Eastern Conference : anno nuovo, classifiche (quasi) vecchie

Atlantic Division di Emanuele Badessi

Mandato in archivio il 2013 ed a un giorno dal Winter Classic vediamo come si presentano le squadre della Atlantic Division all’ alba del 2014. La situazione è abbastanza statica con in testa al gruppo ancora i Boston Bruins con 54 punti in 40 gare. Per la franchigia della città dei padri pellegrini nelle ultime 3 apparizioni un sonante 5-0 ai danni dei Senators che si sono poi rifatti davanti al proprio pubblico portando a casa i 2 punti al Canadian Tire Center (4-3 il risultato finale); nell’ ultima apparizione poi i Bruins confermano il momento no lasciando strada anche agli Isles, questa volta al TD Garden, per 5-3. Tra le fila dei gialloneri il più prolifico rimane Krejci con 35 punti (9+26 per lui) mentre in seconda posizione c’è un’avvicendamento, con Lucic che scala e lascia spazio a Reilly Smith con 31 punti (14+17). In seconda posizione troviamo, come 30 giorni fa, i Bolts che raccolgono 52 punti in 40 incontri. Per la squadra della Florida una vittoria (4-2 con Vancouver nell’ unico altro match andato in scena il primo dell’anno) e 2 sconfitte (2-1 agli shootout contro gli Habs e 4-3 dai Rangers in Regulation) nelle ultime 3 apparizioni del 2013. Dando uno sguardo alle stats troviamo ancora e sempre in prima posizione St.Louis con 38 punti, frutto di 17 reti e 21 assist in 40 apparizioni. Quello che cambia è il posto d’onore, occupato ora da Valtteri Fillpula che in 40 gare scavalca il “lungodegente” Stamkos e mette in carniere 32 punti (15 reti e 17 assist). Terza piazza di Division occupata sempre da Montréal; anche per i Quebécois, che raccolgono 50 punti in 41 gare, vale la “regola del 2-1” nelle ultime 3 gare. Infatti per gli Habs arrivano due sconfitte (4-1 contro Florida e 5-4 in overtime con Carolina) ed una vittoria per 2-1 agli shootout contro i Bolts che li precedono in classifica. A guidare gli Habs, ancora una volta è P.K. Subban con 29 punti in 41 gare, frutto di 6 reti e 23 assist. Anche la seconda piazza delle statistiche non cambia padrone con Tomas Plekanec che la detiene con 24 punti in 41 apparizioni. La quarta piazza invece cambia padrone: infatti ad occupare il posto ai piedi del podio in questo inizio di 2014 sono i Leafs (47 punti) che con una striscia vincente di 3 gare scalzano i Red Wings, loro avversari nel Winter Classic. Per la franchigia dell’ Ontario le vittorie arrivano contro Buffalo (4-3 agli shootout), Carolina (5-2) ed appunto Red Wings (3-2 ai rigori nell’outdoor game del primo dell’anno). Per quanto riguarda le statistiche dei Leafs tutto invariato con Phil Kessel che risulta essere ancora il più prolifico con 38 punti in 42 gare, frutto di 20 reti e 18 assist, seguito da JVR con all’ attivo 30 punti in 40 esibizioni (15+15 per lui). Alle spalle dei canadesi, come anticipato, troviamo a 46 punti i Red Wings che nelle ultime 3 apparizioni portano a casa 1 vittoria (4-3 contro i Panthers) e due sconfitte: un 6-4 contro Nashville e, come ricordato più su, il 3-2 del Winter Classic. Dando uno sguardo alle statistiche, troviamo davanti a tutti come nel mese di Novembre Zetterberg seguito da Pavel Datsyuk. Per i 2 giocatori rispettivamente 34 punti in 31 gare e 32 punti in 35 apparizioni. Scendendo ancora troviamo in sesta posizione i Sens a 41 punti. Per la franchigia della capitale Canadese abbiamo una sconfitta (il succitato 5-0 da Boston) e 2 vittorie: il 4-3 del “Back-To-Back” con Boston ed il 3-1 ai danni dei Capitals. Davanti a tutti nelle statistiche dei Senators abbiamo Erik Karlsson con 38 punti in 42 gare (10+28 per lui). A seguirlo staccato di 2 lunghezze c’è Bobby Ryan. Per lui 36 punti, frutto di 18 reti e 18 assist, in 42 gare. Penultima piazza per Florida a 36 punti. Per i Panthers le ultime 3 gare recitano una vittoria per 4-1 a Montréal e 2 sconfitte: 2-1 agli shootuout contro i Rangers e 4-3 contro i Red Wings. Le statistiche dei Panthers sono totalmente cambiate rispetto a 30 giorni fa: ora a guidare la franchgia della Florida trovia Fleischmann con 20 punti in 40 gare (5+15 per lui) seguito a 19 punti da Barkov (7 reti e 12 assist per lui in 41 apparizioni). Mestamente ultimi nella division (e nella lega) troviamo i Sabres a 26 punti. Per Miller e soci il 2013 si è chiuso con due sconfitte (Toronto 4-3 agli shootout e Winnipeg 3-0) ed una vittoria per 2-1 sempre agli shootout contro Washington. Le statistiche per i Sabres rimangono invariate con a guidare la truppa Cody Hodgson con 19 punti in 33 apparizioni (8+11 per lui) seguito come a Novembre da Matt Moulson auotore di 17 punti in 27 gare finora disputate (7 reti e 10 assist per lui).


Classifica: BOS 54; TBL 52; MON 50; TOR 47; DET 46;OTT 41; FLO 36; BUF 26

Metropolitan Division di Nicola Tosin 

In vetta troviamo sempre i Pittsburgh Penguins che grazie alle 11 vittorie in 14 gare disputate allunga notevolmente in classifica. 11 vittorie ma calendario abbastanza favorevole, perché se andiamo a notare gli avversari ci sono stati : i Devils (2 volte), i Blue Jackets (2 volte), gli Hurricanes, i Flames, i Wild, i Rangers, i Maple Leafs, gli Islanders. Le uniche vittorie degne di nota sono state quelle contro Red Wings a Detroit e contro gli Sharks tra le mura amiche; le sconfitte sono arrivate al TD Garden di Boston, a Newark dai Devils e ad Ottawa. Sidney Crosby continua a governare la classifica dei realizzatori, viste i 59 punti totali in 42 partite frutto di 22 reti e 37 assist.
In seconda piazza a 14 lunghezze da Pittsburgh troviamo i Washington Capitals. Inizio di mese più che positivo per il roster della capitale, che dopo una sconfitta contro gli Hurricanes mette in fila tre vittorie consecutive contro Predators, Rangers e Bolts. Poi inizia una serie di alti e bassi, dove nel periodo finale del mese cade in 4 occasioni su 5, addirittura contro i Sabres, vincendo solamente al Verizon Center contro i Rangers. Alexander Ovechkin continua a dominare la classifica dei marcatori con 30 reti siglate in 38 gare, mentre Nicklas Backstrom guida quella dei punti totali con 10 reti e 34 assist.
Con il bronzo virtuale e ad un punto dai Capitals troviamo dei Philadelphia Flyers totalmente ritrovati : 7-2-1 nelle ultime 10 discese sul ghiaccio. Inizio del mese veramente disastroso con una sola vittoria a Detroit nel primo road-trip del mese; la striscia di cui abbiamo parlato è iniziata proprio nell’ultima sconfitta del road-trip in quel di Chicago (7-2). 3 vittorie prestigiose contro dirette avversarie di Conference, mentre ora vengono da 3 vittorie nel road-trip in terra canadese contro Oilers, Canucks e Flames. Claude Giroux si è decisamente svegliato ed è a quota 37 (11 reti) punti in 40 gare, mentre Wayne Simmond è il migliore marcatore con 12 reti prodotte.
Quarta posizione per i New Jersey Devils che relegano così i New York Rangers alla quinta posizione. Franchigia di Newark che mette a segno un buon 4-3 contro le dirette avversarie di Division, quindi 4 vittorie e 3 sconfitte, dove quest’ultime arrivano a Pittsburgh (2-3), in casa contro i Blue Jackets (2-1 SO) e sempre contro quest’ultimi ma a Columbus (5-4). Formazione che ha in doppia cifra di reti realizzate solamente due giocatori : Jaromir Jagr (13+21) e Michael Ryder (12+8).
Quinta posizione, come già accennato, occupata dai New York Rangers. Il roster guidato da Alain Vigneault non è ancora stato in grado di trovare una propria identità e il 7-6-2 mensile ne è la dimostrazione. Record positivo comunque maturato grazie ad un’ottima seconda parte di mese, visto il 5-2-1, ma dove arrivano pesanti sconfitte di Division contro Penguins (agli SO), Islanders e Capitals. L’unica vittoria per la Metropolitan è arrivata all’ultimo dell’anno in casa dei Patnhers agli SO, poiché nei primi 15 giorni di Dicembre erano riusciti ad espugnare solamente il ghiaccio dei Sabres per poi cadere in casa contro i Devils, i Capitals e Blue Jackets. Il top-scorer è Mats Zuccarello,  un giocatore che l’anno scorso avevano aspettato un bel pò prima di riportarlo in NHL.
Periodo nerissimo per i Carolina Hurricanes che nell’ultimo mese del 2013 sono riusciti a vincere solamente in 5 occasioni su 14 partite disputate. Deleterio il risultato a livello divisionale, 1-3-0, dove l’unica vittoria è arrivata il 3 Dicembre al Verizon Center dei Capitals. Nemmeno le 16 reti in 29 gare disputate di Jeff Skinner possono nascondere il fatto che è una franchigia che segna poco più di 2 reti a partita.
Classifica chiusa dai Columbus Blue Jackets e dai New York Islanders, con gli ultimi che vengono da due vittorie consecutive mentre i primi da due sconfitte consecutive. Nonostante ciò, mese abbastanza buono per tutte e due le franchigie, con i Blue Jackets che sono ad un punto dagli Hurricanes e la parte più debole di New York a 5 lunghezze dalla compagine dell’Ohio.

Classifica : PIT 59; WAS 45; PHI 44; NJD 42; NYR 42; CAR 39; CBJ 38; NYI 33

Tags: