A Como, Feltreghiaccio sconfitto alla prima

(com. stampa HC Como) – Buon debutto nel campionato cadetto per il Como che supera agevolmente la formazione Veneta del Feltreghiaccio. I lariani, nonostante i pochi allenamenti sul ghiaccio, hanno disputato una buona partita convincendo e divertendo il pubblico presente.
Gli ospiti si portano in vantaggio al 7° minuto con una bella azione in contropiede finalizzata da Gris Igor, ma il pareggio dei comaschi non si fa attendere e al 15° minuto ci pensa Matteo Roccaforte a mettere il disco alle spalle di Pignatti. Il Como spinge e dopo 2 minuti Andrea Ballarate dalla distanza porta in vantaggio i locali.
Seconda frazione combattuta con i ragazzi di Blazek all’attacco che al 5° minuto sfruttano una superiorità numerica portandosi sul 3 a 1 con un bel gol di Davide Gosetto. Altrettanto fanno gli ospiti al 7° minuto che accorciano le distanze in power-play con Cavan Giorgio. Il Como non ci sta e dopo varie occasioni, è Riccardo Ambrosoli a infilare il disco del 4 a 2.

Terzo tempo tranquillo per i Comaschi che approfittando della stanchezza del Feltre, segnano altri due gol con Riccardo Valli e con il giovane debuttante Matteo Formentini.


 

(dal sito feltreghiaccio.it, Denis D’Agostini) – Parte il campionato per il Feltreghiaccio, che si mette alle spalle già una trasferta ostica come quella di Como. Ostica, e ne esce con le ossa non rotte, ma quasi. A farla da padrone, più della tecnica, è la miglior condizione fisica, che si fa sentire soprattutto nell’ultimo parziale. Feltrini che comunque possono giocarsi un buon campionato, anche grazie ai giovani cresciuti nelle giovanili come Nachtigal, all’esordio in prima squadra.
Feltre che comunque ci prova, e trova il vantaggio con Igor Gris, abile a trovare il tap in vincente dopo il tiro di Daniel Broch stampato sul palo. Il Como reagisce e ribalta il risultato, sfruttando due grossolani errori difensivi dei Picchi. Secondo tempo che si apre con l’allungo della squadra di casa (3-1), ma i nostri non si perdono d’animo, e sugli sviluppi di un powerplay, Alberto Ognibeni lascia partire un missile terra aria che però si infrange sul palo. E’ però un rapace Giorgio Cavan, che si avventa per primo sul disco e lo deposita alle spalle del goalie di casa, dando così una speranza ai suoi. Purtroppo si tratta solo di un fuoco di paglia, ed il Como approfitta della sua miglior condizione fisica e del calo mentale del Feltre per portarsi, a cavallo fra secondo e terzo tempo, sul 6 a 2, risultato con il quale si chiude il match. Risultato pesante, ma c’è da vedere il bicchiere mezzo pieno, perché i nostri hanno dato battaglia fino a dove riuscivano, e si sono arresi solo quando fiato, testa e muscoli hanno ceduto.

Hockey Como – Hc Feltreghiaccio 6-2 (2-1, 2-1, 2-0)
Marcatori: 7:48 (1-0) Igor Gris (Daniel Bruch), 15:55 (1-1) Matteo Roccaforte (Simone Costa, Andrea Podestani), 17:32 (1-2) Francesco Sala (Simone Costa, Davide Gosetto), 25:59 (1-3) Davide Gosetto (Roberto Torboli, Riccardo Ambrosoli), 27:25 (2-3) Giorgio Cavan (Michele Giopp, Alberto Ognibene), 46:12 (2-4) Riccardo Ambrosoli (Filippo Ambrosoli), 51:58 (2-5) Matteo Formentin (Roberto Torboli, Mattia Meneghini), 55:58 (2-6) Daniele Fusini,
Como: Menguzzato M.; Costa S., Gosetto D., Valli R., Fusini D., Roccaforte M., Formentini M., Ambrosoli F., Ambrosoli R., Sala F., Ballarate A., Torboli R., Meneghini M., Podestani A., Marcati L. Allenatore: Karel Blazek
Feltreghiaccio: Pignati R.; Bruch D., Gris I., Nachtingal R., Ognibene A., Bertoncin M., Gorza A., Giopp M., Buschei R., Cavan G., Broch T., Zallot S., Brondi P., Canova A.