EIHC: il Blue Team si piazza al secondo posto

Contro l’Ungheria l’Italia conquista il secondo successo nell’EIHC di Danzica che vale la piazza d’onore. La Nazionale Italiana si conferma bestia nera dei magiari, i quali, passati in vantaggio, hanno subìto, per l’ennesima volta, la rimonta degli Azzurri. Primo goal in Azzurro per Bentivoglio.

Le due squadre si affrontano a viso aperto, i magiari provano a prendere le redini del gioco, l’Italia spezza loro trame di gioco gettandosi, a sua volta, in attacco, tuttavia in entrambe le formazioni gli estremi difensori rimangono inoperosi. Gli ungheresi trovano il guizzo al 9.34 con il contropiede di Azari che fredda Dennis. La reazione Azzurra latita, il reparto offensivo fatica a trovare la via del goal; i ragazzi guidati da Chernomaz, di contro, galvanizzati dal vantaggio, scorazzano nel terzo d’attacco sfiorando il raddoppio con Sarpatki. Il Blue Team si desta dal torpore nel finale di periodo con il diagonale di Borgatello e, alla seconda vera occasione, in power play, pareggia con Sirianni che finalizza, da posizione ravvicinata, l’assist di Rocco.

La frazione centrale si apre con una penalità comminata a Gander, la Nazionale Italiana argina le percussioni avversarie e si concede il goal del vantaggio con Bentivoglio. Complici una serie di penalità, gli Azzurri sono costretti a giocare, a tratti, in inferiorità, tuttavia se la cavano egregiamente lasciando a Vas l’unico tentativo degno di nota. Nei minuti successivi la gara s’incanala sui binari dell’equilibrio, un alterco tra Kovacs e Spinell ravviva il match, ristabilita la calma sul ghiaccio gli arbitri invitano i due giocatori ad accomodarsi nel penalty box, l’altoatesino, con un 2+2+10, a carico costringe gli Azzurri a giocare con l’uomo in meno che costa il pareggio dell’ex bolzanino Mihaly. L’Italia non si scompone,  al 38.25, Borgatello, con un preciso lancio, serve a Rocco il disco che vale il momentaneo 3-2. Ad un minuto dal secondo riposo Kovacs è ancora protagonista di un’altra rissa, questa volta con Sullivan, gli arbitri servono un altro 2+2+10, questa volta ad entrambi.

Nell’ultima frazione l’Ungheria si gioca il tutto per tutto mettendo alla prova la retroguardia Azzurra, la quale si dimostra all’altezza ogni qualvolta è chiamata in causa. Al Blue Team serve un goal per chiudere la pratica, la temerarietà di Gander ed Armin Hofer non premia i due giocatori, neanche il successivo power play non aiuta i ragazzi di Pokel, tuttavia Borgatello trova il goal della sicurezza, la botta centrale del terzino, dalla media distanza, risulta imprendibile.

Nell’ultima gara del torneo, la Polonia batte la Bielorussia 4-2 (0-1; 0-1; 4-0). In svantaggio di due reti al termine del  secondo tempo, i padroni di casa, con un incredibile frazione finale, ribaltano il punteggio accaparrandosi il primo posto.

Ungheria – Italia 2-4 (1-1; 1-2; 0-1)
Ungheria:
Zoltan Hetenyi (Miklos Rajna); Attila Reiter – Arnold Varga – Viktor Tokaji – Adam Hegyi – Tamas Groschl – Bence Sziranyi – Adrian Huffner; Csaba Kovacs – Balasz Sebok – Andras Benk – Attila Nemeth – Balazs Ladanyi – Nikandrosz Galanisz – Tamas Sarpatki – Zsolt Azari – Janos Vas – Fernc Kocsis – Arpad Mihaly – Benjamin Nemes – Balint Magosi. Coach: Rich Chernomaz
Italia: Adam Dennis (Andeas Bernard); Christian Borgatello – Armin Helfer – Trevor Johnson – Daniel Sullivan – Hannes Oberdörfer – Armin Hofer – Roland Hofer – Alex Trivellato; Luca Felicetti – Vincent Rocco – Markus Gander – Sean Bentivoglio – Robert Sirianni – Brian Ihnacak – Nicola Fontanive – Daniel Tudin – Fabian Calovi – Patrick Bona – Anton Bernard – Thomas Spinell. Coach: Tom Pokel
Arbitri: Maciej Pachucki (Polonia) e Vladimir Babic (Slovacchia) Linesmen: Wojciech Moszczynski (Polonia) e Marcin Mlynarski (Polonia)
Penalità: Ungheria 22 (2/16/4) – Italia 36 (0/34/2)
Tiri: Ungheria 25 (9/12/4) – Italia 25 (8/8/9)
Marcatori: (1-0) 09.34 Zsolt Azari; (1-1) 18.49 Robert Sirianni (Vincent Rocco) PP; (1-2) 24.18 Sean Bentivoglio (Trevor Johnson – Armin Helfer); (2-2) 36.04 Arpad Mihaly (Viktor Tokaji – Janos Vas) PP; (2-3) 38.25 Vincent Rocco (Christian Borgatello); (2-4) 54.34 Christian Borgatello (Luca Felicetti)
Spettatori: 300

Classifica finale:
Polonia p.ti 6; Italia p.ti 6; Bielorussia p.ti 3; Ungheria p.ti 3.

EIHC Danzica 02-2014