Il Davos espugna Lugano in rimonta

di Luca Ribera

Davanti a 6.771 spettatori il Davos espugna con merito la Resega in rimonta condannando il Lugano alla seconda sconfitta consecutiva, permettendo agli uomini di Dal Curto di raggiungere la compagine ticinese al quarto posto.

Nella prima frazione le due squadre pensano più che altro a difendersi e, a parte un grande intervento dell’estremo Grigionese Genoni su Walker al 4 minuto e una rissa tra lo stesso Walker e Koistinen al 12.28, mentre i gialloblu stavano giocando in power play,  che induce l’arbitro Kurmann a spedire i due giocatori in panca puniti per 2 minuti più 10 disciplinari, non si segnalano azioni di grossa rilevanza così che alla prima pausa il risultato è ancora bloccato sullo 0 a 0.

incrocio dei pali della gabbia ospite dopo il preciso assist di Micfliker. I gialloblu reagiscono immediatamente e al 26.53 trovano la rete del pari con Lindgren che riesce a far passare il puck sotto i gambali del goalie di casa Merzekins, sfruttando al meglio un passaggio dalle assi del top scorer Grigionese Paulsson. assistenza di Fazzini da dietro la porta. Al 37.06 il risultato torna in parità grazie ad Ambhul che approfitta di un errata uscita del terzo difensivo della squadra di casa e davanti al portiere bianconero è freddo a raggirararlo e depositare il puck nella gabbia. La rete carica la squadra dei grigioni, che assume le redini del gioco, ma il risultato non cambia e alla seconda sirena il tabellone della Resega dice 2-2.

Nell’ultima frazione il Davos entra sul ghiaccio più deciso e al 43 minuto coglie in pieno l’asta della porta di casa con Corvi, ma il goal decisivo è rimandato solo di qualche istante infatti è il minuto 44.47, quando Reto Von Arx riceve un passaggio da Burgler, s’invola verso la gabbia ticinese e fulmina l’estremo bianconero con un tiro preciso che s’insacca sotto la traversa. Il Lugano prova a reagire portando qualche timido tentativo verso la gabbia gialloblu, ma l’estremo Grigionese si fa trovare sempre pronto e anzi sono gli uomini di Dal Curto a rendersi più pericolosi in contropiede e nonostante un power play per il Lugano al 52.37 (punito Grossman per carica alla balaustra) e gli ultimi secondi in qui la compagine di casa chiama prima time out e poi prova a togliere il portiere sfruttando l’uomo di movimento in più il risultato non cambia, consentendo ai gialloblu di cogliere tre punti fondamentali per la lotta al 4 posto.

Premiati come migliori in pista Fazzini per il Lugano e Amhul per il Davos

 

Lugano – Davos 2-3 (0-0;2-2;0-1)

Marcatori:
21.10 Fazzini (Micfliker) 1-0
26.53 Lindgren (Paulsson) 1-1
33.31 Maurer (Fazzini) 2-1
37.06 Ambhul (Walser) 2-2
44.47 R. Von Arx (Burgler) 2-3

Tags: ,