) Sami Ryhänen;
Arbitri: Andrea Benvegnù, Claudio Pianezze; Fabrizio De Toni, Omar Piniè. Spettatori 463.

H.C. Appiano – Supermercati Migross Asiago 3-2 d.t.r. (1-1, 1-1, 0-0, 1-0)
Stadio del Ghiaccio di Appiano – ore 20:30
I Pirati, dopo le due vittorie casalinghe contro Caldaro e Fassa, confermano la loro solidità interna sconfiggendo anche la capolista Asiago.
La gara ha avuto un esito assai incerto ed altalenante con i padroni di casa prima in vantaggio e poi a rincorrere per recuperare la doppietta di Scott Hotham, terzino canadese, col “vizietto del goal”.
L’epilogo si è avuto ai tiri di rigore dopo che 65 minuti effettivi di gioco non avevano stabilito le gerarchie sul ghiaccio. Effettivamente, c’è da dire, che anche in questa occasione, trovare la formazione che potesse primeggiare sull’altra, non è stato affatto semplice. Ci sono voluti ben venti tiri per proclamare il vincitore. Sui 10 tentativi per parte, i Pirati ne hanno trasformati cinque con Hazen, Waldner, Raffeiner (due volte) ed ancora Hazen (autore del punto decisivo) mentre i Leoni dell’altopiano si sono fermati a quattro: Devirgilio, Hotham, Borrelli ed ancora Devirgilio.
Con i due punti conquistati l’Appiano, aggancia in classifica l’Asiago a quota otto, appena un punto dietro al terzetto di testa.
Marcatori: 02:24 (1-0) M.O.Vallerand (S.Lacroix/D.Peruzzo); 08:47 (1-1) S.Hothan (L.Ulmer/S.Bentivoglio); 22:42 (1-2) S.Hothan (S.Bentivoglio); 30:39 (2-2) D.Peruzzo (J.Hazen/M-O. Vallerand); 65:00 (3-2) Rigore decisivo di J.Hazen
Arbitri: Michele Gastaldelli, Fabio Lottaroli; Federico Pace, Alex Waldthaler. Spettatori 418.

S.G. Hafro Cortina – S.V. Caldaro Rothoblaas 5-2 (1-0, 2-1, 2-1).
Stadio Olimpico di Cortina – ore 20:30
Larga vittoria del Cortina ai danni del Caldaro nell’unico match della serata che si decide ai tempi regolamentari.
Il successo degli Scoiattoli non è mai parso in dubbio poiché Gron e compagni, nell’occasione, sono parsi di ben altro spessore tecnico rispetto ai Lucci.
Con i tre punti conquistati stasera il Cortina ritorna al comando della classifica, seppure in coabitazione con Gherdeina e Renon, mentre con la quarta sconfitta consecutiva il Caldaro, chiude mestamente la classifica della serie A – Itas Cup.
Marcatori: 02:15 (1-0) S.Gron (R.Dingle) in sup.num.; 20:17 (2-0) P.Wunderer (S.Gron/D.Fabris); 34:38 (3-0) S.Gron (L.Zandonella); 38:36 (3-1) A.Frei (R.Andergassen/S.Tarasuk); 46:20 (4-1) S. Gron (G.De Bettin/P.Alber); 54:28 (5-1) R.Dingle in inferiorità numerica (P.Wunderer); 58:56 (5-2) A.Andergassen (R.Andergassen/D.Brejcak);
Arbitri: Alex Lazzeri, Luca Marri; Lorenzo Calligaro e Luca Zatta. Spettatori 432.

La classifica:

1. HC Gherdeina – Valgardena 9
2. SG Cortina Hafro 9
3. Rittner Buam 9 punti (+1 gara)
4 HC Appiano 8
5. HC Asiago 8
6. HC Egna Riwega 7
7. SSI Vipiteno Weihenstephan 7 (+1 gara)
8. HC Val Pusteria 6
9. Milano Rossoblu 5
10. HC Valpellice Bodino 5
11. SHC Val di Fassa 2
12. SV Caldaro Rothoblaas 0

Rittner Buam – S.S.I. Vipiteno Weihenstephan 4-5 d.t.s. (1-2/2-0/1-2/0-1)
A causa dei prossimi impegni dei Ritner Buam in Continental Cup, martedì scorso, si è giocato l’anticipo della gara in programma alla diciassettesima giornata. A Collalbo ha vinto, all’overtime, il Vipiteno forse un po’ a sorpresa ma tutto sommato meritatamente. Questo il tabellino della gara:
Marcatori: 09:52 (0-1) P.Mair (F.Wieser/G.Braito); 14:36 (1-1) M.Ploner (M.Quinz/A.Alber); 19:57 (1-2) J.Owen (H.Stofner); 21:54 (2-2) E.Scelfo (L.Daccordo); 29:12 (3-2) C.Borgatello (P.Rissmiller); 42:28 (3-3) H.Stofner (F.Hackhofer/J.Owen) in sup.num.; 51:05 (3-4) H.Stofner (F.Hackhofer/C.St.Jacques); 18:12 (4-4) D.Tudin (P.Rissmiller/I.Gruber); 61:46 (4-5) S.Baur (P.Mair/T.Kofler);
Arbitri: Thomas Gasser e Gregory Loreggia; Giudici di linea: Federico Stefenelli e Federico Pace; Spettatori: 469.

Tags: