Coppa di Lega G1: colpo grosso del Val Pusteria, il fortino Arena Ritten violato all’overtime

Il Renon non perdeva in casa da 15 partite, il Val Pusteria non vinceva contro il Renon da 6. I gialloneri sono però andati contro le statistiche e hanno violato l’Arena Ritten di Collalbo, grazie al goal all’overtime di Rob Sirianni. 3 a 2 il finale in favore dei pusteresi, che passano a condurre in questa serie best of three e possono giocarsi il primo match point sabato sera tra le mura di casa. Partita giocata su ritmi non molto elevati: primo tempo chiuso in vantaggio dagli ospiti, poi il Renon ribalta il risultato ma si fa riprendere in chiusura di seconda frazione da McCauley. Terzo drittel di completo stallo, fino al goal vittoria all’overtime. Insolita per un derby altoatesino la carenza di penalità: soltanto 8 minuti assegnati in tutta la gara, ma un fallo fischiato nei primi secondi di supplementare a Rissmiller ha di fatto deciso la contesa.

Entrambe le squadre sono certe di un posto in semifinale, ma un’eventuale vittoria, oltre alla Coppa di Lega, assegnerà alla squadra vincitrice anche la facoltà di scegliere l’avversario in semifinale e la possibilità del fattore campo in un’eventuale bella, anche in finale. Dal punto di vista dei roster coach Rob Wilson  rinuncia ancora a Gabe Guentzel, tenuto precauzionalmente a riposo visto il problema all’anca che gli ha fatto saltare gli ultimi due match, out anche Andreas Alber per un problema al ginocchio e Mirko Quinz, per un colpo alla testa. Due i forfait tra i gialloneri, che rinunciano ad Armin Helfer e Kiel McLeod, entrambi reduci da un’influenza e tenuti ancora a riposo da coach Mario Richer.

Ritten Sport Renault Trucks – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 2 – 3 OT [0-1; 2-1; 0-0; 0-1]
Match al via all’insegna dell’equilibrio, poi è il Renon ad aumentare la pressione e a schiacciare per lunghi tratti il Val Pusteria: diverse le conclusioni fermate da Aubin, la più importante quella su un tocco sotto misura di Siddall. I gialloneri però sono cinici e all’11:44 centrano il vantaggio: errore di Tudin in fase di costruzione, gli ospiti riconquistano il disco e Oberrauch imbecca David Ling, che con il rovescio infila Mason per l’1 a 0. I Rittner Buam, subito il goal, calano d’intensità e devono resistere anche in inferiorità numerica, ma lo special team pusterese non colpisce: a pochi minuti dalla sirena altra occasione per Siddall, che riconquista il disco in forechecking e impegna Aubin. Dopo 20 minuti però gli ospiti sono avanti per 1 a 0.

Secondo tempo scoppiettante, con il Val Pusteria a un passo dal pareggio nei primi minuti con Bona, che servito da Crepaz trova la grande risposta di gambale di Mason. Il Renon non riesce a fare il proprio gioco e ad alzare il ritmo, ma per sbloccarsi bisogna sfruttare le occasioni e così al 27:01 Eric Johansson prova una conclusione non eccezionale, ma Aubin buca l’intervento e regala l’1 a 1 ai padroni di casa. Sette minuti più tardi, al 34:11, è servito anche il vantaggio: Rissmiller libera David Urquhart alla conclusione, che passa attraverso il traffico e si infila ancora in rete. E’ 2 a 1, ma nel finale i lupi pusteresi non ci stanno. A 49 secondi dalla seconda sirena Oberrauch conquista un disco in neutra, si invola verso Mason e viene steso dalla stecca di Scelfo: per gli arbitri è rigore, ma Mason abbassa la saracinesca sul tentativo del numero 6 avversario. Poco male per la truppa di coach Richer, che trova comunque il pareggio a 17 secondi dal termine del secondo tempo: prima Sirianni spreca da ottima posizione, ma il Val Pusteria imposta la scatola con O’Marra che libera al tiro Dennis McCauley. One-timer all’incrocio dei pali e 2 a 2 dopo 40 minuti.

Primi dieci minuti del terzo tempo di stallo totale, a metà frazione ci prova Rissmiller a risvegliare gli animi con una fuga sulla destra, ma la sua conclusione è fermata dal gambale di Aubin. Dall’altra risponde anche il Val Pusteria, con una conclusione da pochi passi di O’Marra: Mason prima non trattiene, poi ferma il disco a pochi centimetri dalla linea di porta. Di fatto sono gli unici sussulti di un terzo drittel giocato a ritmi decisamente bassi. Si torna così negli spogliatoi sul 2 a 2, in attesa dei 20 minuti di overtime.

Bastano due minuti e 48 secondi al Val Pusteria per decidere la gara: Rissmiller finisce in panca puniti e in superiorità numerica è Rob Sirianni a infilare da posizione centrale il disco che significa Gara 1 e primo match point alla Leitner Solar Arena.

Ritten Sport Renault Trucks – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 2 – 3 OT [0-1; 2-1; 0-0; 0-1]

Reti: 11:44 David Ling (0-1); 27:01 Eric Johansson (1-1); 34:11 David Urquhart (2-1); 39:43 Dennis McCauley (2-2); 62:48 Rob Sirianni PP (2-3)

Tags: