U16, 9ª – Fassa e Pieve in lotta per l’ottava pretendente al titolo

A un turno dalla fine di questi due gironi di qualificazione nel campionato nazionale di under 16, i giochi sono quasi fatti. Nel girone A c’è ancora il Ritten Sport in testa ma il Gherdeina con 2 partite da giocare contro il Val di Fassa è la candidata a chiudere la classifica al vertice. A meno di catastrofi in casa gardenese il Val Pusteria è terzo mentre per il quarto posto se la giocheranno questa settimana Fassa e Pieve di Cadore.
Nel gruppo B il Caldaro è certo del primato, Vipiteno e Juniorteams venerdì ad Egna si troveranno di fronte per qualificarsi al secondo posto. In caso di pareggio ci starebbero i Broncos. Feltreghiaccio sicuramente quarto, attende se per i quarti di finale andrà a Selva o a Collalbo.

Gruppo A
freccia calendario

Il Pieve di Cadore resta sotto la linea di qualificazione pur mettendo in difficoltà la dominatrice Gherdeina che torna dal bellunese con un 2-1 risicato. Tante penalità e tanto lavoro per i portieri ma entrano solo le reti del gardenese Demetz al 23°, il pareggio di Pasuch al 28° e il gol partita di Leo Holzknecht a 20 secondi dall’ultimo riposo.
Contro il forte Ritten Sport il Fassa stava per conquistare quel punto che gli avrebbe fatto staccare il biglietto per i quarti di finale. Il punteggio resta sullo 0-0 fino al 26° quando Ploner porta in vantaggio gli ospiti che raddoppiano al 32° con K. Fink, entrambi su assist di S. Spinell che realizza il 3-1 al 36° dopo che Boneccher al 34° aveva accorciato le distanze. Al 55° Jonathan Boneccher concede il bis ma il Fassa non trova il gol del pareggio e della qualificazione. I ladini restano comunque due punti sopra la linea di qualificazione ai quarti di finale ma è presto per cantare vittoria. Questa settimana il Fassa incontrerà due volte la capolista Gherdeina mentre al Pieve di Cadore non resta che la partita contro il Varese, ancora a zero punti. Un arrivo a pari punti favorirebbe il Pieve per la differenza reti migliore negli scontri diretti.
Anche nella terza partita della nona giornata il primo tempo si conclude a reti inviolate. Per avere la meglio sul Varese ancora a zero punti il Val Pusteria trova la strada del gol solo in superiorità numerica, con Grossgastaiger, dopo 55 secondi dalla ripresa. Formentini al 28° sorprende i Lupi segnando il pareggio, poi però 4 reti in 10 minuti (due di Alex Steiner, la seconda di Gregor Grossgastaiger e Tomasini) fanno andare i gialloneri al secondo riposo sull’1-4. Tornati sul ghiaccio i varesini tornano in partita con i gol di Manfè e Matteo Formentini che in 5 contro 3 realizza la sua doppietta personale. Il minimo vantaggio regge fino al 49° quando un’altra serie di 4 gol in 10 minuti regala la vittoria al Val Pusteria: secondo gol di Ruben Tomasini, doppietta di Philip Regensberer e marcatura di De Lorenzo.

9ª 07/03/2014 venerdì
Pieve d.C. – Gherdeina 1-2 (0-0, 1-2, 0-0)
Fassa – Ritten Sport 2-3 (0-0, 1-3, 1-0)
ValPusteria – Varese 9-3 (0-0, 5-1, 4-2) sabato

Classifica    P.ti i V-N-P   gol +/-
Ritten Sport    14 9 6-2-1 53-30  23
Gherdeina       13 8 6-1-1 50-25  25
Val Pusteria    11 9 5-1-3 45-34  11
Val di Fassa     8 8 4-0-4 32-30   2
Pieve di Cadore  6 9 3-0-6 30-35  -5
Varese           0 9 0-0-9 24-80 -56

recupero 5ª 12/03/2014 mercoledì
18.30 Fassa – Gherdeina

Prossimo turno, 10ª 14/03/2014 venerdì
12.20 Varese – Pieve d.C.
18.15 ValPusteria – Ritten Sport
16.45 Gherdeina – Fassa


Gruppo B
freccia calendario

Stravincendo a Torre Pellice il Caldaro si assicura la prima posizione matematica del girone a un turno dal termine, riscattando lo stop di settimana scorsa contro lo Juniorteams. Numericamente troppo pochi i piemontesi per tenere testa ai Lucci, un numero talmente scarno che il giudice sportivo infliggerà al Valpellice la terza multa stagionale, omologando però il pesante passivo. Delle 13 reti, 4 sono di Iacopo Martini, tre di Alex Gasser, altre tre di Luca De Donà e una per Massar, Tomasini e Moling.
Le vittorie consecutive del Feltreghiaccio si fermano a tre. A Vipiteno i feltrini escono sconfitti e si qualificheranno come quarti. Mercoledì infatti il Feltreghiaccio sarà di scena a Caldaro contro la capolista e anche dovesse vincere andrebbe al massimo a pari punti con una tra Vipiteno e Juniorteams, entrambe con un bilancio favorevole rispetto ai Picchi negli scontri diretti. A Vipiteno il Feltre conduce fino a 8 minuti dalla fine. Picchi sul 2-0 al 32° con la doppietta di Matteo Dall’Agnol, tra il 37° e il 44° i Broncos raggiungono il pareggio con due reti di Armin Baier. La rete di Da Forno riporta avanti il Feltre che deve arrendersi al nuovo pareggio di Glatz e al gol vittoria di Ninz al 57°.

9ª 07/03/2014 venerdì
Valpellice – Caldaro 0-13 (0-2, 0-6, 0-5) confermata a tavolino
Feltreghiaccio – Vipiteno 3-4 (1-0 ,1-1, 1-3)
freccia Juniorteams – Milano 5-0 (4-0, 0-0, 1-0) giocata giovedì

Classifica   P.ti i V-N-P   gol +/-
Caldaro        15 9 7-1-1 53-19  34
Vipiteno       12 9 6-0-3 36-27   9
Juniorteams    12 9 6-0-3 44-30  14
Feltreghiaccio 10 9 5-0-4 41-33   8
Milano          4 9 1-2-6 21-44 -23
Valpellice      1 9 0-1-8 22-64 -42

Prossimo turno, 10ª 12/03/2014 mercoledì
19.30 Milano – Valpellice
17.15 Caldaro – Feltreghiaccio
14/03/2014 venerdì
18.15 Juniorteams – Vipiteno


Prima fase
gruppo ESTfreccia Risultatifreccia Classifica finalefreccia Girone di consolazione
gruppo OVESTfreccia Risultatifreccia Classifica finalefreccia Girone di consolazione
freccia La formula


Giudice sportivo

Partita Valpellice – Caldaro del 07-03-2014

MALAN CRISTIAN (Valpellice) 1 giornata
Al minuto 38.37, durante un` interruzione di gioco, protestava platealmente avverso una decisione arbitrale rivolgendosi al direttore di gara con la seguente irriverente frase: “Vaf……o, ca..o, arbitro fischia” e, pertanto, gli venivano inflitti 10 minuti di p.c.c.

PERDITA GARA inflitta a H.C. VALPELLICE A.S.D. con la seguente motivazione:
La squadra dell`H.C. VALPELLICE si è presentata all’incontro, e disputato, con solo 12 (dodici) giocatori di movimento più 2 (due) portieri, come risulta dal foglio di arbitraggio e presenti in campo, rispetto ai 13 (tredici) giocatori di movimento più 2 (due) portieri.
Perdita della gara a tavolino con il punteggio 0 a 13 già maturato sul campo di gara.
Precedenti:
GSP13143 del 30/12/2013 (U20) ->Perdita gara
GSP13179 del 18/01/2014 (U20) ->Perdita gara