Eastern Conference : Bruins padroni dell’Atlantic; tracollo Capitals nella Metropolitan

Metropolitan Division di Nicola Tosin

I Pittsburgh Penguins continuano a governare tale division, avendo portato il vantaggio rispetto alla seconda a 15 punti, andando così ad allungare di 1 rispetto all’inizio del mese di Gennaio. La franchigia della Pennsylvenia è caduta solamente in 3 occasioni su 12, rispettivamente contro : Oilers (4-3 dopo gli OT ad Edmonton), Panthers (clamoroso 5-1 in casa), Stars (3-0 in quel di Dallas). Tra home e away c’è stata una spartizione equa, dove in trasferta sono usciti in maniera più che buona da un mini-tour in terra canadese, viste le vittorie contro Canucks e Flames con in mezzo la caduta di cui abbiamo già parlato in quel di Edmonton, e dalle trasferte in quel di NY (sponda Islanders) e Los Angeles. Il top-scorer continua ad essere Sidney Crosby con 75 punti (27+48) realizzati in 54 partite, seguito da Chirs Kunitz con 55 (27+28) in altrettante discese sul ghiaccio.

Gli stessi Penguins hanno messo il palo tra le ruote della seconda forza della Metropolitan nella prima gara del mese di Febbraio. Stiamo parlando dei New York Rangers, che con la deblace dei Capitals di cui parleremo in seguito, sono diventati la seconda forza grazie alle 9 vittorie maturate nelle 15 partite mensili. Inizio del mese con sali e scendi : sconfitta per 5-2 a Pittsburgh, vittoria per 7-1 a Toronto, sconfitta per 4-3 agli OT contro i Blue Jackets al Madison Square Garden e “tripletta” di vittorie contro Blackhawks (3-2 a Chicago), Stars e Flyers (3-2 e 4-1, sempre nella grande mela). Ora sono a 3 vittorie consecutive, grazie alle due vittorie nelle stadium series (7-3 contro i Devils e 2-1 contro gli Islanders) e al rematch del derby in nottata contro gli stessi Islanders al Madison Square Garden, finito 4-1 per i ragazzi di Vigneault. Il norvegese Mats Zuccarello continua ad essere il miglior realizzatore con 39 punti (15+24) in 55 gare, affiancato da Brad Richards che ha maturato il risultato con 14 reti e 25 assist.
Gradino basso del podio per i Carolina Hurricanes. A livello prettamente divisionale, mese ottimale per loro : in 6 gare, sono caduti solamente a Columbus il 10 Febbraio scorso per 3 reti a 0. Tra il mese di Gennaio e il mese di Febbraio hanno messo a referto una striscia di 5 vittorie consecutive, iniziata il 31 Gennaio contro i Canadiens e terminata il 10 Febbraio proprio a Columbus. Dal 22 al 27 ne hanno ripresa un’altra di 4, finita in casa dei Canadiens (3-1 per i canadesi). Ieri notte hanno sconfitto, tra le mura amiche, dei Blues che nelle ultime 10 partite stanno girando i campi con una montagna russa. Il capitano Eric Staal è il miglior realizzatore con 44 punti (14+30) in 51 gare, seguito dal giovane Jeff Skinner con 38 (23+15).
A ridosso del podio troviamo i Columbus Blue Jackets, che nell’ultimo periodo risulta essere la migliore franchigia della Metropolitan insieme ai Rangers. Ultimo periodo del mese non positivo, viste le sconfitte dal 25 al 28 (Sabres, Hurricanes e Senators) prima della ritrovata vittoria poco meno di 48 ore fa contro i Capitals (5-2). Una serie di sconfitte arrivate dopo aver portato avanti una striscia di 8 vittorie consecutive dal 6 al 23 Febbraio, andando a sconfiggere : Rangers, Hurricanes, Jets, Bolts, Capitals (17 Febbraio), Sabres, Flyers e Kings. Top-scorer il giovanissimo (classe ’92) Ryan Johansen con 40 punti (21+19) realizzati in 54 discese sul ghiaccio, seguito dal più blasonato Brandon Dubinsky con 36 (12+24) in 48 gare.
Seguono i Philadelphia Flyers, che nelle ultime 10 vengono da un non estasiante 3-5-2, dove 48 ore fa hanno trovato la sconfitta in casa della corazzata Ducks. Ricordiamoci che 1 mese fa erano al terzo posto della division, mentre nell’ultimo mese hanno portato a casa solamente 14 dei 30 punti a disposizione, nonostante l’inizio del mese con 3 vittorie in 4 partite. Il tracollo si è presentato dal 20 Gennaio in casa degli Islanders (sconfitta per 4-3 all’OT) e da quel momento sono arrivate 5 sconfitte in 6 gare. Dopo un inizio difficile, Claude Giroux svetta in testa alla classifica dei migliori marcatori con 50 punti (16+34) in 55 gare disputate, seguito da Wayne Simmonds (17+21) e Jakub Voraceck (14+24) con 38 in altrettante discese sul ghiaccio.
A parimerito con i Flyers troviamo i New Jersey Devils. Mese molto ballerino per la compagine del Newark, che cade in classifica dal 4° al 6° posto seguendo proprio i Flyers, a causa delle 9 sconfitte nelle 14 partite giocate. Cade negli scontri diretti contro i Flyers (all’OT) e i Rangers (stadium series), mentre vince quello contro i Capitals (2-1 a Newark). Prima della partita disputata per le stadium series, giocata il 26 Gennaio, aveva trovato due vittorie proprio contro i Capitals di cui abbiamo già parlato e contro dei Blues in crisi (clamoroso 7-1 sempre a Newark); dopo la gara outdoor, 2 sconfitte in 3 gare dove l’unica vittoria è arrivata a Dallas (3-2 all’OT). Top-scorer il sempre vivo Jaromir Jagr con 48 punti (17+31) in 56 gare, seguito dall’altro giovane Patrik Elias con 33 (11+12) in 47 partite.
E qui, alla settimana posizione, troviamo una sorpresa : i Washington Capitals. Il roster guidato da Adam Oates ha disputato un mese di Febbraio a livelli veramente bassi : solamente 4 le vittorie in 15 partite; un totale di 11 punti, sui 30 disponibili, portati a casa; sole sconfitte contro le dirette avversarie di division e sono state 5 in totale; una serie di sconfitte pari a 7 dal 12 al 24 Febbraio. Le uniche vittorie sono arrivate contro : Bolts (4-3 a Tampa), Maple Leafs (3-2 al Verizon Center), Canadiens (5-0 a Montreal) e Sabres (5-4 all’OT in trasferta). Non continuano a bastare le 39 reti in 51 gare di Alexander Ovechkin, top-scorer della squadra con 57 punti (39+18) in 51 gare, seguito dallo svedese Nicklas Backstrom con 51 (11+40) in 55 partite.
Division chiusa sempre dai New York Islanders. Il mese Gennaio si era aperto seguendo la fine di Dicembre, vista la blasonata vittoria all’OT contro i Blackhawks, ma la goia era stata prontamente sedata nello scontro diretto contro gli Hurricanes (sconfitti per 3-2 all’OT). Nonostante ciò, mese più che buono per la franchigia : 8 vittorie in 14 partite, con una serie di 4 vittorie consecutive dal 6 al 12 Febbraio, di cui 3 in trasferta e 2 contro gli Stars. Il mese si è concluso con 3 sconfitte, casalinghe, per mano di : Penguins (6-4), Blues (4-3 OT) e Bruins (6-3).

Classifica : PIT 78; NYR 63; CAR 59; CBJ 58; PHI 58; NJD 58; WAS 57; NYI 50

Atlantic Division di Emanuele Badessi

Con Gennaio alle spalle e ad una settimana dallo stop al campionato NHL in vista del torneo olimpico di Hockey su Ghiaccio dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014 vediamo la situazione nell’ Atlantic Division; primi in classifica, così come 30 giorni or sono, troviamo i Boston Bruins a 71 punti; Bruins che nelle ultime 3 uscite rimediano una vittoria per 6-3 contro gli Islanders, una affermazione per 6-2 nel ritorno al TD Garden di Tim Thomas da avversario con i suoi Florida Panthers e chiudono la settimana con una sconfitta, per 4-1, sempre in casa, contro gli Habs. Dando uno sguardo alle stats, il leader indiscusso della franchigia bostoniana rimane David Krejci, con 45 punti, seguito sempre da Reilly Smith con 40. Anche la seconda piazza non cambia e ad occuparla ci sono sempre i Tampa Bay Lightning con 4 punti di ritardo dalla vetta. Per la franchigia della Florida le ultime 3 uscite parlano di una vittoria (5-2 agli Avs al St. Pete Times Forum) e 2 sconfitte esterne (3-2 a Toronto contro i Leafs e 5-2 ad Ottawa con i Sens). Leader della truppa sempre Martin St. Louis con 53 punti in 54 apparizioni (frutto di 25 reti e 28 assist) seguito, come 30 giorni fa, da Valteri Filppula a 30 punti (19+21 i punti del finlandese). La terza piazza cambia ed i Toronto Maple Leafs scavalcano gli Habs insediandosi sul gradino più basso del podio con 64 punti; per i White&Blue le ultime 3 gare si risolvono in una sconfitta in overtime per 5-4 nel derby canadese contro i Jets e 2 vittorie: il 3-2 di cui sopra contro i Bolts ed il 6-3 con cui Kessel e soci superano i Panthers. Davanti a tutti nelle statistiche di squadra troviamo ancora Kessel, che mette a referto circa 1 punto a partita con 57 punti in 56 apparizioni. A seguire sempre JVR con 43 punti (22+21) in 54 presenze. Attardati di un punto dai Leafs i Montreal Canadiens che dopo il quasi-cappotto (5-0 il finale) rimediato al Belle Centre di Montréal per mano dei Capitals, metto nel paniere 2 vittorie con Carolina (3-0) e Boston (5-1). Più prolifico, per la franchigia del Canada francofono, risulta essere sempre P.K. Subban con 37 punti mentre al secondo posto Max Pacioretty scavalca Plekanec con 33 punti. Ai piedi del podio, così come un mese fa, troviamo i Detroit Red Wings con 4 punti di ritardo dagli Habs. Per Detroit 2 sconfitte (5-4 con Florida agli Shootout e 5-0 a Philadelphia contro i Flyers) ed una vittoria nel match di ieri sera, per 4-3 sempre agli shootout contro i Capitals. Davanti a tutti nelle Stats c’è sempre Henrik Zetterberg con 44 punti in 41 gare seguito dalla coppia Datsyuk-Alfredsson, entrambi fermi a 32 punti. A 58 punti, in quinta posizione, troviamo gli Ottawa Senators, che aprono male la loro settimana perdendo per 6-3 a Raleigh contro gli Hurricanes per poi rifarsi con 2 vittorie contro Columbus (3-2) e la già citata affermazione per 5-2 sui Bolts al Canadian Tire Center di Ottawa. Dando uno sguardo alle statistiche di squadra troviamo in cima alla graduatoria Karlsson con 51 punti in 54 gare seguito dal terzetto formato da Bobby Ryan Clarke MacArthur e Kyle Turris a 42 punti. In penultima piazza, staccata di 9 punti dai Sens ci sono sempre i Florida Panthers che chiudono gli ultimi 7 giorni con 1 vittoria e 2 sconfitte tutte contro avversarie di divisione. Cambio della guardia nella classifica di squadra con Fleischmann che scivola in quinta posizione mentre in testa si insedia Brad Boyes con 25 punti seguito dal terzetto composto da Upshall, Barkov e Gilbert a 24 punti. Mesti ultimi in classifica nella Atlantic (e nella lega) rimangono sempre i Buffalo Sabres con 38 punti. Per la franchigia di Buffalo in settimana 2 vittorie esterne (5-2 a Columbus e 3-2 a Phoenix) e 2 sconfitte contro Pittsburgh (3-0) e Washington (5-4 in overtime al First Niagara Center). Nelle statistiche troviamo Cody Hodgson davanti a tutti con 29 punti, seguito da da Tyler Ennis a 26.

Classifica: BOS 71; TBL 67; TOR 64; MON 63; DET 59; OTT 58; FLO 49; BUF 38

Tags: