Esordio promettente delle Eagles

(com. stampa EV Bozen 84) – Dopo appena due settimane di allenamento “provvisorio” le campionesse di EWHL hanno fatto già vedere ottime cose.

Su invito delle campionesse di Germania del Planegg in ritiro a Piné, le Eagles avevano occasione di provare schemi e testare il proprio stato di forma. Finora tutti gli incontri tra le campionesse d’Italia e di Germania erano finiti in maniera molto chiara in favore delle ultime. Non così questa volta. Il risultato evidentemente non deve essere sopravalutato. Il Planegg, dopo una settimana di lavoro sull’altipiano, aveva le gambe pesanti e doveva fare a meno di due pedine infortunate. Nelle Eagles per contro, hanno dato forfait Elena Ballardini, Anna De La Forest, Linda De Rocco e Diana Da Rugna, comunque quattro titolari della Nazionale azzurra. Inoltre sole due settimane di allenamento son poche per pretendere grandi cose. Aggiungendo che coach Liberatore ha colto l’occasione per rimescolare abbondantemente le linee per provare diverse combinazioni, soddisfa comunque il fatto che le ragazze siano riuscite a viaggiare a pieno regime per tutti i sessanta minuti. Ne è scaturita una partita aperta e combattuta, per la gioi dei numerosi spettatori presenti. Eagles in vantaggio nel primo tempo grazie alla nuova straniera Jordanna Peroff. Il Planegg non ci sta e sposta il baricentro nel terzo delle Eagles, riesce a pareggiare e poi passare in vantaggio per 3:1. Non impressionate le Eagles continuano a macinare gioco e rescono a mettere in crisi la retroguardia delle tedesche. La pressione paga e poco prima della fine della partita, Eleonora Dalprà pareggio con una delle sue invenzioni. La partita si decide in favore del Planegg nella seconda serie di penalty all’ultimo tentativo, dopo che il goalie delle Eagles già in grande spolvero è riuscito a dire no alle conclusioni precedenti e Jordanna Peroff, nei suoi due tentativi aveva colpito due volte la traversa.

Molto soddisfatto della prestazione coach Liberatore che ha visto qualche sbavatura in difesa, ma giustamente sostiene che su errori propri si può lavorare, se l’avversario è superiore invece non c’è nulla da fare. La canadese Jordanna Peroff ha fatto vedere alcune cose interessanti e ha lasciato intendere che potrà fare la differenza non appena in forma, Chelsea Furlani, come al solito, ha preso per mano la squadra e l’ha fatta rendere al meglio. Impressionante la prestazioni delle due giovanissime difensori (anno 2000) Nadia Mattivi e Anita Muraro di Asiago.
Ora Marco Liberatore ha una settimana per preparare la squadra alla prima vera partita per la Supercoppa di EWHL, il 14 settembre a Memmingen.

ESC Planegg vs Bolzano Eagles 4:3 (dopo tiri di rigore)
Marcatrici per le Eagles: Jordanna Peroff, Eleonora Dalprà (2)