Stanley Cup Finals: Ancora OT, ancora LA

New York Rangers @ Los Angeles Kings 2 – 3 OT
New York Rangers @ Los Angeles Kings 2 – 3 OT

New York Rangers @ Los Angeles Kings 4-5 2OT [2-0; 2-2; 0-2; 0-0 OT; 0-1 2OT] / Serie 0-2

Secondo atto delle finali di Stanley Cup 2014 in quel di Los Angeles e seconda rimonta per i Kings che lasciano la città degli angeli con un rassicurante 2-0 nel carniere e con una ancora più rassicurante attitudine al recupero già evidenziata peraltro in game1. Invariati i roster con Lundqvist da una parte e Quick dall’altra a difendere le rispettive gabbie. Partono forte anche questa volta i Rangers che saggiano i riflessi di Quick già dopo pochi secondi con Nash; dalla parte opposta è Toffoli, innescato da Mike Richards, a tentare di superare Lundqvist. Ancora i Rangers con Girardi in Power Play provano a scardinare la difesa di casa ma è Mike Richards a sbrogliare la matassa davanti Quick ed a liberare. Ai Kings però non riesce di liberare nuovamente poco dopo la metà del periodo quando Dominic Moore intercetta un disco di Williams e lo serve a McDonagh il cui tiro dalla blu passando tra una selva di gambe si infila alle spalle di Quick. Lundqvist dall’altra parte blocca un bel tentativo di Martinez con una sicura pinzata mentre i suoi poco dopo danno il secondo dispiacere della serata a Quick con Brassard che da dietro la gabbia serve ancora una volta McDonagh il cui tiro viene respinto in qualche modo dalla difesa dei Kings ma è preda di Zuccarello che, appostato al lato della porta, realizza un facile 2-0. La risposta dei padroni di casa arriva ad inizio secondo periodo: Lundqvist lascia un rimbalzo stranamente facile su un tiro tutt’altro che irresistibile di King sul quale arriva per primo Williams che serve Stoll per il 2-1. Sulle ali dell’ entusiasmo i Kings tentano di scardinare nuovamente la difesa Rangers con Williams il cui tiro però viene contrastato efficacemente dal Lundqvist. Ancora Kings che con Voynov tentato da lontano ma stavolta è Girardi a sacrificarsi ed a bloccare il tiro. Sempre Voynov in Power Play tenta con un tiro da poco dentro la blu ma “The King” fa buona guardia e pinza il disco. La reazione dei Rangers è affidata all’ asse Kreider-Stepan-St Louis con quest’ultimo che supera con una bella conclusione Quick e riporta i Rangers avanti di due reti. Il Power Play dei Kings questa sera funziona e su una conclusione di Voynov dalla blu, arriva la deviazione di Williams che infila il disco nel “five hole” di Lundqvist e riporta sotto i beniamini di casa, sostenuti dall’ incessante tifo dello Staples Center. La gioia dei tifosi di casa dura però lo spazio di qualche secondo e cioè quelli che bastano a Quick e Mitchell per combinare un mezzo disastro dietro porta consegnando a Brassard il puck per la più facile delle reti che manda le squadre negli spogliatoi per il secondo riposo sul 4-2. Rientrati sul ghiaccio gli arbitri ci mettono del loro convalidando un gol realizzato da Dwight King con entrambi i pattini nell’area di porta: il giocatore dei Kings devia una conclusione da lontano di Greene per poi franare addosso a Lundqvist ma gli arbitri, peraltro vicinissimi all’azione, non vogliono sentire ragioni e portano il disco a centroghiaccio per l’ingaggio. I Kings gasati dal nuovo riavvicinamento credono sempre di più al pareggio che arriva dalla stecca dell’ ex di turno: Marian Gaborik, che riceve il disco davanti alla gabbia di Lundqvist e dopo 3 tentativi contrastati dal goalie svedese riesce ad infilare il puck sotto la traversa per la rete del sospirato pareggio che fa esplodere l’arena. Quick dall’ altra parte chiude letteralmente la porta in faccia a Brad Richards ben servito da Hagelin. Quando Quick non ci arriva è il palo a salvare i Kings sulla conclusione di Kreider nata da un disco recuperato da Stepan nel terzo d’attacco. Si va così nuovamente all’ overtime e King, servito dall’ attivissimo Mike Richards, avrebbe la possibilità di chiudere i conti ma il suo tiro passa al lato dell a gabbia difesa da Lundqvist. Dalla parte opposta in Power Play, Kreider in 1Vs0 spreca una ghiotta occasione per chiudere i conti. Il match si prolunga così al secondo overtime dove Quick salva ancora la barca respingendo al mittente una staffilata di Stralman. I Kings dal canto loro non sprecano l’occasione e Kopitar serve un disco a Mitchell che tira un siluro dalla blu su cui Capitan Dustin Brown mette la stecca deviandolo di quel tanto che basta per mettere fuori casa Lundqvist e regalare ai Kings il match ed il vantaggio per 2-0 nella serie che assegna la coppa di Lord Stanley.

Ora si va sull’altra costa dove Lunedì e Mercoledì i Rangers avranno la possibilità di chiudere il distacco davanti ai propri tifosi che aspettano di vedere un match di finale dal lontano 1994.

 

Reti: 10:48 McDonagh (1-0); 18:46 Zuccarello (2-0); 21:46 Stoll (2-1); 31:24 St. Louis PPG (3-1); 34:39 Mitchell PPG (3-2); 34:50 Brassard (4-2); 41:58 King (4-3); 47:36 Gaborik (4-4); 90:26 Brown GWG(4-5)