QFG2: Dan Sullivan manda in semifinale l’Asiago, Vipiteno eliminato all’overtime

Dan Sullivan. E’ il difensore italo-canadese a portare in semifinale l’Asiago, che sbanca la Weihenstephan Arena di Vipiteno all’overtime, dopo una meravigliosa rimonta. Gli stellati chiudono così la serie sul 2 a 0 e guadagnano l’accesso al prossimo turno di semifinale, raggiungendo Renon e Val Pusteria. I pusteresi hanno vinto la Coppa di Lega contro i Rittner Buam e potranno scegliere l’avversario da affrontare in semifinale tra Asiago e chi uscirà vincitore da Gara 3 di Valpellice e Cortina.
Prime due frazioni a reti bianche, nel terzo tempo poi il Vipiteno trova un parziale di 2 a 0 prima di essere rimontato dalla rete di Paul Zanette prima e da quella di Sean Bentivoglio poi, a soli 15 secondi dalla sirena finale. Dopo tre minuti e 14 secondi dall’inizio dell’overtime ci pensa quindi Sullivan a chiudere i giochi.
A livello di roster l’Asiago rinuncia ancora ad Andrè Signoretti, così come al goalie titolare Marozzi sostituito da Alessandro Tura.

SSI Vipiteno Weihenstephan – Supermercati Migross Asiago 2 – 3 OT [0-0; 0-0; 2-2; 0-1]
Nel corso del primo tempo le squadre restano in stallo e lunghi periodi di studio vengono interrotti da sporadiche occasioni: tante le penalità da una parte e dall’altra, palpabile il nervosismo, ma abbastanza basso il ritmo. Le conclusioni degne di nota arrivano da Bentivoglio per gli stellati, mentre è Lee il più pericoloso degli altoatesini, in particolare con un tiro diretto all’incrocio dei pali ma fermato molto bene dalla pinza di Tura. Continuano gli screzi, ma non cambia il risultato sul ghiaccio: 0 a 0 dopo 20 minuti.

Nel secondo tempo il ritmo cambia e l’Asiago parte forte, cogliendo un clamoroso palo con Ulmer a Myllykoski battuto. Dall’altra parte i Broncos rispondo con Eastman, che al termine di una buona combinazione conclude sul corpo di un Tura ben posizionato. Ancora padroni di casa, questa volta con Erat, che si invola tutto solo davanti a Tura non riuscendo però a battere il portiere asiaghese. Gli ospiti si affidano agli spunti di Bentivoglio: da un suo disco si accende una mischia furibonda davanti alla gabbia altoatesina, ma Myllykoski è fondamentale nel respingere tutto con il gambale. Asiago anche sfortunato, perché dopo il giro di boa del match centra un altro “legno”, questa volta con Borrelli che spara sulla traversa. Negli ultimi minuti si alza sensibilmente il ritmo e Lee va a un passo dal vantaggio con un rasoghiaccio da ottima posizione, ma il puck si spegne a pochi centimetri dalla porta di Tura. Ultime emozioni ancora davanti alla porta stellata, quando il goalie degli ospiti è costretto a superarsi stendendosi a pelle d’orso su un puck vagante a pochi centimetri dalla linea di porta. Powerplay per i Broncos a pochi minuti dal termine, ma come spesso in questa serata lo special team altoatesino è rivedibile e sono anzi i giallorossi a sfiorare per ben due volte l’1 a 0, con Sullivan prima e con Paul Zanette poi. Niente da fare, alla seconda sirena il match è ancora a reti bianche.

Succede tutto nel terzo tempo. Buon avvio dei Broncos, che al 44:53 centra il tanto sospirato vantaggio: conclusione di Ludvik, il disco toccato da Tura si impenna e viene corretto in rete da Roman Erat. Poco dopo clamorosa occasione per il pareggio sulla sponda asiaghese: Ulmer va al tiro a porta completamente sguarnita, ma Stofner si inventa un incredibile intervento in tuffo deviando il disco sopra la propria porta con la stecca. Parte poi il contropiede dei Broncos, a un passo dal raddoppio con Caig, ma il 2 a 0 è comunque servito quando finalmente il powerplay altoatesino funziona: al 52:12 botta dalla blu di Philipp Pircher deviata probabilmente dal corpo di un terzino avversario e puck in rete. Mai dare l’Asiago per morto, però. Al 56:28 Paul Zanette sfrutta al meglio un rebound concesso da Myllykoski dopo il tiro di Borrelli. Subito dopo Ulmer lancia in porta Bentivoglio, fermato però dall’ottimo intervento del goalie dei Broncos. A 50 secondi dalla sirena finale coach John Parco chiama il time-out e alla ripresa del gioco gli ospiti giocano con il sesto uomo di movimento e a soli 15 secondi dal termine ecco il pareggio: scatola impostata, disco per Ulmer che mette dentro forte e teso per il tocco vincente di Sean Bentivoglio. E’ 2 a 2, il match scivola all’overtime.

Il tempo supplementare si gioca inizialmente con entrambe le squadre attente a non scoprirsi, ma al 63:14 Dan Sullivan raccoglie un disco vinto dopo l’ingaggio e fulmina Myllykoski per la rete che mette fine alla contesa ed elimina il Vipiteno.

SSI Vipiteno Weihenstephan – Supermercati Migross Asiago 2 – 3 OT [0-0; 0-0; 2-2; 0-1]

Reti: 44:53 Roman Erat (1-0); 52:12 Philipp Pircher PP (2-0); 56:28 Paul Zanette (2-1); 59:45 Sean Bentivoglio (2-2); 63:14 Dan Sullivan (2-3)

 

Tags: