Winter Classic 2014 : i Toronto Maple Leafs si aggiudicano la 6a edizione

A distanza di 729 giorni esatti, torna in scena l’NHL Winter Classic. Philadelphia Flyers e New York Rangers erano state le ultime due franchigie a sfidarsi nell’ormai classica sfida outdoor più famosa al mondo, ed era il lontano 2 Gennaio 2012 quando disputarono la 5a edizione di tale evento. Nel primo pomeriggio del nord-est degli States e con un anno di ritardo, al Michigan Stadium si sono sfidati i Detroit Red Wings e i Toronto Maple Leafs. 365 giorni di ritardo perchè nella stagione passata, quella del lockout che ha quasi dimezzato la stagione regolare, il Winter Classic si sarebbe dovuto disputare tra le stesse squadre, nella stessa città e nello stesso luogo.
Squadre che si presentano al nuovo anno appaiate in 4a posizione nell’Atlantic Division, con i Red Wings che vengono da 4 vittorie nelle ultime 12 partite e i Maple Leafs da 11 passi falsi nelle ultime 17. A difesa della gabbia di Detroit ritroviamo Jimmy Howard, tornato a pieno servizio durante la settimana nella sconfitta per 6-4 contro i Predators, mentre tra i pali di quella dei Maple Leafs il più giovane Jonathan Bernier.

Come nel 2008, nel primo Winter Classic disputatosi tra Sabres e Penguins, è il clima a farlo da padrone : fitta neve in nottata e in mattinata, che non molla di dire la sua anche nel pomeriggio e durante la partita. Di certo i 105,491 paganti presenti nelle tribune avevano messo in preventivo tale realtà ma sicuramente a guadagnarci è stata solamente la componente mediatica, dai fotografi ai registi, perchè di buon hockey giocato se n’è visto veramente poco.

Detroit Red Wings – Toronto Maple Leafs 2-3 SO (0-0; 1-1; 1-1; 0-0)
Reti : 1-0 DET – 33:14 – Daniel Alfredsson (Zetterberg, Smith); 1-1 TOR – 39:23 – James Van Riemsdyk (Kessel, Phaneuf); 2-1 TOR – 44:41 – Tyler Bozak (Phaneuf); 2-2 DET – 54:28 – Justin Abdelkader (Smith); 3-2 TOR (SO decisivo) – Tyler Bozak
Spettatori : 105.491

Pronti, partenza, via e oltre al sole nella panchina dei Maple Leafs mancano un giocatore : John Michael Liles. Per il 33enne statunitense, l’ultimo allenamento con la franchigia di Toronto si è rivelato quello della mattinata, visto che poco dopo è stato tradato per portare in Canada il difensore degli Hurricanes Tim Gleason.
La partita fa notare subito le sue caratteristiche : difficoltà di pattinata da parte dei giocatori, puck lento, cattiveria assente e tanta neve. Dopo 150 secondi, Tatar cerca di impensierire il goalie avversario ma l’unico effetto che scaturisce è l’entrata sul ghiaccio di svariati bambini che spalano l’immensa quantità di neve presente e la gara si stoppa per 3 minuti abbondanti. Tornati sul ghiaccio, a provare a fare la partita sono sempre i padroni di casa e i Maple Leafs devono attendere che dalle loro parti si presenti una superiorità numerica : Kessel ci prova in due occasioni ma Howard risponde presente.
Anche gli ospiti incappano in una penalità al minuto 11:04, con la stecca di Lupul che trova il volto di Eaves, ma prima Zetterberg e poi Datsyuk trovano un attento Bernier. Poco dopo lo stesso magician russo trova un liberissimo Cleary di fronte a Bernier che però non sfrutta a dovere l’opportunità, appoggiando il disco sul gambale destro del goalie. Il periodo si chiude con un ottimo intervento di Bernier a 59” dalla sirena, dopo che la sua difesa aveva prodotto un grossolano errore in ripartenza.

La partita non viene sospesa, perchè giustamente come gestisci successivamente quei 105.491 paganti (?), e si torna sul ghiaccio per i secondi 20′. Maple Leafs molto più attenti ed attivi e al minuto 4:27 è Kadri a mangiarsi un goal già fatto : Lupul lo trova davanti alla gabbia e il giovane dell’Ontario, in caduta, non riesce a trafiggere un Howard che aveva lasciato scopertissimo il secondo palo e il puck finisce dritto sul gambale destro del goalie 29enne. Gli ospiti sono vivi e lo dimostranano in più di un’occasione, fino al minuto 11:15 quando Bernier esce malissimo e non stoppa il puck, con Tatar che cerca di sfruttare il tutto ma trova la stecca di un avversario proprio sulla linea di porta.
Era la scossa che serviva a Detroit, che torna a dominare il match grazie anche ad un Zetterberg in spolvero. Toronto non ci sta e prova a fare quello che sa fare meglio : alzare le mani. I Red Wings ringraziano e trovano la rete al minuto 33:14 con Daniel Alfredsson, che si trova ad appoggiare un semplicissimo puck offertogli dal capitano Zetterberg. Gli ospiti reagiscono nel finale, dopo essere incappati in altre due penalità, quando al minuto 39:23 James Van Riemsdyk trova un colpo da biliardo che si insacca passando sopra la spalla sinistra di Howard.

Terzo drittel che parte con un Miller che prova subito ad impensierire Bernier, mentre JVR prova a fare lo stesso contro Howard. La partita subisce un’altra variazione di risultato al minuto 44:41, quando Tyler Bozak devia un puck di Phaneuf dalla blu che si insacca. Rete convalidata particolarmente dubbia, vista la stecca altissima tenuta dall’attaccante dei Maple Leafs.
La reazione dei Red Wings è sterile e si arriva al 10° minuto del tempo, con gli arbitri che stoppano il giocano per cambio campo causa vento, sul risultato di 2-1 per i Maple Leafs. Poco meno di 2′ dopo JVR deve andare in panca puniti per un aggancio, discutibile, ma Detroit si rende pericolosa solo nel finale con due botte dalla blu di Kronwall. Termina la superiorità e gli stessi Red Wings trovano la rete del pareggio dopo pochi secondi, visto che al minuto 54:28 Justin Abdelkader concretizza un ottimo passaggio di Smith dalla balaustra alla sinistra di Bernier.
La parte finale del periodo prosegue senza grosse occasioni, con le formazioni che si presentano degnamente dai goalie avversari solamente in due occasioni

L’unica azione degna di nota dell’OT, è quando al minuto 2:30 viene fermato il gioco per invertire il campo. Gioco stoppato proprio con Zetterberg che stava andando per un 1vs1 contro Bernier.
La 6a edizione del Winter Classic si è risolta agli SO, con i Red Wings che hanno trovato solamente la rete di Datsyuk mentre per i Maple Leafs sono arrivate quelle di Lupul e Bozak.

____________________

Vi ricordiamo che la la 7a edizione del Winter Classic si disputerà a Washington DC. I padroni di casa saranno i Washington Capitals, alla 2a partecipazione come i Detroit Red Wings, ma della squadra sfidante non si sa ancora nulla.