Stanley Cup Playoffs: Rangers-Pens a gara7; Hawks di nuovo avanti

Pittsburgh Penguins @ New York Rangers 1-3 [1-2; 0-1; 0-0] / Serie 3-3 di Emanuele Badessi

Dopo la prova di forza fornita Venerdì notte dai Rangers, capaci espugnare con un sonante 5-1  il Consol Energy Center di Pittsburgh e di annullare così il primo match point per i Pens, la serie tra la franchigia di Broadway e quella della Pennsylvania torna al Madison Square Garden di New York in una giornata molto particolare soprattutto per Martin St.Louis: la festa della mamma. Si, perchè St. Louis ha perso la sua proprio nella giornata di giovedì scorso ma, dietro richiesta della famiglia, è sceso comunque sul ghiaccio per gara5 a Pittsburgh. Ed è proprio l’attaccante quebecois ad aprire le danze facendo saltare dai seggiolini i tifosi del Garden quando mette alle spalle di uno svagato Fleury il disco dell’ 1-0, lasciandosi poi andare ai festeggiamenti. Fleury che ci mette del suo anche nella rete del 2-0 che arriva circa 3 minuti dopo: Hagelin recupera un disco nel terzo difensivo e si invola verso la porta dei Pens, elude il tentativo di opposizione di Scuderi e rientrando verso il centro infila il disco tra il braccio ed il corpo del goalie dei Pens. Il goalie ospite si fa perdonare poco dopo fermando molto bene una pericolosa iniziativa di Kreider innescato dalla coppia Girardi-St.Louis. La risposta dei Pens arriva sul finire del periodo con Sutter che mette alle spalle di Lundqvist la rete del 2-1. Dal replay si nota però il tocco decisivo del difensore dei Rangers, Klein, che spinge il disco in rete anticipando proprio Sutter. Chiuso il primo periodo in vantaggio i Rangers, soprattutto grazie al solito, immenso Lundqvist, respingono il veemente ritorno dei Pens. Il goalie dei Rangers dice di no ad un tentativo in tuffo di Vitale davanti allo slot e si ripete successivamente su Goc strozzando l’urlo in gola al giocatore dei Pens, già intento a festeggiare. Ancora Lundqvist blocca una iniziativa di Gibbons e tiene i suoi in vantaggio. Si arriva cosi al 15’30” con Klein e lascia partire un tiro dalla blu, Fleury non riesce a bloccare e sul rebound si accende una mischia furibonda con la difesa ospite incapace di spazzare lo slot e Brassard che spinge il disco in rete per il 3-1 con il quale si arriva alla seconda intermission. Tornati sul ghiaccio per gli ultimi 20 minuti, i Rangers avrebbero la possibilità di chiudere definitivamente i conti con Hagelin ma il giocatore svedese vede il suo tiro respinto da Fleury. C’è ancora il tempo per Lundqvist di esibirsi in un doppio stop su Neal mentre dalla parte opposta è il palo a dire di no a Stepan in Power Play ma la partita si chiude senza ulteriori patemi per i tifosi delle blueshirts che forzano così a gara 7 una serie che sembrava compromessa dopo le 3 vittorie consecutive dei Penguins.

Ancora una volta determinanti, nel bene e nel male, i due goalie con Lundqvist che ha parato tutto il possibile (per lui alla fine saranno 36 salvataggi) vedendosi negare lo shutout solo da una sfortunata deviazione di Klein, laddove Fleury ha mostrato ancora tutti i suoi limiti mettendoci del suo in tutti e 3 i gol dei padroni di casa.

Toccante il discorso negli spogliatoi di Martin St. Louis alla squadra in cui ha ringraziato i suoi compagni per il sostegno in questo terribile momento della sua vita.

Adesso la serie torna in Pennsylvania per l’atto conclusivo, gara7, che andrà in scena Martedì 13 all’ una di notte italiana.

Reti: 3:34 St.Louis (0-1); 6:25 Hagelin (0-2); 16:56 Sutter (1-2); 35:30 Brassard (1-3)

Minnesota Wild @ Chicago Blackhawks 1-2 (1-0; 0-1; 0-1) / Serie : 2-3 di Nicola Tosin

La serie ritorna sul ghiaccio di Chicago in perfetta parità, dove Mike Yeo decide di far partire fin dal primo minuto Ilya Bryzgalov a difesa della gabbia di Minnesota. Dall’altra parte il solido Corey Crawford, che arrivati a questo punto della post-season risulta essere il secondo migliore goalie, dopo l’inarrivabile Tuukka Rask dei Bruins. Prima partita della serie in cui il risultato finale è stato solamente di una lunghezza, dove dopo cinque partite ancora nessuna delle due franchigie è stata in grado di violare l’arena nemica.
Inizio flash con Seabrook che si accomoda in panca puniti e dei Wild che vanno vicino alla rete con Granlund solamente nei secondi finali, ma l’occasione più valida è quella di Bickell che in contropiede viene stoppato dal gambale del goalie russo. Al minuto 4:17 è Hjalmarsson a provare un piazzato ravvicinato, ma lo stesso goalie si supera andando a stoppare il puck. I Blackhawks guadagnano una superiorità poco dopo il giro di boa, dove l’occasione però si presenta sulla stecca del b’hawk Bickell prima dell’effettivo inizio di PP. Pochi minuti dopo la fine del PK, gli ospiti trovano la rete del vantaggio : è il minuto 16:33 quando un coast-to-coast di Erik Haula zittisce il pubblico in rosso, complice anche un rebound offerto da Crawford e da una deviazione arcuata in grado di favorire l’attaccante finnico.
Secondo drittel che si apre con un Leddy che cerca di impensierire Bryzgalov in due occasioni, con scarsi risultati. Minnesota attende troppo, come c’ha insegnato nella serie contro gli Avalanche e figlia un’inferiorità patita, al minuto 09:18 subisce la rete del pareggio da parte di Bryan Bickell, bravo a deviare una conclusione di Kane. L’alternate captain Parise cerca di prendersi sulle spalle la squadra, trovando sempre i gambali di Crawford, e il tentativo più nitido del periodo arriva ad 1’44” dalla seconda sirena quando Kane cerca di sorprendere il goalie avversario alla sua destra.
Dopo un inizio di terzo periodo in cui Kane rischia di far andare avanti gli ospiti, perdendo un puck nel terzo centrale, al minuto 04:33 i Blackhawks trovano la rete del vantaggio e della vittoria. Un ping pong clamoroso di fronte a Bryzgalov, dove un ben posizionato Jonathan Toews fa fruttare l’ultimo rimbalzo. Parte seguendo un andamento in salita, come fosse un diesel, una caccia a Crawford da parte degli ospiti, dove Suter, Parise, Niederreiter e Granlund cercano invano di trovare le reti del pareggio e dell’eventuale vittoria.

Nella notte tra le giornate di martedì e mercoledì verrà disputata gara 6 a St.Paul. Continuerà la regola non scritta di “chi gioca in casa, vince” o i Blackhawks saranno in grado di portarla a casa e sognare un repeat?

Reti : 16:33 Erik Haula (1-0); 29:18 PP Bryan Bickell (1-1); 44:33 Jonathan Toews (1-2)