Superlativo Bolzano, poker allo Znojmo al Palaonda

Tris ai cechi dello Znojmo e terzo posto solitario. Prestazione eccezionale dei biancorossi anche tra le mura di casa dopo l’impresa di Vienna, un 4 a 0 figlio di una partita controllata senza eccessivi problemi dai Foxes, che questa sera rinunciavano ancora al solo John Esposito.  Shutout per uno Jaroslavl Hübl sempre più ispirato. Dopo un primo tempo molto intenso ma a reti bianche, la partita viene sbloccata da Tomassoni che in inferiorità numerica trova il vantaggio. Passano pochi minuti e MacGregor Sharp finalizza un’invenzione di Santorelli, fino alle reti nel terzo tempo di Ziga Pance Davide Nicoletti, che calano il poker. A sei minuti dalla sirena finale si frantuma un cristallo del Palaonda, che viene efficientemente sostituito nel giro di 10 minuti. Con questa vittoria il Bolzano, approfittando dello scivolone del Linz a Villach, si prende il terzo posto solitario della classifica, a due punti dal Salisburgo capolista e a uno dal Vienna. Prima della pausa olimpica Foxes attesi adesso dal doppio confronto con il Villach, giovedì al Palaonda e sabato in terra austriaca.

HCB Alto Adige – HC Orli Znojmo 4 – 0 [0-0; 2-0; 2-0]
Nessuna emozione nei primi cinque minuti di gara, nonostante il ritmo intenso, fino alla penalità inflitta a Podesva, che regala la prima superiorità numerica al Bolzano: nei due minuti mischia furibonda davanti a Hovi, ma nessun biancorosso a trovare il colpo vincente. Anche lo Znojmo si rende pericoloso in un paio di occasioni, mentre dall’altra ancora Foxes con Sharp a impegnare il goalie avversario. Il match si mantiene all’insegna dell’equilibrio, nonostante siano i padroni di casa a creare più gioco: Piché si inventa un numero a saltare un difensore, disco per Schofield che davanti a Hovi non incide. A una manciata di secondi dalla prima sirena l’occasione più ghiotta è sulla stecca di Beaudoin, che conclude troppo centrale in breakaway. Reti inviolate dopo 20 minuti.

Il Bolzano inizia il secondo tempo in superiorità numerica: contropiede di Whitfield, grandissima parata di Hovi, anche Piché ci prova, ma il disco esce di un nulla. Dopo 8 minuti è tempo anche del primo powerplay del match per i cechi, ma in inferiorità sono i Foxes ad andare a segno: al 27:55 infatti Matt Tomassoni se ne va indisturbato sulla destra e spolvera l’incrocio dei pali con un gran tiro a incrociare. Lo Znojmo nel corso della superiorità non crea pericoli e il penalty kill bolzanino si rivela così un successo. I cechi provano ad aumentare il ritmo, ma Hübl chiude la porta mentre dall’altra Zisser e Bernard vanno a un passo dal raddoppio fermati da un Hovi superlativo. Al 35:34 il 2 a 0 è comunque servito: gran disco di Santorelli per MacGregor Sharp, che da due passi deve soltanto appoggiare in rete. Bolzano avanti di due reti alla seconda sirena.

Lo Znojmo inizia in powerplay l’ultimo periodo, ma non riesce a trovare la rete che avrebbe accorciato le distanze. Sono poi i biancorossi a poter usufruire di due minuti di superiorità per una violenta carica di Novak ai danni di Piché: anche in questo caso nulla di fatto. I cechi non riescono a premere in avanti anche a causa della poca disciplina, che regala altri due powerplay al Bolzano: dopo una grande parata di Hübl su Lattner, il Bolzano con l’uomo in più cala il tris al 50:45, grazie a Ziga Pance che capitalizza dalla media distanza l’assist di Beaudoin. A sei minuti dal termine, in seguito a una carica, si frantuma un vetro del Palaonda, che viene rapidamente sostituito. Alla ripresa del gioco biancorossi in doppia superiorità numerica per circa un minuto e mezzo e al 55:54 Davide Nicoletti trova lo slapshot vincente dalla distanza.

 

HCB Alto Adige – HC Orli Znojmo 4 – 0 [0-0; 2-0; 2-0]

Reti: 27:55 Matt Tomassoni SH (1-0); 35:34 MacGregor Sharp (2-0); 50:45 Ziga Pance PP (3-0); 55:45 Davide Nicoletti PP2 (4-0)

 

HCB Alto Adige: Hübl J. (Hell G.); Egger A., Nicoletti D., Piché S., Tomassoni M., Oberdörfer H., Charlebois J., Miglioranzi E., Wunderer P.; Stromberg K., Sharp M., Santorelli M., Pance Z., Whitfield T., Beaudoin M., Esposito A., Bernard A., Gander M., Zisser S., Schofield R., Insam M.
Coach: Tom Pokel

HC Orli Znojmo: Hovi S. (Landsman F.); Pavlikovsky R., Sova A., Stach L., Thomas A., Kolarz M., Boruta A., Pojkar D., Müller J.; Prochazka M., Blatny Z., Fiala O., Podesva M., Pucher P., Havlik A., Beroun J., Seda J., Lattner J., Novak P., Bartos D., Jiranek T.
Coach: Jiri Reznar

 

Altri risultati:
HDD Telemach Olimpija Ljubljana – Dornbirner EC 5 – 2 [1-0; 2-1; 2-1]
Sapa Fehervar AV19 – HC TWK Innsbruck “Die Haie” 5 – 0 [1-0; 4-0; 0-0]
EC VSV – EHC Liwest Linz 4 – 2 [1-1; 0-0; 3-1]
Moser Medical Graz 99ers – EC KAC 2 – 6 [0-2; 1-1; 1-3]

 

Classifica Pick-round:
1. Salisburgo 9
2. Vienna 8
3. Bolzano 7
4. Linz 4
5. Villach 4
6. Znojmo 4

Classifica Playoff-race:
1. Fehervar 9
2. Klagenfurt 8
3. Dornbirn 5
4. Lubiana 4
5. Graz 4
6. Innsbruck 4

Tags: