Preview – 38ª giornata Regular Season

La Regular Season di Elite A Itas Cup si avvicina al termine, con ancora cinque giornate da giocare. Il Renon è primo solitario, col “gruppetto delle tre” (Val Pusteria, Asiago e Valpellice) distaccato, ma tutto è ancora possibile. Il Cortina difende un solido quinto posto, così come il Milano difende il sesto. A -13 dai rossoblù il Vipiteno, che stacca abbondantemente il Fassa, ultimo. In questa giornata spicca la gara d’alta quota tra Renon e Asiago. Il Val Pusteria sfida il Cortina, il Milano sale in alta val d’Isarco per giocare contro il Vipiteno, così come il Valpellice sale ad Alba di Canazei.

asiago2-rittenMigross Supermercati HC Asiago – Ritten Sport Renault Trucks

ore 20:30, Stadio Odegar di Asiago
Arbitri: Michele Gastaldelli, Glauco Colcuc; Nicola Basso, Claus Unterweger
La gara di cartello, la più interessante della giornata, è quella dell’Odegar tra Asiago e Renon. I Buam sono primi da soli, e guardano le sfidanti dall’alto, l’Asiago è terzo con una gara da recuperare e martedì contro il Cortina (anch’esso un recupero) ha ritrovato la vittoria. Scavalcare il Val Pusteria, secondo è ancora possibile, più difficile il primo posto, ma un’eventuale vittoria in questa sfida potrebbe essere un ottimo punto di partenza. All’addio di Di Domenico si è alternato l’arrivo di Nick Ross, difensore. Tra impegni internazionali, defezioni e qualche black-out, l’Asiago, detentore del titolo e favorita per mantenere lo scettro, ha perso qualche punto per strada, ma coach Parco può riportare la squadra sulla retta via, basti pensare all’anno scorso, dove, dopo un Regular Season in ombra e un Relegation Round dominato, la squadra si è trasformata in un rullo compressore durante i playoff, sino al titolo finale. Titolo mai raggiunto, ma solo sfiorato dal Renon, che per ora sembra la compagine più in forma, più concentrata e quella ad aver sfruttato maggiormente il suo potenziale. 10 punti di vantaggio sono un tesoro da gestire a dovere, senza crolli come quelli dello scorso anno nei quarti di finale contro il Cortina. Sarà comunque una sfida fra candidate al titolo finale. Per i vicentini ancora assente Paul Zanette e sono da verificare le condizioni di Layne Ulmer, Stefano Marchetti e Michel Stevan. Per il Renon sempre fermi ai box Alber e Rampazzo, e uno straniero dovrà accomodarsi in tribuna causa turnover obbligato.
cortina-pusteriaHafro Sportivi Ghiaccio Cortina – Lupi Fiat Professional HC Val Pusteria
ore 20:25, Stadio del Ghiaccio di Corvara in Alta Badia (Bz)
Arbitri: Karel Metelka, Andrea Moschen; Simone Mischiatti Federico Stefenelli
Diretta Tv su Rai Sport 2 dalle ore 20:25
Gara interessante anche quella fra Cortina e Val Pusteria, che si disputerà allo Stadio del ghiaccio di Corvara, poichè l’Olimpico è inagibile causa eccessiva neve sul tetto dell’impianto. In questa trasferta contro i veneti, ma in terra atesina, il Val Pusteria cerca di proseguire la serie di tre successi maturata nella settimana scorsa. Le due vittorie sull’Asiago e i nove gol rifilati al Fassa parlano chiaro, e i Lupi sono determinati a lasciarsi alle spalle la crisi di risultati che li aveva fatti scivolare fino al quarto posto. Serve però concentrazione, soprattutto contro un Cortina che prosegue il suo dignitoso campionato, ed è pronto a riscattarsi dopo il ko dell’Agorà. Il quinto posto è difendibile, un’impresa difficile il quarto, ma gli uomini di Beddoes sono un consolidato e coriaceo roster capace di fare sgambetti a chiunque. In più, gli scoiattoli recuperano Gron, guarito dall’influenza, e possono schierare il neo-acquisto Kevin Doell, già esordiente a Milano. Lupi ancora senza Scandella, ma è possibile l’esordio di Tauber quest’anno dopo un lungo infortunio. Tra gli ampezzani mancano a referto anche Zandonella e Baldo.
fassa-valpelliceSportiva HC Val di Fassa Volvo – HC Valpellice Bodino Engineering
ore 20:30, Stadio G.Scola di Alba di Canazei
Arbitri: Leandro Soraperra, Claudio Ferrini; Christian Gamper, Alexander Andreas Waldthaler
Allo Scola incrociano le stecche due squadre reduci da due sconfitte. Del Fassa, senza nulla togliere agli ottimi atleti di coach Kostner, le sconfitte non sorprendono molto, in virtù dell’ultimo posto solitario a -14 dal Vipiteno, sesto. La squadra ha subito 18 gol nelle ultime due gare, nell’ultimo match alla Ritten Arena, a difesa della gabbia è sceso in pista il 18enne Scola, in sostituzione di Tillanen e Vallini, entrambi infortunati per una distorsione al ginocchio. Gruppo, determinazione e agonismo non sono in discussione, ma il Fassa ha ormai ben poco da chiedere a questo finale di Regular Season, e la lista di infortuni non aiuta i ladini. La Valpe, dal canto suo, è reduce da due brutte sconfitte patite sul ghiaccio amico che fino a prima della pausa era divenuto un fortino difficile da espugnare. Milano e Vipiteno hanno portato a casa 3 punti, e la squadra di Flanagan è tutto a un tratto diventata vulnerabile, oltre che scalfita dall’addio del suo migliore finalizzatore, Brian Ihnacak, trasferitosi in Svezia, al Malmo. I Bulldogs cercheranno quindi di riscattarsi subito, e di sopperire immediatamente alla partenza dell’ottimo attaccante. Una partita per il risveglio, da entrambe le parti.
vipiteno-milanoSSI Vipiteno Broncos Weihenstephan – Hockey Milano Rossoblu
ore 20:30, Weihenstephan Arena di Vipiteno
Arbitri: Gregory Loreggia, Karl Pichler; Manuel Manfroi, Christian Cristeli
Milano in visita in alta val d’Isarco, nel palazzetto del Vipiteno che, circa un mese e mezzo fa, fu teatro del superamento in classifica dei Rossoblù  sui Broncos. Da lì, la squadra di Insam è cresciuta, ha raggiunto ottime vittorie, ed ha difeso con ordine l’attuale sesto posto, distante sette punti dal Cortina, quinto. I due precedenti quest’anno alla Weihenstephan Arena recitano una vittoria per parte. Il Vipiteno, sta sostanzialmente ri-trovando la sua identità dopo il cambio di allenatore (in panchina ora Axel Kammerer dopo Travincek e il periodo di “traghettamento” di Pohl), e l’arrivo di nuovi giocatori, l’ultimo Florian Runer. Il buon risultato ottenuto a Torre Pellice avrà sicuramente motivato i Broncos, che cercheranno di ripetersi sul ghiaccio amico, che rimane un terreno comunque ostico per gli ospiti. Il Milano è vicino alla certezza matematica del sesto posto, e un risultato positivo lo confermerebbe, oltre ad aumentare morale e andamento degli uomini di Insam. Nel Vipiteno mancano a referto Erat, Kofler e Knowlton, nel Milano, Migliore e Latin.

Tags: