Il resoconto della trentaquattresima giornata

Le copiose nevicate cadute nella giornata di ieri, hanno condizionato, lo svolgimento della trentaquattresima giornata di Elite A Itas Cup, impedendo che si disputasse il match clou della giornata in programma all’Odegar di Asiago dove né la quaderna arbitrale né gli ospiti, sono riusciti ad arrivare. Nelle restanti partite, sia il Renon che il Valpellice hanno superato, non senza qualche (imprevista) sofferenza le rispettive trasferte con le ultime della classe, mentre il Cortina, dopo la battuta di arresto di martedì sera a Brunico, è tornato alla vittoria contro il Milano.

Hafro S.G. Cortina – Hockey Milano Rossoblu 5-2 (2-0/1-1/2-1)

Nel Milano, dopo l’assenza nelle ultime due gare, Paul Dainton rientrava a difesa della gabbia, nel Cortina, invece, veniva confermata la formazione che aveva giocato martedì sera, con le contemporanee defezioni di Baldo, Vallazza e Talamini. La gara aveva grande importanza per le posizione di media classifica in quanto il Milano, in serie positiva, vincendo, avrebbe potuto insidiare il quinto posto degli ampezzani.  Il match, peraltro, iniziava 15 minuti dopo perché il pullman della formazione rossoblù, a causa della fitta nevicata, era arrivato a Cortina in ritardo. Probabilmente questo dettaglio impediva che i rossoblù facessero l’opportuno riscaldamento e fossero conseguentemente subito reattivi, all’inizio gara. Il Cortina comprendeva questa défaillance e, subito, dopo appena trenta secondi andava in goal con una ficcante azione della prima linea, concretizzata “dal solito” Stanislav Gron. Il vantaggio dava al Cortina una scossa adrenalinica e gli scoiattoli tenevano bene il ghiaccio per tutto il primo tempo, fallendo prima, per un soffio, il raddoppio con Ryan Dingle e poi concretizzando il loro buon momento con la segnatura di Luca Felicetti. Allo scadere un ottimo intervento del rientrante goalie meneghino su Francesco Adami, strozzava nella gola l’urlo del goal ai supporters ampezzani. Il secondo tempo era maggiormente equilibrato. Gli ospiti accorciavano le distanze con Borghi ben imbeccato da Ranallo ma dovevano subire il gioco degli scoiattoli che si concretizzava con la terza segnatura (la seconda personale) di Gron. Nel drittel finale la formazione di Insam le provava tutte per riequilibrare la gara, riusciva ancora ad accorciare le distanze con Michele Lo Presti ma, dopo non aver sfruttato in un paio di occasioni la superiorità numerica, veniva punita, proprio dal power play degli scoiattoli, che trovavano il punto del 4-2 con Moser, lesto a sfruttare un rebound offerto sulla conclusione di Paul Albers. La partita, in questo periodo era meno spettacolare di quanto non fosse stato nei due periodi precedenti, e trovava la sua definizione con l’empty net goal di Andrea Moser che, imbeccato dal solito Gron, festeggiava la sua doppietta personale. Il Cortina con la vittoria di questa sera resiste all’assalto del Milano, consolida la quinta posizione e lascia i rossoblu ampiamente distanziati di dieci lunghezze.

Marcatori: 00:31 (1-0) S.Gron (G.De Bettin/R.Dingle); 07:15 (2-0) L.Felicetti (F.Adami/G.DeBettin); 26:48 (2-1) M.Borghi (M.Ranallo/E.Caletti); 31:16 (2-2) S.Gron (J.Grof/G.De Bettin) in sup.num.; 47:06 (3-2) M.Lo Presti (A.A. Estoclet/N.Fontanive); 53:41 (4-2) A.Moser (P.Albers/S.Gron) in sup.num.; 59:24 (5-2) A.Moser (S.Gron/R.Dingle) a porta vuota; Tiri in porta: Cortina 29 (8/11/10) – Milano 42 (11/9/22); Penalità: Cortina 4×2’ – Milano 4×2’; Arbitri: Glauco Colcuc e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Lorenzo Calligaro e Claus Unterweger;

S.S.I. Vipiteno Broncos Weihenstephan – H.C. Valpellice Bodino Engineering 2-4 (1-0/1-0/0-4)

Anche a Vipiteno la partita inizia quindici minuti dopo l’orario previsto a causa del ritardo degli arbitri nel raggiungere la Weihenstephan Arena a causa della fitta nevicata. Nel Valpellice rientra Tomko mentre viene ufficializzata la notizia della fine dell’avventura italiana del terzino Maris Jass. Il lettone, infatti, dopo aver disputato poche partite con la casacca rosso-nera ha scelto di proseguire la sua stagione sotto un altro cielo, in un altro campionato estero. La squadra di casa si presenta al face-off con un roster estremamente falcidiato dagli infortuni. Il debutto del nuovo coach Micheal Pohl non è certo fortunato poiché alla formazione dell’Alta Val d’Isarco mancano cinque attaccanti: Derek Lee, Florian Wieser, Tobias Kofler, Justin Taylor e David Ludvík, parzialmente sostituiti dai giovani Kruselburger, Seeber e De Luca. Il Vipiteno, anche a causa di questa situazione non riesce a “mantenere il risultato” e crolla pesantemente nella terza frazione di gioco di fronte ad un volitivo Valpellice. Nei primi due drittel avevamo invero assistito ad una partita completamente diversa, con i Broncos, che si erano portati, addirittura, sul doppio vantaggio grazie ad una segnatura per tempo di Trevor Jon Caig. La gara sembrava incanalata verso un risultato (finalmente) positivo per i padroni di casa ma nel terzo tempo si evidenziava ancor più il peso delle assenze ed emergeva, di contro, il maggior spessore tecnico dei Torresi che, in rimonta, riuscivano, in nove minuti, a ribaltare il risultato. La formazione di Mike Flanagan riusciva poi a mettere definitamente in ghiaccio il risultato con l’empty net goal di Brian Ihnacack ottenuto nel minuto finale. La Valpe con i tre punti conquistati stasera raggiunge il Val Pusteria al terzo posto in classifica mentre il Vipiteno resta penultimo alle spalle del Milano.

Marcatori: 05:47 (1-0) T.J.Caig (C.Knowlton/L.Liotti); 29:24 (1-1) T.J.Caig (R.Erat); 44:01 (2-1) P.Nicolao (T.Johnson/R.McDonough); 51:32 (2-2) D.Strong (T.Maxwell/M.Pozzi); 53:43 (2-3) S.Barney (T.Johnson); 59:30 (2-4) B.Ihnacak (A.Ambrosi) a porta vuota; Tiri in porta: Vipiteno 32 (5/12/15) – Valpellice 39 (11/15/13); Penalità: Vipiteno 8×2’ – Valpellice 7×2’; Arbitri: Luca Cassol e Claudio Ferrini; Giudici di linea: Cristiano Biacoli e Luca Zatta;

Migross Supermercati H.C. Asiago – Lupi Fiat Professional Val Pusteria

L’incontro fra la Supermercati Migross Asiago e il Val Pusteria in programma questa sera (giovedì 30 gennaio) è stato rinviato. La partita non si giocherà a causa delle abbondanti precipitazioni nevose che hanno impedito l’arrivo della squadra ospite e della quaterna arbitrale ad Asiago. Arbitri: Andrea Moschen e Karl Pichler; Giudici di linea: Christian Gamper e Alexander Andreas Waldthaler;

Sportiva H.C. Val di Fassa Volvo – Ritten Sport Renault Trucks 2-3 (0-0/2-2/0-1)

Il Renon espugna il Gianmario Scola di Alba di Canazei, ottenendo, forse, il massimo risultato con il minimo sforzo. La capolista infatti ha vinto con grande sofferenza e mai una gara “testa-coda” è parsa così equilibrata. Gli oltre cinquanta punti che separavano in classifica le due formazioni non si sono quasi mai avvertiti in quanto il Renon, ha dato molte opportunità al Fassa di segnare, giocando indubbiamente sotto ritmo. I Ladini, dal canto loro, hanno disputato una gara volitiva e probabilmente meritavano qualcosina in più, anche per l’impegno profuso. Nel primo tempo il Fassa ha saggiato più di una volta i riflessi del rientrante portiere Chris Mason, ma i goal sono arrivati solo nella seconda frazione che, dopo una altalena di segnature, si è chiusa sulla punteggio di parità (2-2). Il punto della vittoria lo ha segnato Rissmiller che ha approfittato di una disattenzione difensiva dei ladini per porre il suo sigillo sul risultato finale. Per la capolista tutto è bene ciò che finisce bene ma di certo ieri sera coach Wilson non può essere felice del comportamento sul ghiaccio dei suoi giocatori. Il Fassa, come già scritto, si meritava qualcosa di più ed il disappunto era palpabile, alla sirena, sui volti dei giocatori e su quello di coach Kostner che cercheranno punti e gioco nella trasferta di sabato sera a Brunico (gara che inizierà alle ore 19,30).

Marcatori: 22:05 (1-0) F.Gilmozzi (M.Bernard); 23:03 (1-1) L.Ansoldi (D.Tudin/G.Guentzel); 28:05 (1-2) G.Guentzel (E.Johansson/P.Rissmiller) in sup.num.; 32:59 (2-2) E.Chelodi (M.Jakovlevs/F.Gilmozzi) in sup.num.; 52:40 (2-3) P.Rissmiller (D.Tudin/G.Guentzel); Arbitri: Massimiliano Rebeschin e Gregory Loreggia; Giudici di linea: Nicola Basso e Federico Giacomozzi; Tiri in porta: Fassa 25 (9/7/9) – Renon 48 (13/22/13); Penalità: Fassa 5×2’ – Renon 5×2’

Classifica Elite A Itas Cup

1) Ritten 72 punti;
2) Asiago 63 punti;***
3) Val Pusteria 62 punti;*
4) Valpellice 62 punti;
5) Cortina 51 punti;*
6) Milano 41 punti;*
7) Vipiteno 31 punti;
8) Fassa 17 punti;
* una partita in meno
*** tre partite in meno

Tags: