Il Varese Suisse Gas annaspa al Palaonda di Bolzano

Hc Bolzano 4 – Hc Varese Suisse Gas 3 (0:1, 3:2, 1:0)

Bolzano Varese è la  storica partita dal sapore degli anni d’oro del Varese degli scudetti. Si gioca a Bolzano ma non alla storica pista di ghiaccio in via Roma ora tristemente rimpiazzata da un supermercato, ma al più moderno Palaonda: pochissimi tifosi soprattutto gialloneri in una arena degna di un campionato mondiale (quello del 90) hanno assistito ad una ingiusta vittoria per i padroni di casa.

I gialloneri ritrovano Davide Mantovani, ora capitano dei biancorossi, che militò con la maglia dei Mastini nella stagione 2008-2009 in serie A2.

Il primo tempo parte un po’ in sordina da parte di entrambe le due formazioni: un Varese rimaneggiato nella formazione, orfano di Michael Mazzacane e di Marcello Borghi impegnati con la Nazionale Italiana nelle Universiadi di Fassa, deve fare a meno anche degli infortunati Piccinelli, Pipitone e Di Vincenzo ma può far conto sui prestiti dal Milano Rossoblù dei due Nicolò Latin e Lo Russo. Il Varese sfrutta degnamente una delle poche occasioni andando a rete con il capitano Marco Andreoni a metà del primo periodo. Il tempo scivola verso la fine del periodo senza particolari azioni degni di nota.

Si rientra sul ghiaccio per il periodo centrale, e i Mastini si portano sullo 0:2 freddando il goalie biancorosso grazie alla rete di Filippo Milo. Il gioco veloce premia la caparbietà dei padroni di casa che accorciano le distanze. Successivamente il Bolzano non sfrutta una ghiotta occasione di riportarsi sul pareggio sbagliando un rigore concesso dall’arbitro Ceschini. A quattro minuti dalla fine del periodo, grazie ad una serie di quattro penalità inflitte ai gialloneri, il Bolzano riagguanta il pareggio fissando il momentaneo pareggio per 2:2 e dopo pochi secondi i padroni di casa ribaltano il risultato portandosi sul 3:2. Ai Mastini viene annullata anche una rete di Sorrenti, ma il Varese non demorde e si porta sul 3:3 con Fabio Senigagliesi. Il secondo drittel si conclude con i Mastini alquanto alterati ed infuriati sulle decisioni dubbie della terna arbitrale.

Alla ripresa delle ostilità il ritmo del gioco e le danze delle penalità non cambia: capovolgimenti di fronte per le due formazioni e colpi proibiti al limite del regolamento verso i ragazzi del Varese Suisse Gas. Si rimane sul pareggio finchè a tre minuti dalla fine dell’incontro un errore di Broggi regala il quarto gol al Bolzano. Il coach Nenad Ilic tenta il tutto per tutto togliendo anche il portiere per cercar di riagguantare disperatamente il meritato pareggio ma neppure il time out riesce a raddrizzare una partita inizialmente partita con il pattino giusto per i gialloneri.

Sabato sera i Mastini saranno ancora in Tirolo a Laces per la sfida contro il Val Venosta.

Hc Bolzano – Hc Varese Suisse Gas 4-3 (0-1, 3-2, 1-0)
Marcatori: 11:16 (0-1) Andreoni M. (Borghi F., Sorrenti S.), 20:53 (0-2) Milo F. (Sorrenti S., Andreoni M.), 24:49 (1-2) Tombolato R. (Gamper A., Lombardi A.), 35:31 (2-2) Franza L. (Virzi A., Tava A.), 36:13 (3-2) Giovannini A. (Micali M., Tombolato R.), 50:01 (3-3) Senigalesi F. (Lo Russo N.), 55:48 (4-3) Ferrari L. (Virzi A., Giovannini A.)
Hc Bolzano: P: 55 Turetta (30 Cortese), D: 65 Franza, 12 Micali, 40 Quirini, 26 Giovannini. A: 39 Tava, 9 Virzi, 51 Mantovani D “C”, 86 Tombolato, 73 Widmann, 38 Ferrari, 59 Lombardi,  49 Gamper Andrea, 8 Gamper Alex. Coach: Zbontar Frank
Hc Varese Swisse Gas P: 36 Broggi L, (28 De Lorenzo S) D: 34 Borghi F., 25 Cortenova D., 18 De Lorenzo M, 16 Ilic S, 54 Rossi R., 6 Nicolò Latin, 7 Lo Russo Niccolò, A: 17 Andreoni M “C”, 57 Fiori M, 10 Mazzacane C, 91 Milo F, 31 Pancheri S, 88 Privitera R, 77 Sansonna S, 9 Senigalesi F, 27 Sorrenti S. Coach: Ilic Nenad
Penalità: 10-8 (2-4, 2-4, 6-0)
Arbitri: Ceschini Nadir (Tschirner Christian, Bedana Alessio)
Spettatori: 45

Tags: