DEL FG7: Ingolstadt campione. Il miracolo è compiuto

Ebbene si, quello che nessuno osava pensare, è successo. L’Ingolstadt ha superato, in un match perfetto, il Colonia in gara 7, nella sua tana, la Lanxess Arena, davanti a 18666 spettatori, e si è così aggiudicato il Campionato Tedesco stagione 2013-14. Nono posto, penultimo utile per poter partecipare ai playoff, durante la stagione regolare, nella post season, i bavaresi hanno eliminato nell’ordine Berlino, campione in carica, Krefeld, Amburgo e in finale il Colonia. Insomma tutto il ghota della DEL si è dovuto arrendere sotto i colpi di Laliberte e soci. Sotto 0 a 2 prima del primo ingaggio di gara 3, le Pantere sono riuscite ad impattare la serie e portare gli Squali alla partita della vita; il match del tutto o niente, quello che tutti i giocatori di hockey vorrebbero disputare almeno una volta nella propria carriera sportiva: gara 7 di una finale.

Inizio di match con poche occasione; i due team sentono l’importanza della partita e così i due goalie vengono chiamati in causa poche volte durante la prima frazione. Le uniche occasioni portano la firma di Marcel Müller e Ticar per i padroni di casa e di Gawlik per gli ospiti.

IngolstadtPiù movimentato, invece, il secondo tempo. Subito viene chiamato in causa Danny aus den Birken che blocca una doppia conclusione di Derek Hahn, mentre il collega Pielmeier respinge un tiro dalla blu di Moritz Müller. In questa fase le due formazioni sprecano una superiorità a testa. La partita si accende, i due goalie abbassano la saracinesca ancora su un diagonale di Laliberte (Ingolstadt) e su una conclusione di Andreas Falk (Colonia). Al 14° azione pericolosa degli ospitti: Köppchen tenta di servire al centro il compagno Turnbull, il disco viene colpito dal pattino del suo difensore, Moritz Müller e Danny aus den Birken blocca, compiendo un vero miracolo. Sul proseguo dell’azione vengono mandati in panca puniti un giocatore per parte, Holmqvist e Sabolic, e così si prosegue in 4vs4. Alla fine della doppia penalità, doccia fredda per i tifosi rossoneri: tiro dalla blu di Timothy Conboy, davanti alla gabbia tocca il compagno Patrick Hager, il disco rimane lì, arriva Christoph Gawlik ed infila per il vantaggio ospite. I ragazzi di Krupp tentano una reazione ed impegnano il goalie avversario con un diagonale di Mika Hannula.

Le speranze del Colonia di pareggiare vengono subito spente ad inizio terzo drittel quando in contropiede Laliberte si presenta solo davanti al goalie rossonero e realizza il 2 a 0. Nella faccia dei tifosi della Lanxess Arena si vede il panico. Nessuno crede a quanto sta succedendo. I padroni di casa premono, ma le ripartenze delle Pantere sono micidiali e le azioni più pericolose sono ancora degli ospiti che impegnano l’estremo avversario con Derek Hann e Tyler John Bouck. Il Kölner Haie risponde con Marcel Müller ed Andreas Holmqvist ma Pielmeier è insuperabile. Coach Krupp chiama timeout, toglie il proprio portiere per un uomo di movimento in più, ma sono gli ospiti ad andare più vicino al goal. Alla sirena finale scoppia la gioia dei giocatori sul ghiaccio e dei tifosi biancoazzurri sugli spalti. Quello che i ragazzi di Niklas Sundblad, al primo anno sul pancone bavarese, hanno fatto è qualcosa di grande, qualcosa che rimarrà per sempre negli annali della DEL.

Risultato Finale Gara 7 Martedì 29 Aprile

Kölner Haie – ERC Ingolstadt 0-2 (0-0, 0-1, 0-1) / Serie 3-4 (ERC Ingolstadt Campione di Germania)

Reti: 36:15 Christoph Gawlik (0-1), 40:28 John Laliberte (0-2)