Il Renon torna a vincere: dodicesima vittoria di fila all’Arena Ritten, Cortina K.O.

Dodicesima vittoria consecutiva per il Renon tra le mura di casa. Questa volta la vittima è il Cortina, che cade invece a sua volta per la quinta volta di fila lontano dall’Olimpico. 4 a 1 il finale all’Arena Ritten e altoatesini sempre più in vetta alla classifica. Buone notizie comunque per gli ampezzani, che con la sconfitta del Milano all’Agorà contro il Val Pusteria mettono praticamente in tasca il quinto posto in classifica. Renon in avanti nel primo tempo con la prima rete in Elite A dell’ultimo arrivato, il giovane difensore francese Maxime Moisand, raddoppia Spinell nel secondo tempo, poi prima Riccardo Lacedelli accorcia le distanze, poi gli ospiti soccombono sotto i colpi di Johansson e Nelson.
Il Renon rinunciava ancora a Rampazzo e Alber, il Cortina invece recuperava tra le proprie fila Stanislav Gron.

Ritten Sport Renault Trucks – Hafro SG Cortina 4 – 1 [1-0; 2-1; 1-0]

Avvio di match subito caldo, con Gruber e Gron impegnati in una zuffa che termina con un 2+2 inflitto a entrambi i contendenti. I primi minuti sono avari di emozioni, ma al primo squillo il Renon passa: al 04:26 è Maxime Moisand a trovare la prima rete con la maglia altoatesina con un grande slapshot dalla blu. La reazione del Cortina arriva in un superiorità numerica per penalità differita, ma Mason salva tutto mettendo la pinza su un tiro diretto all’incrocio dei pali. Match giocati su ritmi piuttosto intensi e dall’altra Baur deve superarsi per evitare di capitolare per la seconda volta, ma Scelfo da buona posizione non è fortunato. Gli scoiattoli chiudono la prima frazione con un altro powerplay, ma i primi 20 minuti vedono i Rittner Buam avanti per 1 a 0.

Buon inizio di secondo tempo per i padroni di casa, che schiacciano gli ampezzani nel loro terzo difensivo e passano ancora al 24:33: grande azione di Scelfo che si infila sulla destra, da dietro la porta serve Thomas Spinell che centra il colpo vincente. Il Cortina però non ci sta e prova ad alzare il proprio baricentro, così al 28:55 è Riccardo Lacedelli a trovare un gran tiro dalla lunghissima distanza che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Mason. Sull’onda dell’entusiasmo gli scoiattoli vanno anche a un passo dal pareggio con Dingle, che alza troppo il puck sopra la traversa da ottima posizione. Il Renon non perdona e cala il tris al 30:06: bella azione di Eric Johansson che da destra spara un gran tiro che beffa Baur. Chiusura di frazione con l’uomo in più per gli ospiti, a due secondi dalla sirena tiro di Albers che sbatte sulla traversa e poi sulla linea di porta: l’azione viene rivista all’istant replay, ma il capoarbitro Alex Lazzeri non concede il goal. 3 a 1 il risultato alla seconda sirena.

Cortina poco concreto in un terzo tempo che dovrebbe essere invece l’ultima spiaggia per gli ampezzani per riprendere la partita. I ragazzi di coach Beddoes regalano invece una doppia superiorità numerica ai Rittner Buam, che vanno in rete per la quarta volta al 45:52: classica azione di powerplay, Rissmiller a servire Levi Nelson che comodamente mette il punto esclamativo sulla sua ottima partita. Con questa rete gli altoatesini mettono la parola fine ai giochi e si limitano a controllare il largo vantaggio fino alla sirena finale. 

Ritten Sport Renault Trucks – Hafro SG Cortina 4 – 1 [1-0; 2-1; 1-0]

Reti: 04:26 Maxime Moisand (1-0); 24:33 Thomas Spinell (2-0); 28:55 Riccardo Lacedelli (2-1); 30:06 Eric Johansson (3-1); 45:52 Levi Nelson PP2 (4-1)