Per l’HCB Alto Adige è già tempo di gara 2

(Comun. stampa HC Bolzano) – L’euforia positiva di giocare e vincere la prima gara di semifinale davanti ai 4200 del Palaonda dovrà essere il trampolino di lancio ideale per i biancorossi, che domani sera, martedì 25 marzo, si tufferanno nella seconda sfida della serie contro il Villach, in programma sul ghiaccio austriaco.

Consapevoli dell’impresa messa a segno, i Foxes devono ora guardare avanti. È  ovviamente giusto e normale emozionarsi per la bella vittoria ottenuta all’esordio assoluto in una semifinale del campionato EBEL, ma, in casa biancorossa, c’è la consapevolezza del fatto che il grosso deve essere ancora fatto. Concentrazione e disciplina, elementi determinanti nel successo di domenica sera al Palaonda, serviranno infatti come non mai anche nella trasferta di martedì, quando, alle ore 19:15, sul ghiaccio di Villach, verrà scodellato il primo disco dell’incontro numero 2 nell’incrocio con i carinziani.

Pokel: “Piedi ben piantati a terra”

“La prima partita è stata speciale – commenta Tom Pokel – perché venivamo da un lungo periodo di stop ed è sempre dura riprendere il ritmo, ma soprattutto perché siamo stati trascinati da un pubblico fantastico. Siamo soddisfatti di noi stessi, contenti del calore che c’è attorno alla squadra, ma anche dell’idea che bisogna andare avanti passo dopo passo. Vogliamo cercare di vincere anche gara 2, è ovvio, ma sarà difficile. Dovremo fare la nostra partita, attenta, disciplinata: è il gioco che ci ha portato fino a qui e che crediamo possa servirci ancora per far bene”.

Il Villach ha un bilancio casalingo positivo con i Foxes

Delle due squadre è certamente il Villach quella chiamata a cambiare registro. Nell’incontro del Palaonda i gemelli del gol Hughes e Ryan sono stati arginati bene dalla gabbia biancorossa, con il secondo che ha sì trovato il gol della bandiera per i suoi, ma favorito in maniera determinante da una deviazione netta dello sfortunato Pance.

Davanti al pubblico amico, in ogni caso, la compagine della Carinzia avrà una marcia in più, come dimostrano anche i precedenti di stagione con i Foxes. Delle tre gare disputate alla Stadthalle di Villach, infatti, i biancorossi sono riusciti a spuntarla una sola volta, il 10 dicembre scorso, per 4:2, mentre, nelle altre due occasioni, hanno dovuto cedere agli avversari, sempre per 4:2 l’11 ottobre scorso, addirittura per 6:3 nel match di Pick Round del primo febbraio.

HCB Alto Adige al gran completo

La compagine del capoluogo, che si presenta in terra austriaca forte di 18 vittorie esterne, potrà contare sull’intero roster. Sull’altro fronte sarà ancora assente Klemen Pretnar, mentre torna a disposizione Nico Brunner. Nota di colore, lo storico capitano del Villach, Gerhard Unterluggauer, giocherà la 500esima partita con i carinziani.

Semifinali EBEL, Gara 2, martedì 25 marzo 2014
EC Villacher SV – HCB Alto Adige (ore 19.15)
Serie best of five: 0:1 (1:2)

EHC Liwest Black Wings Linz – Red Bull Salzburg (ore 19.30)
Serie best of five: 0:1 (2:4)

Tags: