Mondiali U20: Finalissima Mondiale tutta scandinava tra Svezia e Finlandia

Le semifinali odierne consegnano ai 38mi Campionati Mondiali Under 20 il classicissimo derby scandinavo per l’iride mondiale tra la Svezia favoritissima sin dalla vigilia e sospinta dalla carica di tutta una nazione della semifinale contro la fortissima Russia (2-1) mentre un po’ a sorpresa la Finlandia sommerge un perentorio 5-1(!) il Canada ; diamo un occhio più da vicino alle sfide senza dimenticare la battaglia del Relegation Round.

Svezia – Russia 2-1 (1-0 ; 0-0 ; 1-1)
Prima semifinale che avrebbe anche potuto essere sfida valevole per il Mondiale tanta è la classe e talento on ice ; pronti e via ed è subito la Sbornaja a crare i primi grattacapi alla retroguardia di casa col goalie Dansk a scaldarsi sin da subito contro le folate russe (Zadorov su tutti). Gli svedesini ci mettono un po’ a prendere confidenza col terzo offensivo con azioni perfette stilisticamente parlando ma anche l’estremo russo Vasilevsky risponde sempre presente alle azioni corali gialloblù (Forsberg sempre scatenato e Top Scorer della rassegna con 4+8). Un ritardo di gioco consegna alla Svezia un ghiottissimo 5vs3 ed è lo stesso Filip Forsberg (Lindholm) a bucare la rete con un violentissimo slap a meno di 1′ dal termine per il primo fondamentale vantaggio. La seconda frazione vede sempre un sostanziale equilibrio sul ghiaccio con i Yakimov e lo stesso Zadorov a caricarsi la propria nazionale sulle spalle ma Dansk è in serata di grazia rispondendo sempre presente,compresa un incredibile carica di Khlopolov che stende il goalie svedese sul ghiaccio (senza conseguenze) ; le azioni svedesi sono sempre di eccelsa fattura ma sbattono ripetutamente sul goalie russo (vedasi de la Rose e Sundqvist). Il 2-0 si materializza ad inizio dell’ultimo drittel con Sundqvist (Arnelsson,Karlsson) che mette a sedere Vasilevsky dopo un delizioso passaggio smarcante a tutto ghiaccio solo soletto. Una maligna deviazione del puck fa riaprire l’incontro 2′ dopo con Zhafyarov (Barabanov) che beffa il fin quei stellare Dansk ; i russi vanno all’assalto dello slot svedese ma i funamboli Grigorenko e Slepyshev non riescono a trovare l’agognata rete del pareggio. Svezia sorniona a badare alla fase difensiva ed i russi nemmeno 6vs4 sul finire non trovano gli extratime ed alla sirena finale si scatena un parapiglia generale con Mironov e Pettersson a scambiarsi qualche carezza di troppo ma è festa grande per i ragazzi terribili di Gronborg in finale per la terza volta nelle ultime tre edizioni mondiali.

Conclusioni a rete Sve 21 ; Rus 27
Penalità Sve 7×2′ ; Rus 5×2′
Spettatori : 11725

Canada – Finlandia 1-5 (0-0 ; 1-3 ; 0-2)
Altra semifinale affascinante con due scuole e due modi di vedere,vivere e giocare hockey : da una parte la fortissima nazionale canadese a cancellare le onte delle ultime “magre” figure iridate (ultimo alloro nel 2009) mentre di fronte i finlandesi già autori di un mezzo miracolo nella sfida dei quarti con la Cechia a cercare la finale mondiale (manca dal 2006!). Partenza ad empasse per entrambe con i finlandesi meglio disposti on ice ed i canadesi a prendere le misure allo slot di Saros per affondare i colpi ma i primi 20′ scivolano via senza un nulla di fatto. Seconda spumeggiante frazione con la Finlandia a premere sull’acceleratore : micidiale 1-2 in avvio prima con Nikko dimenticato dall’allegrotta retroguardia canadese per fulminare con un bel polsino in 1vs0 Fucale e 2′ dopo è Lehkonen a trovare il rebound giusto per il doppio vantaggio dei leoni (difesa canadese grande assente). Canadesi tramortiti ed i ragazzi di Kivi mancano il meritato colpo del KO almeno in paio di ghiotte occasioni prima che Drouin ci metta del suo nel bene e nel male : prima dimezza lo sconto con una bella rete in serpentina per poi beccarsi una penalità partita per una pericolosissimo check ad altezza testa (senza conseguenze). La zampata dei leoni arriva sul finire con Ristolainen che deposita in rete il classicissimo crazy-puck per il 3-1 sul quale si chiude la frazione centrale. Ultimi 20′ con i canadesi proiettati alla disperata nello slot di Saros (ottimo anche stasera) e da un ribalamento di fronte Teravainen viene agganciato a pochi passi dalla gabbia : penalty shot realizzato dal folletto che di fatto consegna il match agli annali. Sul finire lo stesso Teravainen realizza in situazione di porta vuota per il clamoroso ma meritato 5-1 col quale i finlandesi raggiungono i cugini in finale mentre il Canada ha mancato su tutta la linea a partire da una traballante difesa vista a certi tratti imbarazzante pagando (poi) la scarsa verve degli scorer (Mantha su tutti).
Conclusioni a rete Can 24 ; Fin 23
Penalità Can 5×2′ + 2×10′ ; Fin 5×2′
Spettatori : 11544

Ci vorrà Gara 3 tra Germania e Norvegia per decretare la nazionare che saluterà l’elite mondiale ; la nazionale tedesca ribalta nell’ultima frazione di gioco il 2-3 dei primi 40′ nel giro di un 1′ impattando la serie prima dell’ultimo atto conclusivo di domenica.

Nella giornata del 5 avranno luogo le finali (Malmo Arena) : Canada e Russia sarà il replay della finale per il bronzo della passata edizione con entrambi i team ad arrivare quantomeno sul podio (obbiettivo minimo alla partenza sicuramente) mentre tatticismo,hockey e forechecking unito all’incredibile spirito di squadra saranno certamente il leit motiv della finale scandinava così come della sfida nella sfida tra i migliori goalie del torneo (Dansk e Saros) così come dei talentuosi Forsberg e Teravainen,autentici trascinatori tra le proprie fila.
3°/4° Posto : Canada – Russia (ore 15.00)
Finalissima Mondiale : Svezia – Finlandia (ore 19.00)