Brampton si ferma ad un passo dalla rimonta

Ritorno a casa per i Beast che si ripresentano davanti al publico del Powerade Center di Brampton (Ontario) dopo un roadtrip di 31 giorni che li ha portati in tour per gli Stati Uniti. Il bilancio parla di 5 vittorie e 6 sconfitte. Gli avversari di questa sera per Brampton sono i Tulsa Oilers che hanno affrontato e sconfitto per 6-3 i Beast sul ghiaccio di Tulsa nel match del 17 Novembre. Inizio match con gli Oilers più reattivi ed il primo tiro della serata è di Pleskach ma Westblom è attento e pinza senza problemi. Tulsa porta pressione ma non riesce a concretizzare nonostante tenga costantemente in mano il pallino del gioco (per vedere il primo tiro dei Beast verso Madolora bisogna attendere il 3.53 con Collins che impegna il goalie ospite). Sugli sviluppi Collins viene colpito al volto e ne nasce un fight tra Darrigo e Cescon. Proprio nel momento di massima pressione degli Oilers arriva la rete dei Beast con Fournier che riceve il disco davanti allo slot da Caruana e fredda Madolora sotto la traversa col rovescio. Gli ospiti però non ci stanno e nell’arco di quattro minuti e mezzo la coppia Gordon-Menei confeziona 3 reti che portano gli ospiti a condurre per 3-1 e regalano a Gordon un “Natural Hat Trick“. Coach DeSantis tenta di scuotere la squadra avvicendando Westblom con Rollheiser ma il periodo si chiude sul 3-1. Il secondo periodo si apre con una pinzata di Rollheiser su un breakaway di Gordon. E’ il preludio al 4-1 che arriva poco più di 30″ dopo con Bochek (Menei-Gordon). Tulsa non allenta assolutamente la pressione ed a stretto giro arriva anche il Power Play goal (fuori MacIsaac per tripping) con Pleskach (Gordon-Robinson) che porta i suoi vanti 5-1. I Beast sono sulle fermi sulle gambe, anche per il lungo roadtrip appena terminato, ma non demordono e prima Michel (Fournier), poi Wild in Power Play riportano i padroni di casa. Sulla rete che vale il 5-3 VanderVeeken e Barlock hanno uno scambio di idee non proprio ortodosso e si accomodano entrambi in panca puniti. Tulsa ne ha di più ma i Beast tengono botta e superano anche una doppia inferiorità chiudendo il periodo centrale sul 5-3.
Il periodo finale si apre con Tulsa che è più arrembante ma non riesce a concretizzare mentre Brampton agisce di rimessa ma porta alcuni pericoli dalle parti di Madolora con Pitton e McQuade. Col passare dei inuti Brampton esce fuori e sulla possibilità di giostrare per 1 minuto e 15 secondi con 2 uomini in più arriva il 5-4 firmato da Michel (Butler-Caruana) alla seconda tinbratura della serata. Messi alle strette gli Oilers rialzano l ritmo e impegnano Rollheiser che si fa comunque trovare pronto. Una Possibilità di Power Play (2 minuti a Cescon per Boarding su Vandehogen) non è sfruttata dai Beast e ad un minuto e 25 secondi dalla sirena finale Coach DeSantis tentata la carta del sesto uomo di movimento togliendo Rollheiser ma Brampton non riesce a segnare ed a 7.4″ dalla fine arriva l’Empty Net Goal di Robinson che fissa il punteggio finale sul 6-4 per gli ospiti. Rematch domani sera sempre al Powerade Center di Brampton.

Tulsa [email protected] Beast 6-4 (3-1; 2-2; 1-1)

 

Tiri

Tulsa Oilers: 42

Brampton Beast: 24

 

Penalità

Tulsa Oilers: 29

Brampton Beast: 37

 

Match Tree Stars

1st #16  Michel (Brampton Beast)

2nd #13 Gordon (Tulsa Oilers)

3rd #20 Matt Caruana (Brampton Beast)