QFG2: Vipiteno allunga la serie, Lee firma il gol decisivo

Vipiteno vince gara 2 per 4-3 e ottiene il primo match point per accedere alla fase 2 dei quarti. Milano con le spalle al muro e obbligato a vincere per non concludere la stagione anticipatamente. Ospiti ancora senza Migliore, Vipiteno privo di Ludvik. La gara comincia venti minuti dopo l’orario previsto per un disguido al pullman del Milano.

Primi minuti di studio, il Vipiteno ha poi modo di sfruttare un power-play (Lo Presti in panca puniti per ostruzionismo) ma non riesce a scardinare la difesa del Milano. Sono quindi gli ospiti a giocare in superiorità numerica pochi minuti dopo (Baur, ostruzionismo), ma l’occasione più ghiotta arriva sulla stecca di Caig, che a tu per tu con Dainton si fa parare il tiro. Le uniche opportunità per gli ospiti le crea Fontanive, ma la manovra è sterile, e la situazione si ripete quando 5 minuti dopo è Caig ad andare nel penalty-box. I Broncos ravvivano i minuti finali del primo drittel con un’occasione di Knwolton nello slot, dopo aver ricevuto dall’out di sinistra, mentre i tentativi del Milano non preoccupano Myllykoski. Sul finale di tempo altra superiorità per il Vipiteno (sgambetto di Schell), che va vicino al gol con Eastman, ma Dainton para col gambale.

Il secondo periodo è più interessante e dopo 1:57 il Vipiteno si porta in vantaggio, in power-play. Dainton para il tiro di Knowlton concedendo rebound, sul disco arriva Erat che serve Liotti, il quale può facilmente depositare in rete. Milano frastornato, e Braito sfiora il raddoppio. Reazione rossoblù con Estoclet, prima dall’out di sinistra, poi con un’azione personale fermata da Myllykoski. Milano fa fatica, spreca due superiorità di fila, con Erat prima (gomitata) e Hackhofer poi (ritardo del gioco) in panca puniti. Le conclusioni di Schell e Fritsch non creano problemi, e superata indenne l’inferiorità, i Broncos si portano sul 2-0. Mischia nello slot, la difesa rossoblu non libera il terzo, Pircher serve Maffia, che dalla blu fulmina Dainton sulla sua sinistra con un tiro rasoghiaccio. Il Milano, obbligato a reagire, spreca un altro power-play (ostruzionismo di Pircher). A 17:27 ci pensa Caletti a riaprire il match, correggendo sottoporta un tiro dalla blu di Estoclet. Vipiteno incassa il colpo e fa 3-1: Erat, servito dalla destra da Wieser, entra nello slot e trova l’incrocio.

Nel terzo drittel emerge il mordente del Milano, chiamato a raddrizzare l’incontro. I ripetuti tentativi rendono scricchiolante la difesa dei Broncos. Insam rimescola le linee, ci provano Gellert e Re dalla blu, poi Ranallo. Sprecata l’ennesima superiorità, il Milano accorcia in power-play, con Pircher punito mentre Hackhofer rientrava. A segnare è DiDiomete, in mischia, su assist di Caletti. Milano si riversa in attacco, rischia qualcosa sulla fuga di Erat, e confeziona una bella azione con Estoclet. A 7:11 pareggia con un fulminante tiro dalla blu di Re, rimonta completata. Il Vipiteno chiama timeout e torna sul ghiaccio determinato. Sottsas sfiora il gol, poi Schell va in panca puniti, e Eastman mette i brividi a Dainton. Il Vipiteno gioca un buona superiorità numerica, premiata a 10:18 con Lee che fa 4-3, cogliendo il rebound di Dainton dopo il velenoso tiro dalla blu di Caig. Esplode la DiscoArena. Milano tenta di reagire con Schell, i Broncos vanno più volte vicini al quinto gol, non sfruttano un’altro power-play (Lutz tra i puniti) ma assediano la difesa del Milano con delle buone iniziative di Erat, Caig e Stofner. Reazione di Fontanive che fa tutto da solo ma trova l’opposizione di Myllykoski. Il Milano non ha molte idee e nei minuti finali si gioca tutte le sue carte per agguantare il pareggio. A un minuto dalla fine Lee viene punito per ritardo del gioco, Dainton lascia la gabbia, Gellert e DiDiomete sfiorano la rete, ma quest’ultimo viene poi punito per trattenuta del bastone. Il risultato non cambia.

Vipiteno vince meritatamente e si porta sul 2-0 nella serie. Milano troppo affannoso in fase d’impostazione, troppo poco lucido in superiorità e con poca benzina nei motori. La stagione dei Rossoblù è ad una svolta, quella del Vipiteno, apparso in forma, potrebbe cambiare in meglio dopo la deludente Regular Season.

SSI Broncos Vipiteno Weihenstephan – Hockey Milano Rossoblu 4-3 (0-0; 3-1; 1-2)
Reti: 21:57 Liotti in superiorità numerica (Erat), 31:29 Maffia (Pircher), 37:27 Caletti (Estoclet, Lutz), 39:17 Erat (Wieser, Knowlton), 44:36 DiDiomete (Caletti), 47:11, Re (Fontanive), 50:18 Lee in superiorità numerica (Caig)
SSI Broncos Vipiteno Weihenstephan: Myllykoski (Steinmann); Eastman, Baur, Pircher, Hackhofer, Maffia, Messner, Liotti; Braito, Caig, Mair, Stofner, Lee, Erat, Erlacher, Kofler, Wieser, Knowlton, Sottsas. All: Axel Kammerer
Hockey Milano Rossoblu: Dainton (Tesini); Fritsch, Lutz, Gellert, Re, Latin, Lo Russo, Guerra; Fontanive, Estoclet, Lo Presti, Ranallo, Lo Presti, Caletti, DiDiomete, Goi. All: Adolf Insam

Tiri: 39/44
Penalità: Vipiteno (18:00)/Milano (14:00)
Arbitri: Benvegnù, Ferrini; Manfroi, Cristeli
Spettatori: 699

Tags: