Mondiali under 20 – Superata anche l’Ucraina, l’Italia torna in Division 1A

di Marco Depaoli

Quasi en plein. L’Italia è andata vicina a vincere la sua quinta partita su cinque col punteggio per 4-3, solo perché ha negato all’Ucraina la terza rete. Ci scherziamo su, perché ormai è fatta. Dopo tre anni l’Italia lascia la serie C per tornare a giocarsela il prossimo dicembre nella serie cadetta con 4 delle sei squadre che hanno appena iniziato l’avventura in Division 1 A (Lettonia, Birlorussia, Polonia, Austria, Slovacchia e Danimarca).
Nel pomeriggio la Francia non ci aveva fatto un favore, sconfitta dal Kazakistan con il medesimo risultato di 4-2. I galletti di Bozon sono andati due volte in vantaggio tra i primi secondi di gara e quelli del drittel centrale ma gli asiatici, pareggiando in 4 contro 5, hanno via via ribaltato il risultato. Kazakistan 12 punti, Italia 10.
Nel match successivo all’Italia sarebbe bastato vincere all’overtime, ma perché rischiare? L’Ucraina una volta sconfitta nettamente all’edordio dal Kazakistan non ha più demeritato, cedendo il passo alla Francia di misura e vincendo contro Giappone e Gran Bretagna.
Giovanni Morini corona questo mondiale con un’altra rete pesante dopo essere stato match winner contro il Kazakistan. Suo il gol dell’1-0 al 7°. Gli ucraini 4 minuti dopo pareggiano con Alber fuori 2 minuti per sgambetto, e verso metà partita passano a condurre. Questa Italia però fa delle rimonte il suo vezzo e al secondo riposo ci va in vantaggio: Hochkofler segna in powerplay e fornisce l’assist tre minuti dopo a Ramoser per il 3-2. La rete della sicurezza arriva già in avvio di terzo tempo e il tempo è galantuomo. L’Ucraina non segna più e l’Italia vince il mondiale.

Lo storico dei piazzamenti dell'Italia under 20 ai mondiali

Lo storico dei piazzamenti dell’Italia under 20 ai mondiali

Italia – Ucraina 4-2 (1-1, 2-1, 1-0)
Marcatori: 06:28 (1-0) G. Morini (P. Morini, Glira), 10:17 (1-1, PP) Sirchenko (Cherdak), 29:28 (1-2) Pidgursky (Kuzmik), 35:59 (2-2, PP) Hochkofler (Pavlu), 38:07 (3-2) Ramoser (Hochkofler, Pavlu), 43:18 (4-2) Terzago (Pace, Glira)
Italia: Rabanser (Morandell); Vinatzer, Radin; Althuber, Glira “A”; Messner, Tauferer; Mattivi; Morini P, Morini G, Ramoser; Hochkofler “C”, Pavlu, Terzago; Schenk, Lacedelli, Marchetti “A”; Pace, Frank, Mondon Marin, Alber. Allenatore: Robert Chizzali
Ucraina: Zakharchenko (Shevchuk); Andreykiv, Ignatenko; Dyky “A”, Sirchenko; Zabulonov, Varyvoda; Lyalka, Zakharov “C”, Martyshko “A”; Cherdak, Kutsevych, Petrangovsky; Boikov, Kuzmik, Pidgursky; Tymchenko, Luhovyi, Komarchev, Kloyadam. Allenatore: Alexander Godynyuk
Tiri: 27-27 (11-11, 8-13, 8-3)
Penalità: 6-6 (4-2, 0-4, 2-0)
Migliori giocatori: Peter Hochkofler (I) – Sergi Kuzmik (U)

La legge del 4-2 di giornata decreta che è il Giappone la squadra che deve retrocedere. Aveva l’ultima occasione contro la Gran Bretagna per aggrapparsi alla salvezza ma il compito dei nipponici era vincere entro i 60 minuti. I ragazzi del Sol Levante ci avevano provato portandosi sul 2-1 fino a metà partita con due reti nel giro di un minuto. Altrettanto lampo è stato il ritorno in vantaggio britannico già ancora nel primo tempo, un 3-2 durato fino agli ultimi 5 secondi prima sirena finale quando il Giappone, tolto il portiere incassa il 2-4 per la gioia del pubblico scozzese. Gli asiatici retrocedono con zero punti in classifica nonostante quest’ultima sia l’unica partita persa con oltre una rete di scarto.

freccia I convocati
freccia Così l’anno scorso

Classifica  P.ti i V -ot P  gol  +/-
Italia        13 5 3 2-0 0 20-14   6
Kazakistan    12 5 4 0-0 1 28-16  12
Francia        8 5 2 0-2 1 15-16  -1
Ucraina        6 5 2 0-0 3 11-15  -4
Gran Bretagna  6 5 0 1-1 3 13-20  -7
Giappone       0 5 0 0-0 5 17-23  -6

Programma:

freccia 9 dicembre 2013
Ucraina – Kazakistan 2-7 (1-4, 1-0, 0-3)
Giappone – Francia 3-4 (1-1, 2-1, 0-2)
Gran Bretagna – Italia 3-4 ot (2-0, 1-2, 0-1, 0-1)
10 dicembre 2013
freccia Italia – Giappone 4-3 (1-2, 2-1, 1-0)
freccia Francia – Ucraina 2-0 (1-0, 0-0, 1-0)
freccia Kazakistan – Gran Bretagna 6-1 (1-0, 3-1, 2-0)
12 dicembre 2013
freccia Giappone – Ucraina 2-3 (0-2, 0-1, 2-0)
freccia Kazakistan – Italia 3-4 (1-0, 0-1, 2-3)
freccia Francia – Gran Bretagna 4-5 d.r. (1-2, 1-0, 2-2, 0-0, 0-1)
freccia  14 dicembre 2013
Italia – Francia 4-3 ot (0-0, 2-2, 1-1, 1-0)
Kazakistan – Giappone 8-7 (1-1, 3-5, 4-1)
Ucraina – Gran Bretagna 4-0 (1-0, 1-0, 2-0)
15 dicembre 2013
Francia – Kazakistan 2-4 (1-1, 1-2, 0-1)
Italia – Ucraina 4-2 (1-1, 2-1, 1-0)
Gran Bretagna – Giappone 4-2 (1-0, 2-2, 1-0)

Premi MVP

Migliori giocatori scelti dai coach
Francia: Cedric di Dio Balsamo
Gran Bretagna: Adam Goss
Italia: Martin Rabanser
Giappone: Keita Kido
Kazakistan: Yuri Serienko
Ucraina: Eduard Zakharchenko

MVP
Miglior portiere: Martin Rabanser (I)
Miglior difensore: Yuri Serienko (K)
Miglior attaccante: Kirill Savitski (K)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=AVYYTDsPLkU